Salta al contenuto principale

Zaia: «Holding autostradale

con le arterie del Nordest»

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 0 secondi

La regionalizzazione delle autostradale del nordest è un sogno fisso del presidente del veneto, Luca Zaia, che lo aveva già messo tra i punti del suo programma nel 2010.

«L’holding autostradale - confida Zaia - resta un mio pallino. E questo è un momento storico che ci porta verso un’economia di scala. Pensare di avere un interlocutore unico a livello regionale o del Nordest - spiega - sarebbe il massimo. È un percorso imperio, difficile, però dobbiamo lavorare in questa direzione».

E non è stato un caso l’incontro, nei giorni scorsi, di Zaia con gli altri due colleghi del Friuli Venezia Giulia e del Trentino per mettere giù le basi per una possibile «creazione di questa concessionaria pubblica sia con Autovie Venete con l’amico Max Fedriga (presidente del Fvg ndr) che Trento e Bolzano per l’A22.

In mezzo c’è un’infrastruttura che si chiama Cav che è nostra, che abbiamo noi come Regione Veneto con Anas. Per cui ci sono tutti gli elementi per fare un ragionamento».

Manca all’appello per completare l’opera l’A27 «che è una concessione in mano ad un privato - ricorda Zaia -. Intanto incominciamo a mettere in fila tutte quelle pubbliche, poi possiamo fare dei ragionamenti sul resto».

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy