Salta al contenuto principale

Biancofiore mette insieme

anarchici e Schützen

«Violenza contro gli alpini»

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 58 secondi

Si dice «indignata per la violenza contro gli alpini nella sua terra», la parlamentare Michaela Biancofiore, coordinatrice regionale di Forza Italia in Trentino-Alto Adige.

«Che in Trentino ci fossero anarchici revanscisti e folcloristici individui che non accettano la storia e i confini italiani, lo denuncio da anni inascoltata. La cosa più grave è che sia i centri sociali che le compagnie degli Schuetzen godono di sovvenzioni pubbliche e quindi le istituzioni del Trentino a partire dal Presidente della Provincia Ugo Rossi, non solo avevano l’obbligo di prevenire, ma - oggi - di intervenire per salvare la faccia della nostra terra», scrive Biancofiore in una nota.

«Una ferma condanna alle violenze e ai vandalismi non devono essere parole ma fatti, pertanto ci aspettiamo la sospensione di ogni contributo pubblico a chi viola la pace e infanga i valori della patria rappresentati dagli alpini nel mondo», continua Biancofiore. «Mi auguro che siano stati tolti tutti i cartelli di ingiuria e che la facoltà di sociologia sia stata sgombrata. Ringrazio le forze dell’ordine del Trentino che prive di organico e mezzi, stanno facendo il possibile e l’impossibile per garantire la sicurezza della storica adunata», conclude la parlamentare.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy