Sci nordico: a Ruka due italiani superano qualificazioni

(ANSA) - ROMA, 25 NOV - Francesco De Fabiani e Federico Pellegrino hanno superato il taglio nelle qualificazioni della gara sprint in tecnica classica di Ruka, che apre la Coppa del mondo di sci di fondo 2022/23. I due valdostani hanno fatto registrare l'undicesimo e sedicesimo tempo, in ritardo di 3″33 e 4″14 da Johannes Klaebo, il quale ha fermato il cronometro sul tempo di 2'25″72 davanti ad altri tre norvegesi, Paal Goldberg (+1″21), Sivert Wiig (+2″21) ed Erik Valnes (+2″28). Eliminato invece Davide Graz, terzo azzurro al via, che ha terminato a 12″63 da Klaebo, lontano dalla zona che valeva la qualificazione. Niente da fare a livello femminile anche per Caterina Ganz, unica italiana presente nella gara odierna. La trentina ha chiuso al 34/o posto, lontana quasi 2″ dal trentesimo e ultimo posot utile....

Gallerie

 

Sci nordico: a Ruka due italiani superano qualificazioni

(ANSA) - ROMA, 25 NOV - Francesco De Fabiani e Federico Pellegrino hanno superato il taglio nelle qualificazioni della gara sprint in tecnica classica di Ruka, che apre la Coppa del mondo di sci di fondo 2022/23. I due valdostani hanno fatto registrare l'undicesimo e sedicesimo tempo, in ritardo di 3″33 e 4″14 da Johannes Klaebo, il quale ha fermato il cronometro sul tempo di 2'25″72 davanti ad altri tre norvegesi, Paal Goldberg (+1″21), Sivert Wiig (+2″21) ed Erik Valnes (+2″28). Eliminato invece Davide Graz, terzo azzurro al via, che ha terminato a 12″63 da Klaebo, lontano dalla zona che valeva la qualificazione. Niente da fare a livello femminile anche per Caterina Ganz, unica italiana presente nella gara odierna. La trentina ha chiuso al 34/o posto, lontana quasi 2″ dal trentesimo e ultimo posot utile. Il miglior tempo è stato realizzato dalla norvegese Ane Appelkvist Stenseth in 2'48″85 davanti alla connazionale Tiril Weng, staccata di 56 centesimi, terza posizione parziale per la svedese Johanna Hagstroem a 87 centesimi davanti all'altra svedese Emma Ribom. (ANSA).

 

Violenza donne: Istat, 3 su 4 subite da un partner o un ex

(ANSA) - ROMA, 25 NOV - Gli autori della violenza si trovano soprattutto tra le persone con cui la donna ha legami affettivi importanti: oltre tre quarti delle violenze avvengono per mano del partner o dall'ex-partner. Lo rileva l'Istat in un'indagine sull'utenza dei Centri Antiviolenza nel 2021. In particolare, nel 54,8% dei casi è il partner a perpetrare la violenza sulla donna, nel 22,9% si tratta di un ex partner, nel 12,5% è un altro familiare o parente; le violenze subite fuori dall'ambito familiare e di coppia costituiscono il restante 9,9%. Circa un autore su cinque (19,7%) ha una forma di dipendenza, come ad esempio quella da alcool, droga, gioco o psicofarmaci. Sebbene questa informazione non sia sempre disponibile (non lo è per il 33,7% dei casi), l'Istat rileva che il 29% degli autori delle violenze è stato denunciato almeno una volta (tra questi il 6,5% più di una volta). La quota delle denunce è più alta se l'autore della violenza è un ex partner (34%): in particolare il 24% è stato denunciato una volta e il 10% più di una volta. Sono più basse le quote di autori denunciati se si tratta del partner attuale: il 22,3% quelli denunciati una volta e il 6% quelli denunciati più volte. La denuncia di altri parenti o familiari è pari al 21,1% dei casi. Per quasi un terzo degli autori denunciati (32,3%) è stato richiesto un provvedimento di allontanamento o di divieto di avvicinamento e/o di ammonimento. Queste richieste sono state soddisfatte nel 72% dei casi. Tra gli autori denunciati, il 13,8% non ha avuto alcuna imputazione, il 35,5% è ancora sotto indagine e il 28,7% ha avuto imputazioni. Nel 7% dei casi la denuncia è stata invece ritirata. Il 28,7% degli imputati è stato condannato; per il 66,5% il processo è ancora in corso mentre lo 0,8% è stato assolto. Anche dopo l'imputazione continuano ad esserci casi di ritiro della denuncia (l'1,3%). Oltre una donna su cinque, tra quelle che nel 2021 si sono rivolte ai Centri, ha raggiunto gli obiettivi individuali di uscita dalla violenza. (ANSA).

 

Violenza donne: a Napoli una piazza di sagome nere

(ANSA) - ROMA, 25 NOV - Una distesa di sagome nere a ricordare le vittime di femminicidio in Italia nel 2022 che al 20 novembre sono state 104 di cui 88 in famiglia. Così la città di Napoli ha voluto gridare il proprio 'no' alla violenza di genere in occasione della Giornata internazionale per l'eliminazione della volenza contro le donne. Il flash mob 'Re-member, affinchè non accada mai più', che ha visto la partecipazione, tra gli altri, del sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi, e dell'ex presidente della Camera, Roberto Fico, è stato organizzato dall'associazione 'Mai più violenza infinita Onlus', in collaborazione con l'amministrazione comunale, Unicef ed Associazione O.M. Su ogni sagoma sono stati riportati un QRCode che rimanda alla storia di ogni singola vittima e il numero d'emergenza nazionale 1522 istituito per le richieste di aiuto e sostegno contro la violenza e lo stalking. In piazza, studentesse hanno chiamato, uno ad uno, i nomi di tutte le vittime dell'anno. ''La situazione a Napoli e al Sud è molto grave - ha detto l'assessore comunale alle Pari opportunità, Emanuela Ferrante - quanto accade non dovrebbe verificarsi in un Paese che si dice civile e se queste tragedie accadono ancora significa che si è sbagliato tutto. E' necessario - ha aggiunto - investire sull'educazione a partire dalle scuole che devono educare i giovani anche ai sentimenti''. Una manifestazione che si è conclusa al grido di 'Donne, vita e libertà' e con un richiamo a quanto stanno vivendo le donne in Iran. Nel pomeriggio, nella sede del Comune si svolgerà un'iniziativa durante la quale saranno resi noti i dati delle richieste di aiuto che le donne napoletane hanno rivolto ai sei Centri antiviolenza del Comune nel corso dell'anno. L'iniziativa vuole essere un momento di riflessione, di condivisione e di confronto tra enti e associazioni, e con la partecipazione delle stesse donne, con lo scopo di delineare il percorso e le azioni di un Piano strategico trasversale che veda tutti coinvolti nella battaglia contro ogni forma di violenza di genere ed tutti uniti nello sforzo di accompagnare le donne verso una condizione di autonomia e di dignità. E nel pomeriggio, a partire dalla ore 17, la Fontana del Tritone in piazza Municipio e il Maschio Angioino saranno illuminati di rosso. (ANSA).

 

Sisma L'Aquila, 70 mln da Manovra per il prossimo triennio

(ANSA) - L'AQUILA, 25 NOV - Circa 70 milioni spalmati sui prossimi tre anni. Lo prevede l'articolo 117 della nuova bozza della nuova Legge di Bilancio del Governo Meloni, in merito al sisma 2009 i cui contenuti, relativi alle risorse destinate all'Aquila, sono stati illustrati stamani in conferenza stampa dal sindaco Pierluigi Biondi. "Portiamo a casa un risultato importante - ha detto - che ci dice che finalmente L'Aquila gioca la partita che merita e può programmare in tranquillità i prossimi tre anni". Di fatto, "raddoppiano i contributi per le minori entrate, che per il 2023 passano a 20 milioni". Aumenti anche per il 2024, quando i contributi saranno di 18 milioni e 15 milioni per il 2025. "Aumenti che arrivano anche per i Comuni del Cratere - ha sottolineato il primo cittadino - e questo rappresenta un segnale tangibile nei confronti di un governo a cui chiedevamo certezze". Ad affiancare Biondi a Palazzo Fibbioni il sottosegretario Luigi D'Eramo, i parlamentari Etel Sigismondi, Rachele Silvestri, Guido Quintino Liris e il coordinatore dei sindaci del Cratere, Massimiliano Giorgi. In sala tanti amministratori, assessori della giunta. Altro capitolo importante, quello relativo al personale: "Il Comune - ha detto Biondi - aveva operato per il superamento del precariato, con le stabilizzazioni ottenute e adesso ci assicuriamo la continuità rispetto al lavoro degli uffici speciali e le strutture comunali. Il Comune dell'Aquila in questi anni ha fatto un'importante opera di stabilizzazione, ora ci sono nuovi strumenti per assunzioni". (ANSA).

 

Controlli in insediamenti rom, 9 non mandavano i figli a scuola

(ANSA) - NAPOLI, 25 NOV - Controlli straordinari dei Carabinieri nei due insediamenti rom di via Santa Maria a Cubito e in via Ex alleati, a Giugliano in Campania, in provincia di Napoli: i militari della locale compagnia, insieme a quelli del reggimento campania, della stazione forestale di Pozzuoli e agli agenti della polizia municipale, hanno identificato 50 persone. Nove sono quelle denunciate per inosservanza dell'istruzione elementare dei figli minori. Nonostante l'obbligo, nessuno dei loro bambini aveva frequentato i banchi di scuola. Sei persone sono state segnalate all'autorità giudiziaria per abusivismo edilizio e una per cambio di destinazione d'uso di un terreno. Un 59enne di Giugliano avrebbe fittato il suo terreno agricolo adiacente ad uno degli insediamenti affinché vi installassero baracche. Dovrà rispondere di ricettazione una donna trovato in possesso di pezzi di un'auto risultata provento di furto. Sequestrati arnesi per lo scasso e decine di auto, risultate senza assicurazione o con intestazioni fittizie. Nel campo rilevato un cumulo di rifiuti pericolosi di circa 10 metri cubi. L'area è stata sequestrata e sarà bonificata. (ANSA).

 

Mondiali: Uruguay-Corea del Sud 0-0

(ANSA) - ROMA, 24 NOV - Uruguay-Corea del Sud 0-0 in una partita della prima giornata del gruppo H dei Mondiali di Qatar 2022 giocata all'Education City Stadium di Doha: URUGUAY (4-3-3): Rochet; Caceres, Godín, Gimenez, Olivera (33' st Vina); Betancour, Valverde, Vecino (33' st De La Cruz), Pellistri (43' st Varela), Suarez (19' st Cavani), Nunez. (1 Muslera, 12 Sosa, 10 De Arrascaeta, 14 Torreira, 18 Gomez, 19 Coates, 20 Torres, 24 Canobbio, 25 Ugarte, 26 Rodriguez). All.: Alonso. COREA DEL SUD (4-5-1): Kim Seunggyu; Kim Moonhwan, Kim Minjae, Kim Younggwon, Kim Jinsu; Hwang Inbeom, Jeong Wooyeong, Son Heungmin, Lee Jaesung (29' st 13 Son Junho), Na Sangho (29' st Lee Kangin); Hwang Uijo (29' st Cho Guesung). (12 Song Bumkeun, 21 Jo Hyeonwoo, 2 Yoon Jonggyu, 8 Paik Seungho, 11 Hwang Heechan, 14 Hong Chul, 20 Kwon Kyungwon, 22 Kwon Changhoon, 23 Kim Taehwan, 24 Cho Yumin, 25 Jeong Wooyeong, 26 Song Minkyu). All.: Bento. Arbitro: Turpin (Francia). Angoli: 4 a 3 per l'Uruguay. Recupero: 1' e 7'. Ammoniti: Caceres e Cho Guesung per gioco falloso, Bento per proteste. Spettatori: 41.663. (ANSA).

 

Elicottero precipitato: carcassa rimossa e portata in aeroporto

(ANSA) - FOGGIA, 24 NOV - Sono terminate poco fa le operazioni di rimozione della carcassa dell'elicottero dell'Alidaunia precipitato lo scorso 5 novembre nel Gargano e costato la vita a 7 persone: due piloti e 5 passeggeri, tra cui una famiglia slovena. Alle operazioni hanno preso parte 12 vigili del fuoco, un'autogru, un autocarro 4x4 e un carrellone adibito al trasporto di mezzi pesanti. Il velivolo è stato portato all'aeroporto militare di Amendola. Al momento sono 20 le parti offese nell'inchiesta sull'incidente aereo ed il fascicolo per disastro aviatorio colposo e omicidio colposo plurimo resta ancora aperto a carico di ignoti. (ANSA).

 

Maltempo: cumuli di rifiuti dopo mareggiata a Fiumicino

(ANSA) - ROMA, 24 NOV - Tronchi, plastica, polistirolo, bottiglie di vetro, canne, detriti. Accanto ai pesanti disagi per allagamenti e danni a strutture balneari, è questa, ancora una volta come in analoghe situazioni, l' "eredità" della violenta mareggiata sulle scogliere a difesa della zona del vecchio faro a Fiumicino, alla foce del Tevere. Cumuli di rifiuti trascinati dalle onde sugli scogli ma anche sulla stessa strada di accesso al comprensorio, assieme a fanghiglia. Una parte di detriti è stata già rimossa sul piazzale più vicino al Porticciolo ma rimangono ancora sedimenti sul ciglio della parte finale di via del Faro. Anche sulle spiagge presenti detriti e rifiuti. Una "tegola" che puntualmente ogni anno si ripresenta e che costringe le amministrazioni costiere a subirne ancora una volta le conseguenze ed a fare i conti per pianificare le bonifiche. Negli ultimi mesi è stata quindi ormai completamente vanificata la rilevante opera di bonifica dei detriti sulle scogliere da parte del comune di Fiumicino e della Regione Lazio, compiuta poco meno di due anni fa. Intanto, il capogruppo della lista Crescere Insieme a Fiumicino, Roberto Severini, ha lanciato un appello per i cittadini evacuati al Passo della Sentinella che hanno avuto "danni, anche gravi, ai mobili contenuti nelle case che si sono allagate: ora, molti residenti si ritrovano con cucine, tavoli, sedie e quant'altro completamente rovinato dall'acqua e non sanno come disfarsene. Tenendo conto dello stato d'emergenza indetto dal Sindaco, chiediamo di organizzare una raccolta speciale di rifiuti ingombranti per venire incontro a tutti i cittadini costretti ad affrontare questa spiacevole situazione. Altra soluzione possibile sarebbe quella di posizionare a Parco Scagliosi degli scarrabili, per dare modo ai residenti di liberarsi di queste macerie". (ANSA).