Golf: Scottish Open con Migliozzi, Manassero e Molinari

(ANSA) - ROMA, 10 LUG - Il Genesis Scottish Open con in gara, da domani a domenica 14 luglio, Francesco Molinari, Guido Migliozzi e Matteo Manassero a North Berwick nel secondo evento stagionale delle Rolex Series del DP World Tour inserito anche nel calendario del PGA Tour. E poi, negli stessi giorni, l'Isco Championship (DP World Tour e PGA Tour), con in campo nel Kentucky (Usa) sei italiani: Edoardo Molinari, Filippo Celli, Renato Paratore, Andrea Pavan, Francesco Laporta e Lorenzo Scalise. Lo show è doppio questa settimana e gli eventi precedono il The Open, quarto e ultimo Major del 2024 in programma dal 18 al 21 luglio in Scozia. A North Berwick, il nordirlandese Rory McIlroy, numero 2 mondiale, tra le stelle più attese della competizione, difenderà il titolo conquistato nel 2023. Con lui, tra i big,...

Gallerie

 

Golf: Scottish Open con Migliozzi, Manassero e Molinari

(ANSA) - ROMA, 10 LUG - Il Genesis Scottish Open con in gara, da domani a domenica 14 luglio, Francesco Molinari, Guido Migliozzi e Matteo Manassero a North Berwick nel secondo evento stagionale delle Rolex Series del DP World Tour inserito anche nel calendario del PGA Tour. E poi, negli stessi giorni, l'Isco Championship (DP World Tour e PGA Tour), con in campo nel Kentucky (Usa) sei italiani: Edoardo Molinari, Filippo Celli, Renato Paratore, Andrea Pavan, Francesco Laporta e Lorenzo Scalise. Lo show è doppio questa settimana e gli eventi precedono il The Open, quarto e ultimo Major del 2024 in programma dal 18 al 21 luglio in Scozia. A North Berwick, il nordirlandese Rory McIlroy, numero 2 mondiale, tra le stelle più attese della competizione, difenderà il titolo conquistato nel 2023. Con lui, tra i big, anche altri 12 tra i migliori 20 giocatori al mondo come, tra gli altri, Xander Schauffele (terzo e vincitore nel 2022), Wyndham Clark, Collin Morikawa, Ludvig Aberg e Victor Hovland. Il montepremi è di 9.000.000 di dollari, di cui 1.575.000 andrà al vincitore. Per Migliozzi e Manassero, i due azzurri qualificati per i Giochi di Parigi, anche in vista del The Open, lo Scottish Open sarà un banco di prova importante. Per la prima volta da gennaio, Francesco Molinari si prepara invece a tornare a giocare in Europa. A Nicholasville, negli Stati Uniti, nel torneo nato nel 2015, arrivato alla nona edizione, gli italiani nel field proveranno a conquistare l'ultimo posto per il The Open. In un appuntamento che garantirà 4.000.000 di dollari di montepremi, di cui 720.000 andranno al campione. (ANSA).

 

Strage di Erba, nessun nuovo processo per Olindo e Rosa

(ANSA) - BRESCIA, 10 LUG - Non ci sarà alcun nuovo processo a Brescia per Olindo Romano e Rosa Bazzi, condannati in via definitiva per la strage di Erba che causò quattro morti, tra cui un bambino di due anni, l'11 dicembre del 2006. I giudici della Corte d'appello di Brescia hanno infatti dichiarato inammissibili le richieste di revisione della sentenza presentate dai coniugi e dal sostituto pg di Milano Bruno Tarfusser. Olindo Romano e Rosa Bazzi rimangono pertanto condannati all'ergastolo. (ANSA).

 

Landini, autonomia è un attacco alla Costituzione

(ANSA) - NAPOLI, 10 LUG - "Oggi c'è un attacco esplicito alla Costituzione. Non a caso, l'autonomia differenziata, così come è stata costruita, mette in discussione i diritti fondamentali sanciti dalla Costituzione. Pensare di avere tante politiche industriali, tante sanità, tante scuole diverse, vuol dire non applicare il famoso articolo 3 della Costituzione che dice che tutti i cittadini devono essere uguali, a prescindere da dove sono nati, dal sesso, e dice che è compito della Repubblica proprio rimuovere gli ostacoli che impediscono questa uguaglianza e la possibilità per le persone di potersi realizzare nel lavoro e nella vita". Così Maurizio Landini, a margine dell'assemblea generale della Filcams-Cgil. "La Cgil - ha precisato Landini - non è da sola, c'è un fronte molto ampio fatto di associazioni, sia laiche che cattoliche, fatto di organizzazioni sindacali, con noi e la Uil, di tante forze politiche e di tanti cittadini, intellettuali e personaggi della cultura e dello spettacolo. Io sono convinto che in questo momento noi stiamo rappresentando il pensiero della maggioranza di questo Paese. Dobbiamo portare a votare più di 25 milioni di persone, nelle recenti elezioni europee ha votato meno del 50 per cento, è evidente che c'è una crisi della democrazia nel nostro Paese e c'è una parte consistente che non si sente rappresentato da nessuno e sono quelli che stanno peggio. Vogliamo ridare la parola a quei cittadini". (ANSA).

 

Storica visita del primo ministro indiano Modi in Austria

(ANSA) - VIENNA, 10 LUG - Il primo ministro indiano Narendra Modi ha compiuto una visita ufficiale in Austria, la prima di un leader indiano nel Paese dopo ben 41 anni. Questa storica visita è stata accolta con grande entusiasmo dalle autorità austriache. Durante la conferenza stampa congiunta, il Cancelliere Federale austriaco Karl Nehammer ha ringraziato il Premier Modi per la sua visita, sottolineando l'importanza dei forti legami tra Austria e India. "L'India è la più antica e grande democrazia del mondo - ha dichiarato Nehammer - e siamo lieti di rafforzare ulteriormente la nostra partnership". Il Premier Modi, da parte sua, ha confermato che i due paesi avvieranno nuove collaborazioni in diversi campi strategici, tra cui clima, lotta al terrorismo e ambito culturale. Inoltre, Austria e India intendono contribuire congiuntamente alla risoluzione di conflitti internazionali, come quelli in Ucraina e in Medio Oriente. "È un grande onore aver accolto il Premier Modi in Austria - ha affermato il Cancelliere Nehammer - soprattutto dopo il mio recente incontro a Mosca con il Presidente Putin. Questo dimostra l'importanza che l'Austria attribuisce ai rapporti con l'India". Al termine dell'incontro, il Primo Ministro Modi ha esteso un invito ufficiale al Cancelliere Nehammer per una visita in India nel prossimo futuro, rafforzando così il dialogo e la cooperazione tra i due paesi. (ANSA).

 

A Sharon Stone Cariddi d'oro alla carriera a Taormina Fest

(ANSA) - ROMA, 10 LUG - Sharon Stone sarà protagonista della serata di chiusura della 70ma edizione del Taormina Film Festival che le dedicherà il 'Cariddi d'oro alla carriera'. L'attrice e produttrice americana incontrerà giornalisti e pubblico con una conversazione su come abbia ridefinito il concetto di cosa rappresenti essere una donna sul grande schermo, diventando un'icona culturale globale nei decenni. La presenza di Sharon Stone al Taormina Film Festival - con la consulenza di Marco Fallanca - segna la sua prima partecipazione al Festival, che già ospitò l'anteprima italiana di Basic Instinct nel 1992. (ANSA).

 

Donna scomparsa, trovati indumenti con tracce sangue e un beauty

(ANSA) - CAGLIARI, 10 LUG - Un beauty case, un apparecchio e alcuni indumenti, pare una felpa e un accappatoio, in cui sarebbero state rinvenute tracce ematiche. Sono questi gli indizi che i carabinieri della Compagnia di Iglesias, i Cacciatori di Sardegna, i tecnici e gli operatori del Soccorso alpino, le squadre dei vigili del fuoco e poi la Protezione civile, i volontari e il Corpo forestale hanno trovato nel corso della vasta battuta scattata questa mattina per le ricerche di Francesca Deidda, la 42enne scomparsa da maggio a San Sperate, nel sud Sardegna, e che secondo la Procura sarebbe stata uccisa dal marito Igor Sollai, autotrasportatore di 43 anni, attualmente in carcere con le accuse di omicidio volontario aggravato e occultamento di cadavere. L'area recintata dove sono adesso al lavoro gli specialisti dei carabinieri del Ris è a ridosso della vecchia statale 125 Orientale sarda, nel versante a monte, tra le rocce, nel tratto fra l'arco dell'Angelo e il ponte romano, nel comune di Sinnai. Sul posto anche il pm Marco Cocco, che coordina le indagini. Non si può escludere che nelle prossime ore, una volta che tutti i reperti saranno prelevati, vengano utilizzati cani molecolari per la ricerca del corpo e che quindi l'area di ricerca venga ulteriormente estesa. (ANSA).

 

++ Il trapper Shiva condannato a 6 anni e mezzo a Milano ++

(ANSA) - MILANO, 10 LUG - Il trapper Shiva, all'anagrafe Andrea Arrigoni, è stato condannato oggi a 6 anni e mezzo per la sparatoria dell'11 luglio 2023, davanti al suo studio di registrazione a Settimo Milanese, nella quale erano rimasti feriti due rivali della crew del rapper Rondo Da Sosa. Lo hanno deciso i giudici dell'ottava sezione penale del Tribunale di Milano al termine del processo con rito abbreviato. (ANSA).

 

Due italiani in concorso a Locarno, Giordana fuori gara

(ANSA) - ROMA, 10 LUG - Luce di Luca Bellino e Silvia Luzi, due autori capaci di unire ritratto intimo e sociale, qui con protagonista Marianna Fontana e Sulla Terra Leggeri, opera prima di Sara Fgaier con Andrea Renzi e Sara Serraiocco, per la storia di Gian, un professore che inizia a perdere pezzi del suo presente e del suo passato. Sono i due film italiani in lizza per il Pardo d'oro al Locarno Film Festival (7-17 agosto) diretto da Giona A. Nazzaro. 225 opere, 104 in prima mondiale, e fuori concorso La vita accanto di Marco Tullio Giordana con Sonia Bergamasco, Paolo Pierobon e Valentina Bellè, ispirato all'omonimo romanzo di Maria Pia Veladiano. (ANSA).

 

Strage di Erba, a Brescia i giudici in camera di consiglio

(ANSA) - BRESCIA, 10 LUG - I giudici della Corte d'appello di Brescia si sono riuniti in camera di consiglio per decidere sulle istanze di revisione del processo sulla strage di Erba presentate dai coniugi Olindo Romano e Rosa Bazzi - condannati all'ergastolo - e dal sostituto pg di Milano Cuno Tarfusser. Non vi sono state repliche. I giudici potrebbero dichiarare l'inammissibilità delle istanze o l'ammissione di nuove prove chieste dalla difesa. La decisione è prevista non prima delle 14. (ANSA).

 

Autonomia: la Sardegna vota il 17 la richiesta di referendum

(ANSA) - CAGLIARI, 09 LUG - Il Consiglio regionale della Sardegna voterà mercoledì 17 luglio la deliberazione con la richiesta di referendum abrogativo della legge sull'autonomia differenziata. Lo ha stabilito la conferenza dei capigruppo riunita nel palazzo di via Roma a Cagliari, alla presenza, per l'occasione, della presidente della Regione Alessandra Todde. L'ordine del giorno prevede la votazione di due mozioni presentate da tutti i capigruppo di maggioranza, primo firmatario il presidente del Pd Roberto Deriu, una ciascuno per i due quesiti da sottoporre alla Corte Costituzionale, identici a quelli appena votati dalla Campania, uno totale e uno parziale. Ma l'appello del capo dell'Assemblea sarda, Piero Comandini, anche segretario regionale dem, è rivolto ai colleghi dell'opposizione perché sottoscrivano le mozioni: "Essere uniti su un argomento così importante è decisivo - ha sottolineato -. Il momento che stiamo vivendo è particolarmente delicato. La legge 86 - ha aggiunto - è un pericolo per la nostra specialità e per la nostra peculiarità di territorio insulare. Sono certo che la minoranza saprà accogliere il mio invito". Per il presidente dell'Aula, "davanti a questioni vitali per il futuro della nostra Isola non ci possono essere divisioni e non possono prevalere differenze di appartenenze politiche. La nostra autonomia va difesa e la richiesta di referendum abrogativo deve arrivare da un fronte compatto e da un impegno trasversale". Per questo le mozioni non sono ancora state depositate e restano aperte alla sottoscrizione di tutti. Durante la seduta saranno anche eletti, secondo l'articolo 75 della Costituzione, due consiglieri regionali che saranno delegati, insieme a quelli degli altri quattro Consigli regionali, a depositare materialmente la richiesta di referendum. (ANSA).