Salta al contenuto principale

«Mona chi ha votato al referendum»

Reazione contro Oliviero Toscani

Veneto, Zaia posta il video di due disabili

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 18 secondi

«Quelli che sono andati a votare al referendum? Dei mona». Parola di Oliviero Toscani, che ora però fa i conti con la forte reazione di tanti cittadini veneti e di due «elettori speciali».

Non si ferma la polemica sulla richiesta di autonomia da parte del Veneto.

Dopo il referendum con cui i cittadini hanno chiesto maggiore autonomia amministrativa si è scatenata la "bufera".

In Veneto domenica scorsa l'affluenza complessiva è stata del 60%. La Regione del governatore leghista Luca Zaia ha festeggiato il primo traguardo e ha subito chiesto di sedersi al tavolo con il governo per «incassare i 9 decimi delle tasse versate».

Il passo successivo sarebbe la richiesta dell'attribuzione di un'autonomia speciale, simile a quella delle Province di Trento e Bolzano.

Il noto fotografo Oliviero Toscani (nella foto sotto), interpellato sull'argomento, ha detto che chi è andato a votare (e ha votato sì) «è un mona». La provocazione dell'«artista delle provocazioni» (sua è la firma nelle campagne pubblicitari edel gruppo Benetton, distintosi per la forza delle immagini) non è piaciuta a tanti veneti.

E il presidente del Veneto Luca Zaia, via Facebook, ora risponde con un'altra provocazione, destinata a far discutere.

Ha postato il video di due giovani veneti con disabilità (uno di loro non può parlare e si esprime solo attraverso l'uso di cartelloni) che sostanzialmente dicono: «Era un nostro diritto esprimere il nostro voto. Ci siamo riusciti a fatica».

Rispediscono così al mittente l'offesa.

Guarda il video:

 

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy