Addio a Peter Brook, leggenda del teatro

(ANSA) - ROMA, 03 LUG - "Lo spirito, questa materia immateriale impossibile da giustificare e da mostrare, è l'unica giustificazione per l'evento teatrale", ha sempre affermato Peter Brook, una delle più grandi figure della scena teatrale internazionale, e oggi scompare a 97 anni (era nato il 21 marzo 1925), con tutta la ricchezza del suo lavoro, la più mitica. Basterebbe ricordare il suo 'Marat-Sade' di Weiss a metà anni '60 e poi il colossale 'Mahabarata', spettacolo per Avignone del 1985 poi divenuto anche film e recentemente graphic novel. "La corda tesa è l'immagine che meglio rappresenta la mia idea di teatro", dichiarava, aggiungendo "non voglio insegnare nulla, non sono un maestro, non ho teorie". Per lui l'importante è sempre stata l'impressione, far scattare la fantasia, che più è libera, più è...

Gallerie

 

Addio a Peter Brook, leggenda del teatro

(ANSA) - ROMA, 03 LUG - "Lo spirito, questa materia immateriale impossibile da giustificare e da mostrare, è l'unica giustificazione per l'evento teatrale", ha sempre affermato Peter Brook, una delle più grandi figure della scena teatrale internazionale, e oggi scompare a 97 anni (era nato il 21 marzo 1925), con tutta la ricchezza del suo lavoro, la più mitica. Basterebbe ricordare il suo 'Marat-Sade' di Weiss a metà anni '60 e poi il colossale 'Mahabarata', spettacolo per Avignone del 1985 poi divenuto anche film e recentemente graphic novel. "La corda tesa è l'immagine che meglio rappresenta la mia idea di teatro", dichiarava, aggiungendo "non voglio insegnare nulla, non sono un maestro, non ho teorie". Per lui l'importante è sempre stata l'impressione, far scattare la fantasia, che più è libera, più è essenziale e forte il punto di partenza. Brook si è sempre impegnato per riuscire a far scomparire in scena ogni artificio, per far si' che il diaframma tra la vita e l'arte venisse superato, praticamente annullando il concetto di finzione davanti alla rivelazione di una verità esistenziale profonda. Così con lui il teatro diventava esperienza intima collettiva di vita, perchè "quando un gruppo di persone è riunito per un evento molto intenso, che deve esprimere tutto ciò che in poesia un grande autore può dare, lo spirito diventa tangibile come è tangibile che quest'impressione non si può avere in solitudine e il suo senso per tutti è che la vita può essere vissuta". Il teatro è stato nella vita di Brook sin da quand'era ragazzo, se firma la sua prima regia a 18 anni e quindi si fa notare come interprete delle opere di Shakespeare, tanto da diventare, prima, direttore del London's Royal Opera House e, nel 1962, della Royal Shakespeare Company, dove affianca ai classici una serie di opere moderne e lavori sperimentali ispirate in particolare al 'teatro della crudelta'' di Artaud, come un celeberrimo 'Marat-Sade' di Peter Weiss e 'Us' lavoro che faceva riferimento alla violenza della guerra in Vietnam. (ANSA).

 

Addio a Peter Brook, leggenda del teatro

(ANSA) - ROMA, 03 LUG - "Lo spirito, questa materia immateriale impossibile da giustificare e da mostrare, è l'unica giustificazione per l'evento teatrale", ha sempre affermato Peter Brook, una delle più grandi figure della scena teatrale internazionale, e oggi scompare a 97 anni (era nato il 21 marzo 1925), con tutta la ricchezza del suo lavoro, la più mitica. Basterebbe ricordare il suo 'Marat-Sade' di Weiss a metà anni '60 e poi il colossale 'Mahabarata', spettacolo per Avignone del 1985 poi divenuto anche film e recentemente graphic novel. "La corda tesa è l'immagine che meglio rappresenta la mia idea di teatro", dichiarava, aggiungendo "non voglio insegnare nulla, non sono un maestro, non ho teorie". Per lui l'importante è sempre stata l'impressione, far scattare la fantasia, che più è libera, più è essenziale e forte il punto di partenza. Brook si è sempre impegnato per riuscire a far scomparire in scena ogni artificio, per far si' che il diaframma tra la vita e l'arte venisse superato, praticamente annullando il concetto di finzione davanti alla rivelazione di una verità esistenziale profonda. Così con lui il teatro diventava esperienza intima collettiva di vita, perchè "quando un gruppo di persone è riunito per un evento molto intenso, che deve esprimere tutto ciò che in poesia un grande autore può dare, lo spirito diventa tangibile come è tangibile che quest'impressione non si può avere in solitudine e il suo senso per tutti è che la vita può essere vissuta". Il teatro è stato nella vita di Brook sin da quand'era ragazzo, se firma la sua prima regia a 18 anni e quindi si fa notare come interprete delle opere di Shakespeare, tanto da diventare, prima, direttore del London's Royal Opera House e, nel 1962, della Royal Shakespeare Company, dove affianca ai classici una serie di opere moderne e lavori sperimentali ispirate in particolare al 'teatro della crudelta'' di Artaud, come un celeberrimo 'Marat-Sade' di Peter Weiss e 'Us' lavoro che faceva riferimento alla violenza della guerra in Vietnam. (ANSA).

 

Saldi: Codacons, partenza all'insegna dell'incertezza

(ANSA) - ROMA, 02 LUG - I saldi estivi 2022 partono all'insegna dell'incertezza, e sulla propensione agli acquisti da parte degli italiani pesano caro-bollette ed emergenza prezzi. Lo afferma il Codacons in occasione dell'avvio della stagione dei saldi. Le vendite durante il periodo di sconti rimarranno al di sotto dei valori pre-Covid, con una spesa media a famiglia che si attesterà attorno ai 165 euro - spiega il Codacons - Cresce il numero di cittadini intenzionati ad approfittare dei saldi (circa il 60% degli italiani) ma la situazione economica caratterizzata dai forti rincari dell'energia, inflazione alle stelle e carburanti in continua salita influirà sulle scelte dei consumatori, portandoli ad una maggiore prudenza negli acquisti e a contenere il budget da dedicare ai saldi. Tuttavia - analizza il Codacons - il ritorno dei turisti stranieri nelle città italiane darà un aiuto non indifferente al commercio; le percentuali di sconto applicate dai commercianti, inoltre, sono da subito altissime, così da attirare clienti nei negozi. Le vendite, tuttavia, rimarranno al di sotto dei valori pre-Covid e non saranno sufficienti a recuperare il gap con il passato: nel 2019, secondo le stime degli stessi commercianti, il giro d'affari dei saldi estivi aveva superato i 3,5 miliardi di euro (ANSA).

 

Incendio su nave: portacontainer in porto Brindisi per controlli

(ANSA) - BARI, 02 LUG - Verso le ore 18 di oggi lascerà la rada e sarà ormeggiata presso la diga di Punta Riso, nel porto esterno di Brindisi, la nave portacontainer Cerus a bordo della quale all'alba si è sviluppato un principio d'incendio che è stato domato. Nessuna conseguenza per i 23 membri dell'equipaggio. L'incendio a bordo della nave, partita da Capodistria e diretta in Libia, si è sviluppato mentre navigava al largo della costa di Vieste (Foggia). A quanto si apprende dall'Autorità di sistema portuale mare Adriatico meridionale (AdspMam), la nave resterà sotto la vigilanza della Capitaneria di Porto, dei Vigili del Fuoco, della Security dell'AdspMam e dei servizi tecnici nautici. Tra domani e lunedì saranno ripianate le scorte di CO2 che sono state utilizzate per soffocare le fiamme. Martedì la nave dovrebbe essere trasferita presso la banchina di Costa Morena Nord, dove saranno scaricati altri 52 contenitori di coperta. Successivamente la nave sarà nuovamente spostata a Punta Riso per l'apertura del boccaporto della stiva 3 (interessata dal principio di incendio), per verificare le cause dell'incendio. Tutta l'operazione sarà seguita e coordinata anche dal servizio chimico del porto e dell'Arpa Puglia. (ANSA).

 

Pride: al via corteo Milano con famiglie e giovani cristiani

(ANSA) - MILANO, 02 LUG - Sono decine di migliaia le persone che sfidano il sole cocente del primo weekend di luglio per partecipare alla parata del Pride Milano, appena partita da Vittor Pisani in direzione Arco della Pace. In testa al coloratissimo corteo, tra carri di associazioni e brand, centri sociali e sindacati, le famiglie arcobaleno con i loro bambini. "Siamo qui per i diritti di tutti" dicono Barbara e Chiara, mamme di Leonardo, spiegando che "i diritti sono privilegi se valgono solo per pochi. Le famiglie arcobaleno hanno presentato una proposta di legge per il matrimonio egualitario, per essere riconosciute come famiglie a tutti gli effetti". Eppure qualcosa si muove, se in testa al corteo ci sono anche i Giovani Cristiani Lgbt+: "Dio non ficca il naso tra le lenzuola - dice Paolo, teologo - la vita nella comunità è diversa da quanto si possa pensare, la Chiesa è accogliente nei nostri confronti, non c'è discriminazione nella quotidianità perché la Chiesa è come l'Arca di Noè: c'è posto per tutti". E c'è posto per tutti anche al Pride, con giovani e non arrivati da tutta la Lombardia, con collanine e bandiere arcobaleno, outfit sfacciati, parrucche esagerate, tanta voglia di stare insieme e immaginare, per un giorno, che un altro mondo sia possibile. (ANSA).

 

Vasco fa bilancio tour, 'Ho il pubblico migliore del mondo'

(ANSA) - ROMA, 02 LUG - "Sono senza parole... Travolto e Stravolto da 701.000 dichiarazioni d'amore (le vostre), da un tour che per più di un mese ci ha portato in giro per l'Italia. Col cuore che batte più forte... 80 giorni se contiamo anche le prove". Lo scrive sui social Vasco Rossi a commento del suo trionfale tour 2022. "Le emozioni hanno risvegliato il nostro letargo forzato dagli avvenimenti, finalmente vi ho rivisti tutti. Siete belli... vicini, abbracciati, tutti insieme". E conclude: "Ho il pubblico migliore del mondo". (ANSA).

 

F1: Gb; Verstappen domina le libere 3, terzo Leclerc

(ANSA) - ROMA, 02 LUG - Max Verstappen su Red Bull è stato il più veloce nella terza sessione di prove libere sul circuito di Silverstone, in vista del Gp di Gran Bretagna do domani. Senza la temuta pioggia, l'olandese leader del mondiale è stato l'unico a scendere sotto il muro dell'1'28'', con il tempo di 1'27''901, e alle sue spalle si è piazzato il compagno di scuderia Sergio Perez (+0,410). Terzo tempo per Charles Leclerc, con la Ferrari (+0,447), che precede le Mercedes di George Russell (+0.525) e Lewis Hamilton (+0.587). Nella top 10 della classifica dei tempi ci sono poi, nell'ordine, Carlos Sainz (Ferrari, +0.788), Lando Norris (McLaren, +1.201), Valtteri Bottas (Alfa Romeo +1.284), Mick Schumacher (Haas, +1.609) e Fernando Alonso (Alpine, +1.619). (ANSA).

 

Ny replica a Corte Suprema Usa con nuova stretta su armi

(ANSA) - WASHINGTON, 01 LUG - Una settimana dopo la sentenza shock con cui la Corte Suprema ha cancellato la legge dello stato di New York che limitava fortemente la possibilità di girare armati, il parlamento dell'Empire State, controllato dai dem, risponde con una nuova legge che vieta di portare pistole e fucili in molti luoghi pubblici: tra questi metro, bus, parchi, ospedali, ospizi, stadi e anche Times Square. "Non indietreggeremo, pensano di poter cambiare le nostre vite con in tratto di penna, ma anche noi abbiamo le penne", ha detto la governatrice Kathy Hochul. (ANSA).

 

Ex vigilessa uccisa, parla ex compagno di cella di un imputato

(ANSA) - BRESCIA, 02 LUG - "L'ho fatto per una questione etica, perché quello che hanno commesso è mostruoso". Lo ha detto l'ex compagno di cella di Mirto Milani che aveva raccolto l'ammissione in cella sull'omicidio di Laura Ziliani e che poi ha collaborato favorendo le intercettazioni ambientali in carcere a Brescia che hanno, una volta chiusa l'indagine da parte della Procura, costretto Milani a confessare. Così come poi hanno fatto anche Paola e Silvia Zani, le due figlie dell'ex vigilessa di Temù uccisa l'otto maggio di un anno fa e poi ritrovata tre mesi più tardi cadavere vicino al fiume Oglio nel paese della Vallecamonica. "Mirto mi ha raccontato che quella sera lui, Paola e Silvia preparano dei muffin e riempiono quello destinato a Laura di benzodiazepine. Lei lo mangia però non crolla come previsto nei primi 10 minuti: aveva un fisico forte. Alla Ziliani sembra non succedere niente e va a letto. Laura a un certo punto è ormai rintronata e va in cucina per prendere da bere dal frigorifero. A quel punto scatta la furia di Silvia che prende da dietro la madre. Laura cade sulla figlia, le salta sopra Paola per tenerla ferma, ma la mamma non muore. Con Mirto le mettono il sacchetto di plastica sulla testa e lo chiudono con una fettuccia e una porzione di prolunga" racconta al Giornale di Brescia. "Mirto Milani mi ha detto che c'è il dubbio che sia stata seppellita viva, senza che loro ne fossero certi. Laura aveva convulsioni lunghe", ha concluso il detenuto. (ANSA).