Salta al contenuto principale

Brennero, nuovi blocchi dei Tir

Il monito di Ebner: «Serve

una strategia transfrontaliera»

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 59 secondi

Il governo tirolese sta valutando di estendere ulteriormente la durata del contingentamento dei mezzi pesanti a Kufstein Nord, che attualmente si verifica dalle ore 5 alle ore 10. Verrà preso in considerazione addirittura un contingentamento giornaliero. La Camera di commercio di Bolzano critica questa iniziativa e sottolinea che deve essere «trovata una soluzione che prescinda dai blocchi del traffico dannosi per l’economia».

«In questo modo, però, non si diminuisce il traffico: lo si ritarda soltanto», afferma la nota. «I divieti di transito per mezzi pesanti sull’autostrada del Brennero causano gravi danni alle esportazioni italiane e quindi anche altoatesine. Per l’Italia sarebbe molto importante aumentare l’export per migliorare la propria situazione economica, ad oggi ancora piuttosto precaria. Con sempre più divieti e il conseguente blocco dei mezzi pesanti questa crescita delle esportazioni non può prendere il via; il peso di queste misure ricade così sulle spalle delle aziende».

«È necessaria una strategia transfrontaliera per il corridoio del Brennero, non divieti da singoli paesi. Solo così si potranno affrontare le sfide del traffico merci nelle Alpi senza aggravare il lavoro delle imprese locali con immense perdite di tempo e di fatturato», afferma il presidente della Camera di commercio, Michl Ebner.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy