Salta al contenuto principale

Maxitamponamento in A22

Due indagati: omicidio stradale

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
0 minuti 46 secondi

Ci sono i primi due indagati per il disastro di giovedì mattina sull’Autostrada del Brennero, con una serie di tamponamenti nella nebbia tra Nogarole Rocca e Verona Nord che hanno causato un morto e 41 feriti.

Come riferiscono i quotidiani locali, sul registro degli indagati sono stati iscritti due automobilisti, accusati di avere investito Dino Ghezzi, il pensionato 68enne di Parma travolto dopo essere sceso dalla sua auto, che era rimasta coinvolta in uno dei tamponamenti in serie.

Il numero degli indagati sembra destinato ad aumentare, in quanto su entrambe le carreggiate dell’A22 si sono registrati complessivamente 22 sinistri, e 35 feriti sono tutt’ora ricoverati negli ospedali di Verona e provincia e a Mantova. Il più grave dei feriti è un camionista che ha subito l’amputazione di una gamba.

Per i primi due indagati al momento non è stato ancora disposto il ritiro della patente, in attesa che venga ricostruita nei dettagli la dinamica dell’incidente.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy