Salta al contenuto principale

I nordamericani Kdc/One

si comprano la Zobele:

nasce colosso da 1,5 miliardi

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 0 secondi

«Avevamo detto che saremmo diventati una one billion company e ci siamo arrivati, anche se non solo per merito nostro» dice il presidente Enrico Zobele. In effetti la Zobele nel 2019, l’anno del centenario, fa un salto non da poco, passando da 343 a 415 milioni di euro di fatturato, il 20% in più, con 62 milioni di Ebitda (margine lordo) e un utile netto che potrebbe superare i 10 milioni.

Ma il miliardo arriva perché il gruppo trentino degli insetticidi, profumatori, prodotti per la cura della persona, con 130 multinazionali come clienti, viene acquisito da un colosso statunitense del settore, Knowlton Development Corporation ovvero Kdc/One, leader mondiale nei prodotti per i marchi di bellezza, di cura della persona e della casa. Che di suo ha ricavi per 1,2 miliardi di dollari e conta 7.000 dipendenti in 18 stabilimenti, per lo più in Nord America.

Insieme a Zobele, che ha 5.000 dipendenti, nasce un gigante da 12 mila addetti e 1 miliardo e mezzo di fatturato (1,7 miliardi in dollari). Che potrebbe arrivare in tempi non lunghi ai 2 miliardi di dollari di giro d’affari e alla quotazione in Borsa. A Wall Street, New York.

(Nella foto da sinistra Roberto Schianchi ed Enrico Zobele)

Leggi l'intero articolo sul giornale l’Adige in edicola.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy