Coppa Davis: Italia-Stati Uniti; apre Sonego contro Tiafoe

(ANSA) - ROMA, 24 NOV - Sono Lorenzo Sonego e Frances Tiafoe ad aprire la sfida tra Italia e Stati Uniti valida per i quarti delle Davis Cup di scena fino a domenica sul veloce indoor del Palacio de Deportes Martin Catpena di Malaga, in Spagna. Il 24enne di Hyattsville (n.19 ATP), Maryland, ha vinto in due set l'unico precedente con il 27enne torinese (n.45 ATP), disputato al primo turno del Masters 1000 di Parigi-Bercy il mese scorso. A seguire Lorenzo Musetti (n.23 ATP) deve vedersela con Taylor Fritz (n.9 ATP): il 25enne californiano di Rancho Santa Fe si è aggiudicato in tre set l'unico precedente con il 20enne di Carrara, disputato quest'anno al primo turno di Wimbledon. In chiusura il doppio con la coppia azzurra Simone Bolelli/Fabio Fognini opposta a quella yankee Tommy Paul/Jack Sock. (ANSA).

Gallerie

 

Coppa Davis: Italia-Stati Uniti; apre Sonego contro Tiafoe

(ANSA) - ROMA, 24 NOV - Sono Lorenzo Sonego e Frances Tiafoe ad aprire la sfida tra Italia e Stati Uniti valida per i quarti delle Davis Cup di scena fino a domenica sul veloce indoor del Palacio de Deportes Martin Catpena di Malaga, in Spagna. Il 24enne di Hyattsville (n.19 ATP), Maryland, ha vinto in due set l'unico precedente con il 27enne torinese (n.45 ATP), disputato al primo turno del Masters 1000 di Parigi-Bercy il mese scorso. A seguire Lorenzo Musetti (n.23 ATP) deve vedersela con Taylor Fritz (n.9 ATP): il 25enne californiano di Rancho Santa Fe si è aggiudicato in tre set l'unico precedente con il 20enne di Carrara, disputato quest'anno al primo turno di Wimbledon. In chiusura il doppio con la coppia azzurra Simone Bolelli/Fabio Fognini opposta a quella yankee Tommy Paul/Jack Sock. (ANSA).

 

Figlio uccide madre, accoltellata alla gola

(ANSA) - GABIANO, 24 NOV - "Ho ucciso mia mamma". Queste le parole pronunciate da Antonio Cometti, 25 anni, quando si è consegnato ai carabinieri. Il giovane ha accoltellato Marina Mouritch, 53 anni compiuti il 2 novembre, di origine lituana, nella casa di famiglia a Gabiano (Alessandria). Il 25enne, disoccupato, era in cura da tempo per problemi di salute. Marina, casalinga, era sposata con Pasquale Cometti, che al momento dei fatti era al lavoro in una struttura ricettiva del paese. La famiglia è descritta come molto riservata; alternava periodi di residenza tra Gabiano e un'altra casa fuori Piemonte. Uno dei figli vive in provincia di Siena. "Sapevamo che vivevano anche in Toscana - conferma una vicina - ma non molto altro. Quello che è successo, anche se non li conoscevamo a fondo, non può che sconvolgerci". "Un fatto orribile che ci rattrista", commenta il sindaco del paese, Domenico Priora. Un primo esame medico-legale ha accertato che la donna è deceduta per le conseguenze di una coltellata alla gola. Ci sono anche dei tagli ai polsi, considerati riconducibili a dei tentativi di difesa. Stamani i carabinieri del Ris hanno compiuto un nuovo sopralluogo. Il coltello con cui la donna è stata colpita, nel rustico al civico 7 di viale Roma, a pochi passi dalla piazza del municipio, aveva una lama ad anima liscia di 30 centimetri. (ANSA).

 

Indonesia, bimbo 6 anni estratto vivo 48 ore dopo terremoto

(ANSA) - ROMA, 24 NOV - Un bambino di sei anni è stato estratto vivo dalle macerie del micidiale terremoto in Indonesia dopo aver trascorso due giorni intrappolato sotto i detriti senza cibo né acqua, in un salvataggio definito "miracoloso" dai soccorritori. Il drammatico salvataggio ripreso dalle telecamere ha ravvivato le speranze che i sopravvissuti possano essere ancora estratti vivi dalle macerie dopo la forte scossa che ha colpito la città di Cianjur lo scorso lunedì, uccidendo almeno 271 persone. "Quando ci siamo resi conto che Azka era vivo, tutti siamo scoppiati a piangere", ha raccontato all'AFP il volontario locale di 28 anni Jeksen. "È stato molto commovente, sembrava un miracolo". Il video mostra i soccorritori che liberano il ragazzino dalle macerie di una casa distrutta nel distretto di Cugenang, il più colpito da Cianjur. (ANSA).

 

Musica:Baglioni a Pescara per prima delle 3 date in Abruzzo

(ANSA) - PESCARA, 24 NOV - Claudio Baglioni torna a suonare in Abruzzo, dopo le date invernali di Pescara, Avezzano e Sulmona (L'Aquila) e dopo il concerto di chiusura della Perdonanza celestiniana nel capoluogo. Il cantautore romano è atteso ancora a Pescara giovedì 1° dicembre sul paco del teatro Massimo nell'ambito del suo tour "Dodici note bis", accompagnato dal solo pianoforte. Un concerto che si propone appassionante per un artista capace di mettere insieme musica e poesia, vincitore del Premio Tenco 2022. Uno strumento "diviso in tre", con tre tastiere, una delle quali è un pianoforte digitale-acustico, le altre due sono tastiere che si avvalgono di un'effettistica. "Cerco di portare da solo - spiega - un'orchestrazione fatta quasi di stati d'animo, di riverberazioni, di aggiunte, lontane però anche presenti all'orecchio degli ascoltatori." "Quando vado in scena - prosegue - mi metto nella condizione di creare un po' di meraviglia di stupore. Intendo questo lungo giro di concerti come un modo per rianimare le nostre vite con la musica dopo il lungo, difficile, doloroso silenzio imposto dalla pandemia. Ai miei occhi è come se i teatri, coi loro balconi, le loro logge, i loro palchi, diventassero delle corti in cui radunare e far incontrare le persone, sorprendendole… a mani nude". Il tour è partito da Napoli a inizio novembre. A febbraio 2023 il tour toccherà di nuovo il teatro dei Marsi di Avezzano (venerdì 3) e il teatro Caniglia di Sulmona (martedì 7). (ANSA).

 

Maltempo: cumuli di rifiuti dopo mareggiata a Fiumicino

(ANSA) - ROMA, 24 NOV - Tronchi, plastica, polistirolo, bottiglie di vetro, canne, detriti. Accanto ai pesanti disagi per allagamenti e danni a strutture balneari, è questa, ancora una volta come in analoghe situazioni, l' "eredità" della violenta mareggiata sulle scogliere a difesa della zona del vecchio faro a Fiumicino, alla foce del Tevere. Cumuli di rifiuti trascinati dalle onde sugli scogli ma anche sulla stessa strada di accesso al comprensorio, assieme a fanghiglia. Una parte di detriti è stata già rimossa sul piazzale più vicino al Porticciolo ma rimangono ancora sedimenti sul ciglio della parte finale di via del Faro. Anche sulle spiagge presenti detriti e rifiuti. Una "tegola" che puntualmente ogni anno si ripresenta e che costringe le amministrazioni costiere a subirne ancora una volta le conseguenze ed a fare i conti per pianificare le bonifiche. Negli ultimi mesi è stata quindi ormai completamente vanificata la rilevante opera di bonifica dei detriti sulle scogliere da parte del comune di Fiumicino e della Regione Lazio, compiuta poco meno di due anni fa. Intanto, il capogruppo della lista Crescere Insieme a Fiumicino, Roberto Severini, ha lanciato un appello per i cittadini evacuati al Passo della Sentinella che hanno avuto "danni, anche gravi, ai mobili contenuti nelle case che si sono allagate: ora, molti residenti si ritrovano con cucine, tavoli, sedie e quant'altro completamente rovinato dall'acqua e non sanno come disfarsene. Tenendo conto dello stato d'emergenza indetto dal Sindaco, chiediamo di organizzare una raccolta speciale di rifiuti ingombranti per venire incontro a tutti i cittadini costretti ad affrontare questa spiacevole situazione. Altra soluzione possibile sarebbe quella di posizionare a Parco Scagliosi degli scarrabili, per dare modo ai residenti di liberarsi di queste macerie". (ANSA).

 

Musica:Baglioni a Pescara per la prima delle tre date in Abruzzo

(ANSA) - PESCARA, 24 NOV - Claudio Baglioni torna a suonare in Abruzzo, dopo le date invernali di Pescara, Avezzano e Sulmona (L'Aquila) e dopo il concerto di chiusura della Perdonanza celestiniana nel capoluogo. Il cantautore romano è atteso ancora a Pescara giovedì 1° dicembre sul paco del teatro Massimo nell'ambito del suo tour "Dodici note bis", accompagnato dal solo pianoforte. Un concerto che si propone appassionante per un artista capace di mettere insieme musica e poesia, vincitore del Premio Tenco 2022. Uno strumento "diviso in tre", con tre tastiere, una delle quali è un pianoforte digitale-acustico, le altre due sono tastiere che si avvalgono di un'effettistica. "Cerco di portare da solo - spiega - un'orchestrazione fatta quasi di stati d'animo, di riverberazioni, di aggiunte, lontane però anche presenti all'orecchio degli ascoltatori." "Quando vado in scena - prosegue - mi metto nella condizione di creare un po' di meraviglia di stupore. Intendo questo lungo giro di concerti come un modo per rianimare le nostre vite con la musica dopo il lungo, difficile, doloroso silenzio imposto dalla pandemia. Ai miei occhi è come se i teatri, coi loro balconi, le loro logge, i loro palchi, diventassero delle corti in cui radunare e far incontrare le persone, sorprendendole… a mani nude". Il tour è partito da Napoli a inizio novembre. A febbraio 2023 il tour toccherà di nuovo il teatro dei Marsi di Avezzano (venerdì 3) e il teatro Caniglia di Sulmona (martedì 7). (ANSA).

 

Gucci, Alessandro Michele lascia il gruppo

(ANSA) - ROMA, 23 NOV - Alessandro Michele lascia il ruolo di direttore creativo di Gucci. Lo annuncia il marchio del gruppo Kering segnalando che Michele è stato alla guida del team creativo della maison dal 21 gennaio 2015 e ha ricoperto un ruolo fondamentale "nel rendere Gucci quella che è oggi, grazie alla sua creatività rivoluzionaria e sempre nel rispetto dei codici del brand". Il team creativo di Gucci porterà avanti la direzione creativa della Maison fino all'annuncio di una nuova organizzazione. "Ci sono momenti in cui le strade si separano in ragione delle differenti prospettive che ciascuno di noi può avere. Oggi per me finisce uno straordinario viaggio, durato più di venti anni, dentro un'azienda a cui ho dedicato instancabilmente tutto il mio amore e la mia passione creativa. In questo lungo periodo Gucci è stata la mia casa, la mia famiglia di adozione", dice Michele. "A questa famiglia allargata, a tutte le singole persone che l'hanno accudita e sostenuta, va il mio ringraziamento più sentito, il mio abbraccio più grande e commosso. Insieme a loro ho desiderato, sognato, immaginato. Senza di loro niente di tutto quello che ho costruito sarebbe stato possibile. A loro quindi il mio augurio più sincero: che possiate continuare a nutrirvi dei vostri sogni, materia sottile e impalpabile che rende una vita degna di essere vissuta. Che possiate continuare a nutrirvi di immaginari poetici ed inclusivi, rimanendo fedeli ai vostri valori. Che possiate sempre vivere delle vostre passioni, sospinti dal vento della libertà". Marco Bizzarri, presidente e ceo di Gucci, commenta: "Voglio ringraziare Alessandro per il suo impegno ventennale in Gucci e, per la sua visione, dedizione e amore incondizionato per questa Maison unica, negli anni da Direttore Creativo". Per François-Henri Pinault, chairman e ceo di Kering, "la sua passione, la sua immaginazione, il suo ingegno e la sua cultura hanno messo Gucci al centro della scena, al posto che merita". (ANSA).

 

Abatantuono, io nonno professionista in Improvvisamente Natale

(ANSA) - ROMA, 23 NOV - "Ormai mi fanno fare sempre il nonno o Babbo Natale, mi posso così ormai definire un nonno professionista". Così stamani quello straordinario attore che è Diego Abatantuono racconta il suo personaggio di Lorenzo in IMPROVVISAMENTE NATALE su Prime Video dal 1 dicembre. Dietro la macchina da presa Francesco Patierno, regista napoletano raffinato e colto e autore di PATER FAMILIAS e DIVA!, che si misura questa volta in un film di Natale 'leggero leggero', una sorta di cinepanettone senza volgarità e doppi sensi per raccontare, in un clima da favola, di un delizioso albergo d'alta montagna di proprietà appunto di nonno Lorenzo (Abatantuono). Qui ogni anno per Natale si riunisce tutta la sua famiglia, ovvero l'amata nipote Chiara (Sara Ciocca) insieme ai suoi genitori, Alberta (Violante Placido) e Giacomo (Lodo Guenzi). Quest'anno però, alla vigilia di ferragosto, inaspettatamente arriva nell'hotel la famiglia di Alberta con un preciso scopo: la coppia è in crisi e spera nell'aiuto di nonno Lorenzo per dare alla figlia adolescente l'amara notizia. Va detto che anche l'anziano Lorenzo ha più di un problema, sta infatti per vendere l'albergo a un cinese, ma accetta l'incarico della figlia e del genero a un patto: vuole regalare l'ultimo Natale felice alla nipote, anche se è Ferragosto. In questa commedia per famiglie - prodotta da Guglielmo Marchetti per Notorious Pictures - tanti gli attori: Michele Foresta, nel ruolo dello stralunato e polemico factotum dell'hotel; Nino Frassica in quello di un disincantato prete; Paolo Hendel veste invece i panni di un contadino locale; Antonio Catania e Anna Galiena sono i genitori di Giacomo e, infine, Gloria Guida è una single cliente dell'albergo. (ANSA).

 

Simona Ventura, 'racconto gli ultimi 100 giorni di Pannella'

(ANSA) - ROMA, 23 NOV - L'uomo oltre il politico, un ritratto di Pannella attraverso immagini e audio inediti raccolti dal suo assistente degli ultimi 15 anni, Matteo Angioli. E' 'Marco inedito: dagli ultimi cento giorni di Marco Pannella', secondo documentario diretto da Simona ventura, che sarà presentato in anteprima Fuori Concorso nella sezione Ritratti e Paesaggi al 40/o Torino Film Festival mercoledì 30 novembre (alle 16.30 al Cinema Romano). Secondo lavoro di regia di Ventura - dopo Le 7 giornate di Bergamo - il documentario è stato realizzato a quattro mani con il suo compagno, Giovanni Terzi, che ne è ideatore e autore. La colonna sonora è un'opera originale di Saturnino Celani. La produzione è di Sive e VenturAcademy. Ad accompagnare il film al festival sarà presente la regista Simona Ventura. Nel 2016 Marco Pannella, in politica dal 1945, fondatore del Partito Radicale e guerriero in tante battaglie di libertà, decide di registrare in audio video gli ultimi 100 giorni della sua vita. Marco si fa aiutare da tre persone: Matteo Angioli, il suo assistente da 15 anni, Laura Harth, attivista radicale, e Mirella Parachini, compagna di una vita. Silvio Berlusconi, Vasco Rossi, Matteo Renzi, Franco Battiato, Renato Zero, Giorgio Napolitano, il Papa e tanti altri amici di Marco in quei 100 giorni ci sono stati e sono stati registrati. Con la regia di Simona Ventura, scritto da Giovanni Terzi, Francesco Boz, Matteo Angioli e Cecilia Keith, il documentario restituisce le parole e le emozioni inedite di quei momenti. "Attraverso i frammenti inediti degli ultimi 100 giorni di Marco Pannella -. spiega Simona Ventura - ho voluto trasmettere la passione con la quale ha vissuto tutta la sua vita. Il racconto è diviso in cinque capitoli: politica, religione, libertà, amore e vita. Ogni capitolo contiene un Marco inedito, un Marco che ho scoperto veramente solo durante la scrittura e il montaggio di questo documentario. Prima di cominciare avevo una domanda in testa: 'C'è differenza tra il Marco pubblico, quello della politica e delle lotte e il Marco più intimo?' Oggi sono convinta che la risposta sia no". (ANSA).

 

Il ritorno di Achille Lauro, esce il nuovo singolo Che sarà

(ANSA) - ROMA, 23 NOV - Achille Lauro torna sulla scena con un nuovo singolo, Che sarà, disponibile da venerdì 25 novembre su tutte le piattaforme digitali e in radio: una ballad intima in cui l'artista si interroga su un futuro comune a tutti, prodotta da Gow Tribe e Gregorio Calculli per Elektra Recoirds / Warner Music Italy. "Immagina com'è essere soli al mondo. E a noi sta notte ci fa ridere. E moriremo un giorno. Noi". "Carissimi giornalisti, è sempre un piacere scrivervi", dice Achille Lauro. "Spero di trovarvi bene. Non ci sentiamo da un po' di tempo. Sono stati mesi impegnativi con il tour e con infinite session creative delle quali non posso fare a meno. Oggi vorrei farvi qualche domanda. Come vi chiamate? Qual è la vostra data di nascita, dove siete nati? Di che gruppo sanguigno siete? Vi siete mai sentiti felici, amati? Vi siete mai chiesti per quanto tempo saremo qui o perché siamo qui? Avete paura di morire? Avete mai pensato di voler vivere per sempre? A cosa vi aggrappate per non cadere giù? Vi siete mai chiesti che sarà? Ecco, questo è quello che mi sono chiesto quando ho scritto questo brano. So che voi conoscete la nostalgia per qualcosa che non tornerà. L'adolescenza e la piena maturità. La consapevolezza di quello che il passato e il futuro hanno già scritto per noi. Ed è per questo che so che mi capite. Vi affido questa carta straccia. Abbiatene cura. Ne rideremo un giorno". Il 24 novembre alle 21, in diretta sul profilo Instagram dell'artista, la prima assoluta digital del nuovo brano. (ANSA).