Salta al contenuto principale

Il sigillo di San Venceslao

alle suore di Maria Bambina

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 54 secondi

Il governatore del Trentino Ugo Rossi ha insignito le suore di Maria Bambina del sigillo di San Venceslao.

La scuola ha chiuso con l’anno scolastico 2015-2016.

Il riconoscimento è stato consegnato a madre Costantina Kersbamer, già superiora provinciale della provincia religiosa del Triveneto, a suor Luisa Scapin, superiora della comunità di Trento e a suor Marisa Quarti, coordinatrice della scuola primaria di via Borsieri. A motivare il riconoscimento «l’impegno e la dedizione profuse dalla congregazione nel campo dell’educazione, femminile in particolare, e nella conduzione della scuola Maria SS. Bambina di via Borsieri a Trento».

«La comunità trentina - ha sottolineato Rossi - vi è grata dal profondo del cuore per la vostra opera meritoria e per lo straordinario impegno, svolti a favore della nostra società, anche in anni in cui l’istruzione pubblica aveva bisogno di un aiuto, soprattutto da parte di realtà private, nell’insegnamento e nella formazione dei giovani. Generazioni di bambini e scolari sono passati attraverso la vostra scuola, autentico punto di riferimento».

La scuola primaria Maria Bambina di Trento, aperta nel 1973, ha accolto negli anni 900 alunni.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy