Salta al contenuto principale

Gli hacker di Anonymous violano

il sito della Lega di Trento

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 50 secondi

Si chiude con l’ennesimo blitz, questa volta ai danni del sito ufficiale di Fratelli d’Italia, la «settimana nera» digitale lanciata da Anonymous lo scorso 29 ottobre e conclusasi oggi, nella data dell’anniversario del novembre 1605, quando Guy Fawkes - il cospiratore inglese che ha ispirato la celebre maschera bianca del film «V per Vendetta» - tentò di far saltare in aria il Parlamento inglese. E fra i siti violati c’è anche quell odella Lega Nord Trentino.

Gli hacker - alivello nazionale - non si sono limitati ad oscurare il sito del partito di Giorgia Meloni, ma hanno diffuso in rete migliaia di dati sensibili di dirigenti, funzionari e impiegati di ministeri ed enti pubblici, con tanto di numeri di cellulare, email e password.

Gli attivisti sono riusciti a «bucare» i database del Ministero dello Sviluppo Economico, del Cnr e delle Ferrovie, ma anche di Fratelli d’Italia, del Pd di Siena, della Lega del Trentino, di Equitalia e per finire di associazioni di polizia e archivi di Stato.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy