Salta al contenuto principale

Eusalp, Kompatscher chiede più pedaggi

per far diminuire il traffico sulle Alpi

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
4 minuti 1 secondo

La presidenza dell’Eusalp, la strategia macroregionale alpina, è passata dal Land austriaco del Tirolo alla Regione italiana della Lombardia nell’ambito di un evento a Milano, parallelamente all’incontro periodico dei rappresentanti Eusalp, al quale ha preso parte anche il presidente Arno Kompatscher, mentre per il Trentino non ha partecipato Fugatti, ma l'assessore Tonina.

Nel suo discorso il presidente altoatesino ha sottolineato la necessità di una stretta collaborazione a livello regionale nella regione alpina. «Le sfide che le regioni dell’arco alpino si trovano a fronteggiare sono simili fra loro, le cui soluzioni possono anche essere comuni. Nostro compito è quello di attuare insieme concrete misure per il bene della popolazione delle valli alpine e dei centri urbani» ha detto Kompatscher a Milano. Ciò vale in particolare per il tema del crescente traffico di attraversamento che riguarda l’intero arco alpino.

«Dobbiamo pensare a pedaggi più elevati per cercare di ridurre il traffico di transito e il conseguente impatto sulle cittadine e i cittadini di quest’area» ha sottolineato Kompatscher. Il presidente della Provincia si è espresso per una soluzione condivisa, che introduca pedaggi di importo corrispondente all’effettivo costo dell’impatto del traffico sulla popolazione, mentre sull’intero arco alpino italiano l’ipotesi è quella di una sorta di tassa di soggiorno ambientale. Il presidente Kompatscher ha riscosso con questa proposta il plauso da parte dei rappresentanti delle regioni italiane presenti.

A margine della cerimonia per il passaggio di consegne della presidenza Eusalp Kompatscher si è anche confrontato personalmente con il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana e l’assessore Massimo Sertori sul tema del Parco dello Stelvio. «L’idea è quella di creare una società comune per portare avanti progetti di valorizzazione naturalistica e turistica del Parco» ha aggiunto Kompatscher. A un incontro futuro sul tema, oltre ai rappresentanti di Alto Adige e Lombardia, parteciperanno anche esponenti dell’Anas e della regione svizzera dei Grigioni.

E il Trentino? L'Ufficio stampa della giunta ci riporta la dichiarazione di Tonina, che non commenta però la notizia dei pedaggi, ma si limita a dire «Essere qui a Milano oggi vuol significare innanzitutto che crediamo nel ruolo della macroregione, nella sua capacità di promuovere le ragioni dei territori di montagna in seno all'Europa. E' necessario proseguire assieme su questa strada, insistendo però maggiormente sul versante della comunicazione, e soprattutto facendo più rete e più lavoro di lobbing. Territori come il Trentino, l'Alto Adige e il Tirolo hanno già fatto passi importanti in questo senso: ci auguriamo che possano essere di esempio anche per altre realtà, al fine di accrescere gli sforzi comuni nella direzione di una montagna viva, popolata, in grado di offrire opportunità concrete a coloro che la vivono, giorno dopo giorno, e di fare sentire la sua voce in nelle sedi Ue». 


COSA E' EUSALP - Fondata nel 2016, EUSALP coinvolge 5 stati membri dell’Ue e (Italia, Francia, Germania, Austria e Slovenia) e 2 paesi partner (Svizzera e Liechtenstein), per un totale di 48 regioni con circa 80 milioni di abitanti. Una strategia macroregionale unica nel contesto europeo, perché nasce dal basso.

EUSALP opera attraverso i seguenti organi:

Assemblea Generale: predispone le linee guida politiche per la Strategia ed è costituita dai Presidenti delle 48 Regioni e dai rappresentanti dei 7 Stati.

Executive Board: si occupa del coordinamento, dell’implementazione della Strategia EUSALP. Nell’Executive Board siedono i rappresentati degli Stati, delle Regioni e come osservatori, i rappresentanti della Commissione europea e della Convenzione delle Alpi.

Gruppi d’Azione: sono stati attivati 9 Gruppi d’Azione. Ognuno ha adottato un piano di lavoro su un tema specifico.

La Provincia autonoma di Trento, con il coordinamento dell’Umst Rapporti istituzionali e attività legislativa, è stata attivamente coinvolta nella formazione del sistema di governance e contribuisce , attraverso la guida del Gruppo d'Azione 3 volto a “migliorare l'adeguatezza della forza lavoro, dell'istruzione e della formazione nei settori strategici”, nonché la partecipazione a tutti gli altri Gruppi di Azione, al raggiungimento degli obiettivi del Piano d'Azione.

Il Gect Euregio invece ha ottenuto la leadership del gruppo di azione 4 volto a“promuovere intermodalità e interoperabilità nel trasporto passeggeri e merci”.

Oltre a ciò, al fine di migliorare la collaborazione transfrontaliera tra le regioni delle Alpi, la Rappresentanza comune del Tirolo - Alto Adige - Trentino a Bruxelles promuove l'iniziativa “Friends of Eusalp” per la creazione di una piattaforma di scambio tra le regioni partecipanti e le Istituzioni dell’Unione europea.

In vista della Presidenza Italiana di EUSALP del 2019 la Provincia autonoma di Trento ha aderito allo “Schema di Intesa tra il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, il Dipartimento per le Politiche di Coesione della Presidenza del Consiglio dei Ministri, le Regioni Lombardia, Piemonte, Liguria, Veneto, le Regioni Autonome del Friuli Venezia Giulia e della Valle d’Aosta e la Provincia autonoma di Bolzano per la programmazione, l’organizzazione e la gestione della Presidenza Italiana di EUSALP 2019”.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy