Salta al contenuto principale

Orsa uccisa dalla Provincia

«Archiviazione inspiegabile»

Chiudi
Apri
Chiudi

Boicottaggio del Trentino dopo l'abbattimento dell'orsa KJ2

Apri
Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 39 secondi

«La richiesta di archiviazione del procedimento contro ignoti recentemente avanzata dalla Procura di Trento in merito all’abbattimento dell’orsa Kj2, uccisa ad agosto 2017, è inspiegabile e va rigettata.

L’abbattimento infatti non era l’unica soluzione prevista nell’ordinanza del presidente della Provincia di Trento, ma le possibilità alternative non vennero praticate e si è scelto di uccidere un animale che era diventato scomodo, sia sotto il profilo gestionale che politico».

Ad affermarlo in una nota, è l’associazione animalista Cabs (Committee Against Bird Slaughter).

«Quell’orsa - prosegue la nota - non era oggettivamente pericolosa! Era solo una madre che difendeva i propri cuccioli, come avrebbe fatto qualsiasi altra orsa e qualsiasi altro mammifero, uomo compreso, che vedesse minacciata la sua prole.

Quindi non era necessario darle la caccia, tantomeno abbatterla».

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy