Cina, 'Xi dimettiti' nelle manifestazioni per il Covid

(ANSA) - ROMA, 27 NOV - "Xi Jinping, dimettiti", "Partito comunista, dimettiti": sono gli slogan urlati dai manifestanti durante le proteste contro le restrizioni anti-Covid a Shanghai, secondo quanto riporta la Bbc. Alcuni tenevano striscioni bianchi vuoti, mentre altri hanno acceso candele e deposto fiori per le vittime a Urumqi dovre le autorità sono state incolpate per la morte di 10 persone in un incendio a causa dei ritardi nei soccorsi causati dalle regole contro il covid. Le manifestazioni sono uno spettacolo insolito in Cina, dove le critiche a governo e presidente possono portare a sanzioni severissime. (ANSA).

Gallerie

 

Cina, 'Xi dimettiti' nelle manifestazioni per il Covid

(ANSA) - ROMA, 27 NOV - "Xi Jinping, dimettiti", "Partito comunista, dimettiti": sono gli slogan urlati dai manifestanti durante le proteste contro le restrizioni anti-Covid a Shanghai, secondo quanto riporta la Bbc. Alcuni tenevano striscioni bianchi vuoti, mentre altri hanno acceso candele e deposto fiori per le vittime a Urumqi dovre le autorità sono state incolpate per la morte di 10 persone in un incendio a causa dei ritardi nei soccorsi causati dalle regole contro il covid. Le manifestazioni sono uno spettacolo insolito in Cina, dove le critiche a governo e presidente possono portare a sanzioni severissime. (ANSA).

 

Mondiali: Belgio-Marocco 0-2

(ANSA) - ROMA, 27 NOV - Belgio-Marocco 0-2 (0-0) BELGIO (3-5-2): Courtois, Alderweireld, Vertonghen, Meunier (39' st Lukaku), Witsel, E. Hazard (15' st Mertens), T. Hazard (30' st Trossard), Onana (15' st Tielemans), Castagne, De Bruyne, Batshuayi (30' st De Ketelaere). (13 Casteels, 12 Mignolet, 3 Theate, 4 Faes, 26 Debast, 19 Dendoncker, 25 Doku, 24 Openda, 20 Vanaken, 11 Carrasco). All. Martinez. MAROCCO (4-3-3): El Kajoui, Hakimi (23' st Attiat-Allah), Mazraoui, Aguerd, Saiss, S. Amrabat, Ounahi (33' st El Yamiq), Amallah (23' st Sabiri), Ziyech, Boufal (27' st Aboukhlal), En Nesry (27' st Hamdallah). (1 Bounou, 22 Tagnaouti, 10 Zaroury, 13 Chair, 16 Ezzalzouli, 20 Dari, 21 Cheddira, 23 El Khannouss, 24 Benoun, 26 Jabrane). All. Regragui Arbitro: Cesar Ramos (Mex) Reti: nel secondo tempo 28' Sabiri, 47' Aboukhlal Recupero: 1' e 5' Angoli: 9-1 per il Belgio Ammoniti: Onana e Sabiri per gioco scorretto (ANSA).

 

Sci nordico: squalificato terzo a Ruka, Pellegrino sul podio

(ANSA) - ROMA, 27 NOV - Federico Pellegrino sul podio nella venti chilometri di inseguimento a tecnica libera di Coppa del Mondo, a Ruka, in Finlandia: l'italiano è infatti terzo, dopo la squalifica per taglio del tracciato dello svedese Calle Halfvarsson, che lo aveva preceduto sul traguardo, ma in modo irregolare. La gara era stata vinta dal fuoriclasse norvegese, Johannes Klaebo, che aveva vinto già ieri la 10 kma tecnica classica, davanti al connazionale Pal Golberg (ANSA).

 

Morto Balestra, dolore figlie e nipote, suo Blu lascia segno

(ANSA) - ROMA, 27 NOV - "Addolorate per questa terribile scomparsa, resta il ricordo di un uomo straordinario. Unico per la sua passione e curiosità che gli hanno permesso di essere protagonista dell'alta moda italiana nel modo". Così Fabiana, Federica e Sofia Balestra, rispettivamente figlie e nipote del maestro della haute couture scomparso il 26 novembre a 98 anni, in un comunicato dove viene precisato che i funerali si terranno a Santa Maria in Montesanto, la Chiesa degli Artisti a piazza del Popolo, martedì 29 novembre, alle ore 12. "Nato a Trieste il 3 maggio 1924 - prosegue la nota - Renato Balestra attraversò la storia del nostro paese tra i grandi nomi dell'alta moda italiana. Cominciò la sua carriera negli Anni Cinquanta e presto si distinse per il suo stile unico, che negli anni gli permise di emergere generando un profondo impatto sulla haute couture italiana nel mondo. L'innegabile talento per il disegno ne fece 'il pittore della moda' capace d'integrare diverse tecniche artistiche per esaltare la bellezza delle sue creazioni. Il suo iconico Blu Balestra è un segno indelebile nella memoria collettiva. Dagli anni Settanta, la sua fama di stilista venne associata ai 'ricami pittura', all'utilizzo originale di diversi tessuti e alla trasparenze, che rappresentano lo spirito innovativo e la libertà d'espressione in un contesto di modernità, forza e sensualità . Il successo di Renato Balestra in Europa, Stati Uniti, Asia e Medio Oriente ha sempre portato Roma nel mondo e invitato il mondo a Roma". (ANSA).

 

Frana Casamicciola: cresce il numero delle unità in campo

(ANSA) - NAPOLI, 27 NOV - Sono circa 220 le unità delle forze dell'ordine impegnate a Casamicciola, 150 i vigili del fuoco con 50 mezzi a disposizione e unità specialistiche. Sono i numeri delle forze dislocate sul territorio dell'isola di Ischia per le attività di soccorso dopo la frana che ha colpito la località di Casamicciola. In giornata arriveranno anche ulteriori 16 unità di carabinieri e 6 forestali dei carabinieri con droni. A riferire sul rafforzamento delle unità sul campo, sono stati Emanuele Franculli, direttore regionale dei vigili del fuoco della Campania, e il generale Enrico Scandone, comandante provinciale dei carabinieri di Napoli. (ANSA).

 

Violenza donne: musulmani con scarpe rosse in piazza a Fano

(ANSA) - FANO, 27 NOV - Un gruppo di uomini appartenenti alle comunità islamiche della provincia di Pesaro Urbino è sceso in piazza a Fano per inscenare un flash mob silenzioso, "Uomini in scarpe rosse", secondo un format lanciato dall'associazione Teatrando di Biella e ripreso in varie parti d'Italia per la Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza sulle donne: a Fano l'iniziativa è stata organizzata dall'associazione teatrale Lavanda. I partecipanti hanno indossato copriscarpe di colore rosso e mostrato cartelli in italiano e in arabo: "No alla violenza sulle donne", "La violenza sulle donne è un reato", "L'islam è contro la violenza sulle donne", "Il profets disse 'comportatevi bene con le donne'". Una presenza, quella del musulmani della zona, non troppo numerosa, ma fortemente significativa, in una città dove è stato commesso un femminicidio poche settimane fa: quello della profuga ucrina Anastasiia Alashrj, uccisa dall'ex marito. In prima fila, in piazza XX Settembre, gli imam della moschea di Fermignano Youssef Id Abdelkader e di quella di Fossombrone Omar Rakhis, ai quali si è aggiunto poi quello di Montecchio. "Come comunità islamica - ha spiegato l'imam di Fermignano - abbiamo voluto partecipare a questa iniziativa perché la nostra religione abbraccia pienamente questa causa. Non abbimo esitato, come comunità islaica della provincia di Pesaro Urbino a rispondere all'appello. Ma penso di parlare - ha sottolineato - a nome di tutti i musulmani in generale e di quelli d'Italia in particolare quando dico che la violenza sulle donne è severamente condannata dalla nostra religione" Id Abdelkader ha citato raccomandazioni contenute in "versetti coranici e detti del nostro profeta". "Il nostro di profeta (pace e benedizione di Allah su di lui) disse 'comportatevi bene con le donne' in uno dei suoi discorsi più celebri - ha concluso -. Quindi la nostra presenza oggi, oltre a voler inviare un forte messaggio, è anche un appello a tutti gli uomini di ogni religione ed etnia di fermare la violenza, non solo fisica, sulle donne". (ANSA).

 

A Milano apre la nuova M4 con le prime sei fermate

(ANSA) - MILANO, 26 NOV - Sei fermate per 5,4 chilometri che partono direttamente dallo scalo aeroportuale di Linate. È stata inaugurata a Milano la prima tratta della nuova metropolitana, la M4, con le prime sei fermate che vanno da Linate a Dateo. Al viaggio inaugurale erano presenti il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, il governatore lombardo Attilio Fontana, il ministro delle Infrastrutture e Trasporti, Matteo Salvini, e l'amministratore delegato di Webuild, che ha realizzato l'opera, Pietro Salini. Da oggi i cittadini potranno quindi utilizzare la prima tratta della metropolitana, una linea che quando sarà totalmente operativa, permetterà di raggiungere San Babila da Linate in 12 minuti, mentre ne serviranno 30 per compiere l'intero tragitto fino a San Cristoforo. La M4 una volta completata sarà lunga 15 chilometri, con 21 stazioni, un treno ogni 90 secondi e 86 milioni di persone trasportate ogni anno. È un'opera alla quale stanno lavorando circa 1.500 persone oltre a 1.300 aziende, tra fornitori e subfornitori, la quasi totalità (il 99%) rappresentata da aziende italiane. La conclusione dei lavori per il completamento dell'intera linea è prevista per il 2024, mentre entro giugno del 2023 si viaggerà fino a San Babila. I cittadini potranno viaggiare gratuitamente da Linate Aeroporto a Dateo fino all'intera giornata di domani. (ANSA).