Salta al contenuto principale

Multato autista del pullman

Gita scolastica in ritardo

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 0 secondi

L’autista di un pullman scolastico è stato multato dalla polizia di stradale di Trento con 372 euro e si è visto decurtare 5 punti dalla propria patente di guida per non aver rispettato le norme sull’obbligo di riposo giornaliero previsto per i conducenti.

Gli agenti hanno fermato il mezzo presso un istituto scolastico superiore del capoluogo prima della partenza per una gita. La violazione accertata ha quindi comportato, per la scolaresca e gli insegnanti, un ritardo della partenza di quasi due ore, in attesa che arrivasse un altro autista in regola con i periodi di guida e riposo previsti dalla normativa.

Dall’inizio dell’anno scolastico - come prevede il protocollo siglato tra il ministero dell’Interno e quello dell’Istruzione - sono stati effettuati, nell’intera provincia di Trento, da pattuglie della polizia stradale, circa un centinaio di controlli preventivi ad autobus utilizzati per gite scolastiche e ad altrettanti autisti.

Finora sono state riscontrate 5 infrazioni che, oltre alle previste sanzioni al codice della strada, hanno comportato in alcuni casi la sostituzione del mezzo o dell’autista. Sono gli stessi istituti scolastici che possono comunicare alla polizia stradale la programmazione delle gite scolastiche, affinché siano effettuato, prima della partenza, i necessari controlli.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy