Salta al contenuto principale

Camera di commercio di Trento:

plebiscito per Bort

riconfermato presidente

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 54 secondi

Giovanni Bort è stato riconfermato presidente della Camera di commercio di Trento. Nel pomeriggio di ieri si è tenuta la prima riunione del nuovo Consiglio camerale che rimarrà in carica per i prossimi cinque anni di consiliatura (2019-2024).

La riunione, presieduta da Natale Rigotti in qualità di consigliere anziano, si è aperta con la procedura di convalida dei 48 consiglieri camerali designati, compiuta per alzata di mano. La costituzione ufficiale del Consiglio camerale per il quinquennio 2019-2024 è avvenuta all’unanimità dei presenti. Rigotti ha quindi invitato i presenti ad autocandidarsi o a indicare il nominativo di un componente dell’assemblea disponibile a ricoprire la carica di presidente dell’Ente camerale per il prossimo quinquennio.

È stato lo stesso Natale Rigotti a proporre all’assemblea come candidato alla guida della Camera di commercio di Trento Giovanni Bort, presidente di Confcommercio imprese per l’Italia Trentino, per dare continuità, ha spiegato, al lavoro avviato, con unanime soddisfazione, nel precedente quinquennio.

«Nell’accogliere con piacere la vostra proposta – è intervenuto Bort – mi preme confermare che il lavoro fin qui svolto proseguirà con il massimo concorso delle associazioni di categoria, delle organizzazioni sindacali, dei consumatori e delle libere professioni rappresentate in Consiglio, in un’ottica che favorisca il confronto, il dialogo aperto e il gioco di squadra. Continueremo a impegnarci sul fronte della semplificazione amministrativa, della formazione e dell’innovazione delle imprese. Il nostro lavoro sosterrà la promozione intersettoriale dell’economia e del territorio, adeguando le nostre modalità di intervento all’evolvere delle esigenze del mondo economico trentino, finalizzando al meglio finanziamenti e risorse e dando continuità all’estesa e solida collaborazione già in essere con la Provincia autonoma di Trento».

Dopo la designazione dei tre scrutatori – i consiglieri più giovani David Demarchi, Moira Donati e Tatiana Moresco – si è passati alle operazioni di voto che si sono svolte in base alla formula del voto segreto e che già al primo scrutinio hanno confermato Bort alla presidenza della Camera di commercio industria artigianato e agricoltura di Trento con 41 voti su 44.

Confermato alla guida dell’ente di via Calepina per il secondo mandato consecutivo, dopo aver ringraziato per l’ampia espressione di fiducia, Bort ha dato inizio alla votazione – anche questa segreta – al termine della quale è stata proclamata ufficialmente l’elezione degli undici consiglieri designati a comporre la Giunta camerale per i prossimi cinque anni.

Sono risultati eletti: Mara Baldo per la Cia-Agricoltori italiani Trentino, Enzo Franzoi per Coldiretti Trento, Maria Cristina Giovannini per Confcommercio imprese per l’Italia Trentino – Federazione italiana tabaccai – Federdistribuzione (in apparentamento), Alessandro Leto per Confindustria Trento - Associazione trentina dell’edilizia Trento (in apparentamento), Loris Lombardini per Confesercenti del Trentino, Mauro Mendini per l’ABI-Associazione bancaria italiana, Graziano Rigotti per l’Associazione artigiani e piccole imprese della provincia di Trento, Luca Rigotti (vicepresidente uscente dell’ente camerale) per la Federazione trentina della cooperazione, Natale Rigotti per l’Associazione albergatori – Confesercenti – Associazione agriturismo trentino (in apparentamento), Stefania Tamanini per Confindustria Trento – Associazione trentina dell’edilizia Trento (in apparentamento), Barbara Tomasoni per l’Associazione artigiani e piccole imprese della provincia di Trento.

Il collegio dei revisori dei conti dell’ente che per il prossimo quinquennio sarà presieduto da Alessandro Tonina, cui si affiancheranno Maria Rosaria Fait e Massimiliano Giuliani (componenti effettivi), Pasquale Mazza e Tatiana Potrich (componenti supplenti).

Alla riunione elettiva è intervenuto anche Achille Spinelli, assessore allo sviluppo economico, ricerca e lavoro della Provincia autonoma di Trento che ha voluto essere presente per portare il saluto della Giunta provinciale e ribadire la volontà di proseguire nella stretta collaborazione con l’Ente camerale.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy