Il Papa, liberare i prigionieri di guerra, basta torture

(ANSA) - CITTÀ DEL VATICANO, 17 APR - "E il nostro pensiero in questo momento, di tutti noi, sia anche alle popolazioni in guerra. Pensiamo alla Terra Santa, Palestina, Israele. Pensiamo all'Ucraina, alla martoriata Ucraina. Pensiamo ai prigionieri di guerra: che il Signore muova la volontà per liberarli tutti". Così il Papa al termine dell'udienza generale. "E parlando dei prigionieri, mi vengono in mente coloro che sono torturati: la tortura dei prigionieri è una cosa bruttissima, non è umana. Pensiamo alle tante torture che feriscono la dignità della persona e ai tanti torturati. Il Signore aiuti tutti e benedica tutti", ha aggiunto. (ANSA).

Gallerie

 

Il Papa, liberare i prigionieri di guerra, basta torture

(ANSA) - CITTÀ DEL VATICANO, 17 APR - "E il nostro pensiero in questo momento, di tutti noi, sia anche alle popolazioni in guerra. Pensiamo alla Terra Santa, Palestina, Israele. Pensiamo all'Ucraina, alla martoriata Ucraina. Pensiamo ai prigionieri di guerra: che il Signore muova la volontà per liberarli tutti". Così il Papa al termine dell'udienza generale. "E parlando dei prigionieri, mi vengono in mente coloro che sono torturati: la tortura dei prigionieri è una cosa bruttissima, non è umana. Pensiamo alle tante torture che feriscono la dignità della persona e ai tanti torturati. Il Signore aiuti tutti e benedica tutti", ha aggiunto. (ANSA).

 

Appello di Raisi, i Paesi della regione contino su di noi

(ANSA) - ISTANBUL, 17 APR - "Gli Stati della regione, invece di avere legami con Israele, dovrebbero fare affidamento sulle proprie risorse e sulle forze musulmane". E' l'appello lanciato dal presidente iraniano, Ebrahim Raisi, durante un discorso in occasione della Giornata delle Forze Armate che si celebra nella Repubblica islamica, come riporta Irna. "Non c'è nemmeno bisogno della presenza di forze straniere nella regione, perché le potenti forze armate iraniane possono portare potenza, pace e sicurezza nella regione". (ANSA).

 

Comunali Cagliari: Zedda apre ad ampliamento del campo largo

(ANSA) - CAGLIARI, 17 APR - L'idea visionaria passa per una nuova spiaggia a Sant'Elia, per la riqualificazione di luoghi della cultura e dello sport, compreso lo stadio, e per il ripensamento delle scuole di periferia. Ma comincia nei primi cento giorni, con la soluzione dei problemi creati dai tanti cantieri aperti in città, magari utilizzando i parcheggi degli assessorati regionali. Massimo Zedda, candidato sindaco del campo largo di centrosinistra a Cagliari, propone la sua nuova idea per il futuro della città in una conferenza stampa convocata nella sede della Fondazione Berlinguer a Cagliari cui partecipa la presidente della Regione Alessandra Todde. "Nelle successive dodici ore dalla scelta del tavolo, ho discusso con la presidente della Regione per condividere progetti e idee strategiche sulla città", spiega Zedda sottolineando la convergenza di intenti e la prosecuzione del progetto. "Finalmente visione ed entusiasmo che in questa città sono mancati negli ultimi cinque anni", commenta subito la governatrice. Una candidatura che è anche mandato esplorativo per verificare un eventuale allargamento della coalizione, "ma senza esagerare - sottolinea Zedda ironicamente -, certo non possiamo arrivare a candidare l'ex presidente Soru". Sugli avversari il candidato, ex primo cittadino è netto: "Non vogliamo consegnare la città alla Lega Nord, se non vogliamo avere qui tutti i giorni il ministro che tutta Europa ci invidia, Matteo Salvini". (ANSA).

 

Inchiesta per apologia della Shoah, indagato un italo-tedesco

(ANSA) - MILANO, 17 APR - E' Raul Kirchhoff, 33 anni nato a Milano e residente in Svizzera, "italo-tedesco, in passato rilevato come contiguo agli ambienti della locale realtà di estrema destra collegata alla Skinhouse di Bollate", nel Milanese, uno degli indagati nell'inchiesta della Procura di Milano per propaganda e istigazione a delinquere finalizzate all'odio razziale e religioso, aggravate dall'apologia della Shoah. L'indagine, condotta dai poliziotti della Sezione Antiterrorismo Internazionale della Digos del capoluogo lombardo e dalla Direzione Centrale della Polizia di Prevenzione coordinata dal procuratore Marcello Viola, dall'aggiunto Eugenio Fusco e dal pm Alessandro Gobbis, ha portato ai domiciliari Moustafa Khawanda, 29 anni, su ordinanza del gip Massimo Baraldo. L'italo-tedesco e il 29enne avevano trovato "un punto di contatto", come si legge negli atti, "nel sentimento antisionista" e definivano nelle chat gli ebrei "ratti" e "parassiti" e chiamavano Israele "IsraHell", mostrando "ammirazione", soprattutto il 29enne, per Hitler, con approvazioni per le azioni di Hamas. Khawanda rimarcava anche "il suo forte desiderio di partire e unirsi al conflitto". Il 13 ottobre scorso scriveva a Kirchhoff: "Bro sono l'egiziano più antisionista che potrai mai conoscere nella tua vita". (ANSA).

 

Basket: Nba; Lakers a playoff, Sacramento batte Golden State

(ANSA) - ROMA, 17 APR - Zion Williamson trascina New Orleans alla rimonta dal -18 con 40 punti, ma deve abbandonare il finale di gara per un infortunio e i Los Angeles Lakers di LeBron James (23 punti, 9 rimbalzi e 9 assist) ne approfittano e vanno ai playoff. Sacramento domina Golden State, scappando nel 2° tempo sulle spalle di un grande Keegan Murray (32 punti e 9 rimbalzi) e chiudendo la stagione degli Warriors. Pelicans e Kings si giocheranno l'8° posto a Ovest venerdì notte. La sfida al play-in si trasforma in un microcosmo della rivalità tra Pelicans e Lakers, con i padroni di casa che prima vanno sotto anche di 18 punti sbagliando tutto ciò che si può sbagliare, poi rimontano sulle spalle di uno Zion Williamson strepitoso ma nel finale perdono sia la loro stella che la partita. LeBron James e Anthony Davis (20 punti e 15 rimbalzi) guidano i gialloviola alla qualificazione ai playoff, supportati da un D'Angelo Russell (21 punti e 6 assist) glaciale nei momenti decisivi della partita. 106-110 il punteggio finale a favore dei Lakers. La vendetta tanto attesa a Sacramento si materializza nella seconda sfida del play-in a Ovest vinta 118-94, dove i Kingsconducono fin dall'inizio e prendono il largo nella seconda metà di gara trascinati da un Keegan Murray in grande serata e dal solito De'Aaron Fox (24 punti e 6 assist). Golden State trova 22 punti da Steph Curry, ma tira con il 41.3% dal campo e il 31.3% da tre di squadra e viene sopraffatta dall'energia e dall'intensità dei padroni di casa senza riuscire mai davvero a reagire. (ANSA).

 

"Remuntada" del Psg, 4-1 al Barca e semifinale Champions

(ANSA) - ROMA, 16 APR - Il Paris Saint Germain realizza la "remuntada": vince 4-1 in casa del Barcellona e si qualifica per le semifinali di Champions League. La squadra di Luis Enrique ribalta il 2-3 del Parco dei Principi grazie ai gol di Dembelé, Vitinha e del solito Mbappé a segno su rigore e poi nel finale. Ma è soprattutto il Barca a doversi rammaricare per l'occasione persa: i catalani sono passati in vantaggio con Raphinha al 12' grazie ad un assist incredibile di Lamine Yamal. A 16 anni il talento venuto dalla "masia" catalana gioca in Champions come un veterano: se Mbappé è attualmente il più forte calciatore in attività, il futuro è tutto nei piedi del giovanissimo blaugrana. La partita è gestita dai padroni di casa ma al 30' arriva la svolta: Araujo si fa espellere lasciando i suoi in 10'. Xavi decide di togliere proprio Yamal: sembra il primo di una serie di errori del tecnico. Il Psg acciuffa il pareggio con Dembelé, ex di turno della partita. Nella ripresa i parigini conquistano definitivamente il centrocampo e al 9' vanno sul 2-1 con Vitinha. Xavi perde la testa e si fa espellere al 12' prendendo a calci una struttura a bordo campo. Un segnale di tensione per la squadra: dopo due minuti Cancelo regala un rigore con una inutile scivolata su Dembélé su un pallone che si avviava verso il fondo. Sul dischetto va Mbappè, spento fino a quel momento, che realizza il 3-1. I blaugrana sono in confusione, rischiano i contropiedi del Psg ma vanno vicino al gol che significa i supplementari. Al 44' proprio il capitano della Francia chiude la partita sul 4-1. I parigini proseguono la corsa verso il sogno di conquistare la Champions League: l'obiettivo per il quale la proprietà qatariota in questi anni ha fatto investimenti miliardari, "collezionando" i migliori giocatori del mondo come fossero figurine. Un sogno che ha anche Kylian Mbappé prima di lasciare la Francia per trasferirsi al Real Madrid. Realizza una rimonta anche il Borussia Dortmund che batte 4-2 l'Atletico Madrid, ribaltando il 2-1 dell'andata al Wanda Metropolitano. La squadra di Diego Simeone va subito sotto: al 34' il Dortmund passa con Brandt su assist di Hummels in area di rigore. Dopo 5' arriva il raddoppio grazie a al terzino Maatsen che si inserisce in area dopo un'azione corale ed infila alle spalle di Oblak. Ma i "colchoneros" reagiscono e accorciano al 6' della ripresa con un autogol di Hummels che devia in rete un colpo di testa di Hermoso; poi pareggiano al 19' con Correa che recupera una respinta corta di Kobel su tiro di Riquelme. Il Dortmund però spinge ancora e al 26' segnano il 3-1 con Fullkrug di testa su cross di Sabitzer. Al 29 il gol che vale la qualificazione per i tedeschi: Sabitzer è il primo a calciare in rete una respinta di Oblak su tiro di Fullkrug. La squadra del "Cholo" Simeone si spinge alla ricerca del gol che potrebbe valere almeno i supplementari ma i tedeschi fanno buona guardia e conquistano l'accesso alle semifinali di Champions League. (ANSA).

 

Champions: 4-1 al Barcellona, Psg in semifinale

(ANSA) - ROMA, 16 APR - Il Paris Saint Germain si è qualificato per le semifinali di Champions League. Nel ritorno dei quarti di finale la formazione francese ha battuto 4-1 il Barcellona che all'andata si era imposto 3-2. I gol: al 12' pt Raphinha, pareggio del Psg con 40' Dembelè, nel secondo tempo ancora francesi a segno con Vitinha al 9' e Mbappè su rigore al 16' e poi al 44'. (ANSA).

 

++ Champions: 4-2 all'Atletico Madrid, Dortmund in semifinale ++

(ANSA) - ROMA, 16 APR - Il Borussia Dortmund è qualificato per le semifinali di Champions League. Nel ritorno dei quarti di finale la formazione tedesca ha battuto 4-2 l'Atletico Madrid che all'andata si era imposto 2-1. I gol: nel primo tempo, al 34' Brandt, al 39' Maatsen. Nel secondo tempo, al 4' autogol di Hummels, al 19' Correa, al 26' Füllkrug, al 29' Sabitzer. (ANSA).

Animali / Le foto  

Va in montagna e trova un piccolo di cervo intrappolato fra i massi: un uomo di Dimaro lo salva

Gianni Penasa ha salvato questa mattina, martedì 16 aprile, un piccolo di cervo. L'uomo, prima di andare al lavoro, ha fatto il suo solito giro in montagna. Ad un certo punto si è trovato l'animale davanti ad una frana, con le gambe intrappolate. In pochi minuti Gianni Penasa l'ha liberato. Le foto di quanto successo

 

Cala Luna si 'blinda' per l'estate, numero chiuso da giugno

(ANSA) - DORGALI, 16 APR - Il numero chiuso a Cala Luna, una delle più belle spiagge del Mediterraeo incastonata nel Golfo di Orosei, si farà. Dorgali e Baunei, i due comuni della costa orientale sarda che si dividono quella lingua di sabbia di 800 metri, hanno infatti deciso di introdurre il vincolo a partire da quest'estate. L'idea era stata accarezzata già lo scorso anno, rinviando però ogni decisione al 2024. Ora c'è il via libera per far scattare il numero chiuso dal prossimo giugno. Le due amministrazioni comunali hanno concordano sull'esigenza di gestire gli arrivi sull'arenile, preso d'assalto nei mesi estivi da migliaia di turisti italiani ed esteri. Il primo tavolo tecnico per capire come procedere con la gestione condivisa dei diveiti si è già riunito con gli operatori turistici del Golfo di Orosei, Capitaneria di porto, Forestale, Questura e Prefettura di Nuoro, Confcommercio. Si è così cominciato a parlare di ticket ecologico, vigilanza e turnazione degli sbarchi per l'arrivo via mare. L'obiettivo è duplice: preservare l'ambiente e la sicurezza dei bagnanti e tutelare le imprese del trasporto marittimo che si occpano dei turisti. "Il numero chiuso è l'unico punto fermo che ci trova tutti uniti - spiega all'ANSA la sindaca di Dorgali Angela Testone - Il tavolo tecnico aperto agli operatori turistici ha discusso su un eventuale regolamento intercomunale che dovrà passare attraverso i due consigli comunali di Dorgali e di Baunei. Anche la gestione deve essere unitaria - precisa - e deve coinvolgere tutti i trasportatori marittimi affinché si possa istituire un numero contingentato per i natanti dell'intero Golfo di Orosei". D'accordo anche Stefano Monni, sindaco di Baunei, il paese ogliastrino che sul numero chiuso ha aperto la strada, da anni infatti le più belle calette della costa hanno ingressi contingentati: a Cala Mariolu possono accedere al massimo 700 persone contemporaneamente, 300 a Cala Biriala e Cala dei Gabbiani, 250 a Cala Goloritzé. "Quest'anno la stagione deve partire col numero chiuso anche a Cala Luna - conferma il sindaco Monni - ma dobbiamo intenderci sul tipo di contingentamento: a Cala Luna si arriva a piedi da quattro itinerari differenti e via mare da tutti i porti del Golfo di Orosei, quindi ci vogliono controlli a monte e a valle". Quanto al numero massimo di presenze, per il primo cittadino di Baunei mille persone sono un tetto accettabile da prevedere, però, all'interno di un regolamento che secondo Monni dovrà essere redatto dai due comuni prima di sottoporlo agli operatori turistici. (ANSA).