Salta al contenuto principale

La Sat centrale ha istituito

una Commissione Medica

per le patologie in montagna

Chiudi

Corso defibrillatore

Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 45 secondi

La Sat centrale del Trentino ha istituito una nuova Commissione: la Commissione Medica. E lo spiega in un comunicato stampa, per chiarire anche a cosa serva. Ad esempio a informare sulle zecche, o su pericoli dell’ipertensione arteriosa in quota.

«In un mondo che cambia velocemente, all’interno del quale anche la vita delle associazioni di volontariato diventa più complessa, sono state istituite nuove Commissioni Consultive che opereranno presso la Casa della SAT supportando il lavoro del Consiglio Centrale e della Giunta: la Commissione Amministrativo - Legale, la Commissione Comunicazione, la Commissione Scuola e Formazione e la Commissione Medica.
Quest’ultima riveste un ruolo che necessita di sempre maggiore attenzione, ossia la diffusione di una cultura sanitaria attinente alla frequentazione della montagna» dice il comunicato.

Ma cosa farà la Commissione Medica? «Numerosi i campi d’azione -: verranno infatti organizzate iniziative pubbliche rivolte ai soci SAT e a tutta la cittadinanza (compresi gli ospiti dei rifugi) per la promozione della salute e la prevenzione di incidenti e patologie derivanti da attività escursionistiche e alpinistiche, quali dell’encefalite virale trasmissibile dalle zecche, nonché delle più comuni malattie infettive respiratorie (pneumococco, influenza bronchite acuta)».

Quindi «Si interverrà inoltre sulla formazione sanitaria specifica per istruttori e accompagnatori, senza tralasciare la collaborazione, in campi di comune interesse, con le scuole del CAI nazionale e della SAT, oltre che con altre Commissioni (per esempio: Scuole di Alpinismo, Alpinismo Giovanile, Storico- Culturale, Scuola e Formazione). All’interno della SAT è inoltre già attivo da anni il gruppo denominato Montagnaterapia che opera supportando le associazioni su diversi fronti: dal disagio psichico alle cure palliative, alle quali la Commissione Medica fornirà un proprio importante supporto».

I membri della Commissione hanno da tempo contatti con le Commissioni Mediche CAI di altre province e regioni, con le quali si attiveranno iniziative congiunte per particolari eventi formativi.
Un aspetto metodologico importante è la raccolta di «consulenze» e problemi specifici provenienti dai soci, sezioni dalle e dalle varie realtà interne.

La Commissione è composta dal dottor Adriano Prendin presidente, dal dottor Edoardo Geat segretario e dai dottori Andrea Busetti e Antonella Bergamo in qualità di membri della Commissione.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy