Usa, video agenti che frustano migranti a confine Messico

(ANSA) - WASHINGTON, 20 SET - A poche ore dal debutto di Joe Biden all'assemblea generale dell'Onu, i media Usa hanno diffuso immagini che sembrano mostrare agenti della polizia di frontiera americana a cavallo mentre usano la frusta contro i migranti che chiedono asilo al confine col Messico, dove è scoppiata una nuova crisi umanitaria per l'arrivo di oltre 10 mila persone. "Orribile da vedere", ha commentata la portavoce della Casa Bianca, Jen Psaki. "Ho visto alcune delle immagini, non ho il contesto completo ma non riesco a immaginare quale contesto lo renderebbe appropriato", ha detto. "Penso che nessun che abbia visto quelle immagini pensi sia accettabile o appropriato", ha aggiunto. La gente, ha proseguito, e' "comprensibilmente" offesa dalla possibilita' che le forze dell'ordine usino le fruste o...

Gallerie

 

Usa, video agenti che frustano migranti a confine Messico

(ANSA) - WASHINGTON, 20 SET - A poche ore dal debutto di Joe Biden all'assemblea generale dell'Onu, i media Usa hanno diffuso immagini che sembrano mostrare agenti della polizia di frontiera americana a cavallo mentre usano la frusta contro i migranti che chiedono asilo al confine col Messico, dove è scoppiata una nuova crisi umanitaria per l'arrivo di oltre 10 mila persone. "Orribile da vedere", ha commentata la portavoce della Casa Bianca, Jen Psaki. "Ho visto alcune delle immagini, non ho il contesto completo ma non riesco a immaginare quale contesto lo renderebbe appropriato", ha detto. "Penso che nessun che abbia visto quelle immagini pensi sia accettabile o appropriato", ha aggiunto. La gente, ha proseguito, e' "comprensibilmente" offesa dalla possibilita' che le forze dell'ordine usino le fruste o oggetti simili contro i migranti radunatisi vicino a Del Rio (Texas), molti dei quali da Haiti. Un caso imbarazzante di diritti umani per l'amministrazione Biden e per il suo ministro Alejandro Mayorkas, primo responsabile degli Interni ispanico degli Stati Uniti, anche lui figlio di rifugiati (cubani). Quanto alla decisione di Joe Biden di rimpatriare tutti i migranti alla frontiera, Psaki ha detto che "non e' questo il momento di venire". (ANSA).

 

Ducournau, viviamo un anno storico per le cineaste

(di Francesca Pierleoni) (ANSA) - ROMA, 20 SET - Questo "sarà ricordato come un anno storico per le cineaste. Credo che a distanza di tempo verrà visto come un momento chiave per il cinema, tra un prima e un dopo. E' in corso un cambiamento incredibilmente positivo, solo non so quanto sarà ampio e a che velocità si realizzerà". Parola di Julia Ducournau, Palma d'oro 2021 con Titane, commentando il tris di vittorie conquistate da autrici nei più importanti premi e Festival, dagli Oscar con Chloe Zhao (Nomadland) alla Mostra del Cinema di Venezia, con il Leone d'oro a Audrey Diwan con L'evenement. La cineasta francese è arrivata a Roma insieme a Vincent Lindon, interprete del suo film, per l'uscita di Titane in anteprima dal 21 settembre (dove sarà in esclusiva nazionale per poi arrivare nelle sale dal primo ottobre con I Wonder Pictures) al Cinema Troisi, riaperto dopo anni di abbandono, grazie al progetto di rinascita realizzato dai ragazzi dell'Associazione Piccolo America con il contributo di soggetti pubblici e privati. "Dobbiamo ricordarci però che il cinema è solo una parte molto piccola, nella lotta per l'uguaglianza, e che nella prospettiva più ampia c'è ancora molta strada da fare" sottolinea. Per lei, 37enne al secondo film dopo Raw (2016), è appena arrivato anche il premio del pubblico nella sezione Midnight Madness al Toronto International Film Festival e si parla sempre più insistentemente di corsa agli Oscar. Titane, un thriller horror che sfugge in realtà ai confini dei generi, tratta con grande originalità temi come la ricerca di identità, la maternità e la paternità: ha conquistato subito la giuria di Cannes e molti critici, suscitando però anche critiche e l'ironia sui social di Nanni Moretti (in gara con Tre piani) per la vittoria sulla Croisette: "Moretti ha visto il mio film ? - chiede Julia Ducournau a chi le ricorda la polemica -. Senza vedere come si può esprimere un giudizio? Per favore Nanni, guarda il film" commenta, consapevole anche del fatto che il quartier generale del cineasta (il cinema Sacher, ndr) sia a un centinaio di metri dal Cinema Troisi. Per lei, il legame con il cinema italiano è profondo: "Da teenager ho scoperto il neorealismo, che ha cambiato la mia visione su molte cose". (ANSA).

 

Ivano Fossati, 70 anni di musica d'autore

(ANSA) - ROMA, 20 SET - Dieci anni fa ha dato l'addio alle scene (con l'unica eccezione del disco con Mina di due anni fa che porta i loro nomi), ma Ivano Fossati non ha mai abdicato al suo ruolo di intellettuale raffinato, artista schivo e musicista d'eccezione, capace di lasciare il segno con una musica d'autore che ha attraversato oltre 40 anni. Il 21 settembre Fossati compie 70 anni (è nato nel 1951 a Genova, e non si può negare l'influenza che ha avuto sulla sua formazione la scuola genovese), ma la sua lezione di viaggiatore perennemente alla ricerca di nuove rotte e percorsi da inseguire incide ancora in modo profondo nella cultura musicale italiana. L'inizio della carriera di Fossati cade giusto 50 anni fa (era il 1971) con i Delirium. E' l'epoca del Progressive italiano e la band - l'anno successivo - lascia un'impronta importante nella storia del Festival di Sanremo con Jesahel. Ma l'avventura dura poco e da lì a breve Fossati lascia il gruppo per iniziare il suo percorso solitario, sempre difendendo la sua indipendenza intellettuale e creativa e tenendosi lontano dai più scontati circuiti mediatici e di mercato. Artista poliedrico, Fossati ha scritto non solo per sé, ma ha regalato pezzi di vera poesia per altri: da "Un'emozione da poco" con cui una 17enne Anna Oxa debuttava all'Ariston nel 1978 a "Non sono una signora", manifesto rock di Loredana Bertè datato 1982, passando per "Pensiero Stupendo", portata al successo da Patty Pravo (1978). C'è poi la collaborazione con Mia Martini, con la quale ebbe una lunga relazione, dalla quale nacquero brani come "E non finisce mica il cielo" (1982), "La costruzione di un amore" (1978). Ha collaborato a Scacchi e tarocchi di Francesco De Gregori, scritto Anime Salve insieme a Fabrizio De Andre' e, con lui, collaborato a Le nuvole, firmato brani per Mina, Zucchero, Ornella Vanoni, Tiziano Ferro. Un ruolo fondamentale lo ha avuto anche nella carriera di Fiorella Mannoia: un sodalizio iniziato nel 1988 quando l'interprete romana portò a Sanremo "Le notti di maggio" e che passa anche dal grande successo de "I treni a vapore". (ANSA).

 

Ganna 'maglia azzurra seconda pelle,punto a altre vittorie'

(ANSA) - MILANO, 20 SET - "Riconfermarsi non è mai semplice, abbiamo ottenuto un grande risultato di squadra non scontato grazie al lavoro di tutti. Speriamo di ripeterci ancora in futuro". Sono le parole di Pippo Ganna, capace ieri di bissare il suo trionfo iridato a cronometro. "La trasferta - aggiunge Ganna, intervenuto in video collegamento durante la presentazione dei convocati per la prova su strada dei Mondiali di domenica - è cominciata bene, la programmazione paga sempre. ora tifo per i miei compagni. Per me la maglia dell'Italia è ormai una seconda pelle". (ANSA).

 

Auguri Sophia Loren, 87 anni per la diva più amata

(ANSA) - ROMA, 20 SET - Auguri Sophia Loren: la nostra diva più amata compie oggi 20 settembre 87 anni. Nata a Pozzuoli nel '43, da anni risiede in Svizzera a Ginevra: per il figlio Edoardo Ponti è tornata nel 2020 sugli schermi con La vita davanti a sé e per la sua intensa interpretazione ha vinto il David di Donatello come Migliore Attrice ritirato su Rai1 in diretta l'11 maggio 2021 provando una grandissima emozione. L'American Film Institute l'ha inserita al ventunesimo posto tra le maggiori interpreti femminili di tutti i tempi. Innumerevoli i riconoscimenti della sua lunga carriera cominciata agli inizi degli anni '50 prima con il nome di Sofia Lazzaro e poi Loren da L'oro di Napoli di De Sica nel '54 a Peccato che sia una canaglia, di Alessandro Blasetti dove incontra per la prima volta Marcello Mastroianni a Pane, amore e… di Dino Risi. Ha vinto due Oscar (nel '62 migliore attrice per La Ciociara di De Sica, prima attrice di lingua non inglese a vincerlo e nel '91 alla carriera) , cinque Golden Globe, un Leone d'oro (alla carriera nel 1998), un Grammy, una Coppa Volpi a Venezia, un Prix al Festival di Cannes, un Orso d'oro alla carriera al Festival di Berlino, un premio BAFTA, undici premi David di Donatello e quattro premi Nastri d'argento. Tra i film che hanno fatto la storia del cinema italiano: Una giornata particolare, Ieri, oggi, domani e Matrimonio all'italiana. Durante la sua carriera è stata diretta dai registi più famosi come Sidney Lumet, Charlie Chaplin, Martin Ritt, George Cukor, Dino Risi, Mario Monicelli, Ettore Scola e Vittorio De Sica e ha recitato accanto a Marcello Mastroianni, Marlon Brando, Cary Grant, John Wayne, Clark Gable e altri ancora. Sofia Villani Scicolone, Sophia Loren, è più che una star: è una leggenda, il simbolo del cinema in Italia nel mondo. (ANSA).

 

Comunali: Napoli; Letta, sicuro di risultato straordinario

(ANSA) - NAPOLI, 20 SET - "Voglio ringraziare tutto il partito che qui sta facendo un lavoro straordinario ed ha deciso di mettersi in campo e di tornare in piazza tra la gente perché il nostro ruolo è questo. Noi non siamo un partito che sta nelle segrete stanze o sui social". Così il segretario nazionale del PD, Enrico Letta, parlando in piazza San Gaetano ad alcuni candidati alle elezioni amministrative. Il segretario ha rivolto "un in bocca al lupo" al candidato sindaco, Gaetano Manfredi, e a tutti i candidati che - ha affermato - "stanno correndo". E ai candidati Letta ha rivolto l'invito a "non fidarsi dei sondaggi anche se in questo periodo ci danno sollievo". Oggi - ha sottolineato - la gente cambia voto e dunque non fermatevi. Sono sicuro che Il volto di Gaetano riuscirà a passare in ogni ambito della città sociale e culturale e il risultato di Napoli sarà straordinario". (ANSA).

 

Bergamini: rinviata a giudizio per omicidio la ex fidanzata

(ANSA) - CASTROVILLARI, 20 SET - E' stata rinviata a giudizio con l'accusa di omicidio Isabella Internò, l'ex fidanzata di Donato "Denis" Bergamini, il calciatore del Cosenza morto il 18 novembre 1989 sulla statale 106, nei pressi del Castello di Roseto Capo Spulico. Lo ha deciso il gup di Castrovillari Fabio Lelio Festa accogliendo la richiesta del pm Luca Primicerio. La prima udienza del processo è stata fissata per il 25 ottobre prossimo. Isabella Internò è accusata di concorso in omicidio di Bergamini aggravato dalla premeditazione e dai motivi futili. In aula non erano presenti né la Internò né la sorella di Bergamini Donata. Nel corso dell'udienza, l'avvocato Angelo Pugliese, difensore di Isabella Internò, nella sua arringa durata circa tre ore, ha illustrato le tesi della difesa chiedendo il non luogo a procedere per la propria assistita. La famiglia Bergamini era rappresentata dall'avvocato Fabio Anselmo. (ANSA).

 

The Ferragnez: la serie, Amazon annuncia lo show

The Ferragnez - la serie: prima o poi doveva succedere. Amazon Prime Video ha annunciato oggi il nuovo show non-fiction italiano Amazon Original che ha per protagonista la giovane celebre coppia: Chiara Ferragni, imprenditrice digitale e icona della moda con oltre 24 milioni di follower su Instagram e Fedez, artista con all'attivo oltre 60 dischi di platino e 12 milioni di follower su Instagram, già protagonista di Celebrity Hunted - Caccia all'Uomo S1 e host del grande successo LOL - Chi ride è fuori. La serie in 8 episodi prodotta da Banijay Italia per Amazon Studios, debutterà in esclusiva su Prime Video in 240 Paesi e territori nel mondo a dicembre 2021.

 

Ancelotti: "Serie A equilibrata, Inter può vincere scudetto"

(ANSA) - ROMA, 20 SET - "L'Inter ha giocato molto bene contro di noi, credo possa competere per vincere lo scudetto in un campionato molto molto equilibrato dove tante squadre stanno venendo fuori e la Juve ha delle difficoltà". Il tecnico del Real Madrid Carlo Ancelotti, dopo il bell'avvio di stagione con il suo Real nella Liga ("abbiamo un ottimo spirito e siamo partiti bene", fa il punto sulla Serie A italiana: "la Juve è una squadra che ha perso delle certezze e fa fatica a ritrovare una identità precisa. Alla fine credo che verrà fuori a sarà tra candidate a vincere". La Roma di Mourinho?: "Ha trovato una piazza adatta alle sue capacità e qualità caratteriali, ho pensato subito che fosse la piazza giusta per lui e alla fine lo sarà" (ANSA).