Salta al contenuto principale

Cantine Ferrari: in bilico

il direttore Garofalo

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 0 secondi

Il direttore generale di Cantine Ferrari Beniamino Garofalo (nella foto) sarebbe in uscita dal gruppo Lunelli e starebbe lasciando il suo incarico. Si fanno già nomi per la successione, tra i quali quello del manager trentino Simone Masè, negli anni più recenti direttore marketing di Branca International (Fernet Branca) e prima ancora di Heineken International.

Il presidente di Cantine Ferrari e amministratore delegato del gruppo Matteo Lunelli, dopo il consiglio di amministrazione, smentisce che ci sia stato un avvicendamento. «Non abbiamo dato annunci di cambio - afferma - In questo momento sono tutte voci. Per adesso l’azienda ha il direttore generale, eventualmente ci fossero decisioni lo annunceremo».

Garofalo è arrivato nel gruppo Ferrari-Lunelli nel 2016. Milanese, 49 anni, proveniva dal gruppo francese del lusso Lvmh, dove aveva ruoli di general manager nel settore beauty. In questi anni Garofalo come direttore generale di Ferrari spa ha accompagnato la crescita del gruppo fino al traguardo dei 100 milioni di euro di fatturato, raggiunto nel 2017 e confermato nel bilancio 2018.

Il gruppo Lunelli ha chiuso il 2018 con un fatturato consolidato di 101 milioni di euro, di cui 72 milioni di spumante Trentodoc, 20 milioni di Prosecco superiore Bisol e il resto di vini fermi Tenute Lunelli, grappa Segnana, acqua minerale Surgiva.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy