Salta al contenuto principale

I sindacati della scuola

minacciano lo sciopero:

«Più soldi per il contratto»

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
0 minuti 58 secondi

«Se nella prossima finanziaria non ci saranno risorse per i contratti dei docenti e del personale Ata siamo pronti alla mobilitazione e allo sciopero». Così le sigle sindacali della scuola trentina che hanno scritto una lettera al presidente della Provincia Maurizio Fugatti e all’assessore Mirko Bisesti.

«Il mondo della scuola si attende risposte anche sul fronte del potenziamento degli organici, delle stabilizzazioni e reclutamento del personale, con l’avvio delle procedure concorsuali non più rinviabili», si legge nella lettera.

«Il tragico incidente di Milano - sottolineano i sindacati - ha riportato l’attenzione sulle carenze delle strutture e sulla difficoltà di assicurare un’adeguata sorveglianza a causa di personale non sufficiente. Il problema si pone anche in provincia di Trento ed è anche su questo tema che le sigle sindacali chiedono una chiara presa di posizione da parte della giunta».

Intanto, in concomitanza con analoghe iniziative decise a livello nazionale dai sindacati dopo il grave fatto di Milano, i sindacati inviteranno tutto il personale della scuola ad indossare un segno di colore bianco a partire da oggi sino all’8 novembre. Saranno poi distribuiti nel corso di assemblee sindacali fiocchi riportanti la scritta #ascuolasicuri.

 

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy