Salta al contenuto principale

Bambina di otto anni

cade dalla seggiovia in Tonale

volo di 8 metri, è salva

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
3 minuti 3 secondi

Un volo di quasi otto metri metri, dalla seggiovia: la bimba è caduta in piedi sulla neve bagnata, non ha battuto la testa, era cosciente. «È stato un miracolo» hanno detto i soccorritori. L’incidente è accaduto verso le 10.30 del mattino, ieri, sulle piste del Passo del Tonale. La piccola sciatrice, che ha 8 anni e risiede a Milano, stava seguendo il corso tenuto da una scuola di sci bresciana. Era assieme ad altri allievi, seguita paso a passo dai maestri. È scivolata durante il trasporto in seggiovia, mentre tentava di sollevare il cupolino di protezione. Faceva caldo ieri in quota e non di rado, nelle ore centrali della giornata, gli sciatori alzano la protezione superiore delle sedute per far circolare un po’ d’aria fresca. La bimba, nell’intraprendere questa complessa operazione, si sarebbe sporta troppo, perdendo l’equilibrio e cadendo in avanti. È successo circa a metà del percorso: la piccola è caduta nel vuoto per sette-otto metri. Sono accorsi i carabinieri del servizio piste, mentre gli agenti della polizia di stato e gli uomini del soccorso alpino hanno provveduto alla chiusura della pista. Fermati anche i due impianti di risalita vicini, per permettere all’elicottero di intervenire direttamente sulla neve.


La centrale operativa di Trentino Emergenza, nel frattempo, ha fatto decollare il velivolo con a bordo il medico rianimatore. La bambina non ha mai perso conoscenza: nella caduta - e qui sta il miracolo - è atterrata in piedi sulla neve bagnata, che ha fatto da cuscinetto. Non ha battuto la testa, ma cadendo in verticale la compressione è stata molto forte: la piccola sciatrice è stata sistemata sulla tavola spinale, immobilizzata, quindi trasportata con l’elicottero al pronto soccorso pediatrico del Santa Chiara di Trento. Spetta ai carabinieri ricostruire la dinamica dell’incidente ed evidenziare eventuali mancanze nella sicurezza e responsabilità. All’ospedale di Trento è ricoverato anche un bimbo di tre anni caduto ieri mentre scendeva sulla neve del campo scuola, a Marilleva: il piccolo, con una frattura al femore, è stato soccorso dall’elicottero.
Venerdì scorso un incidente simile a quello di ieri sul Tonale è accaduto in Paganella, con un bimbo di 5 anni caduto dalla seggiovia per oltre quattro metri. I soccorritori erano intervenuti lungo il tracciato dell’impianto del Santel: il bambino, un turista della provincia di Milano che stava trascorrendo alcuni giorni di vacanza con i genitori, si trovava a bordo della seduta quadriposto assieme ad un amico di famiglia. All’altezza del quarto pilone dell’impianto il piccolo era scivolato, forse dopo essersi sporto o dopo un movimento improvviso, finendo a terra in un punto in cui non ci sono rocce, ma arbusti e cespugli, che hanno attutito la caduta. Anche in questo caso si era verificato un piccolo miracolo: se l’è cavata con escoriazioni e contusioni, guaribili in un paio di giorni.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy