Copenaghen: bilancio sparatoria 3 morti e diversi feriti

(ANSA) - ROMA, 04 LUG - E' di tre morti e diversi feriti tra cui tre gravi il bilancio della sparatoria commessa ieri in un centro commerciale di Copenaghen, ha annunciato la polizia danese. Il 22enne arrestato dopo l'accaduto è noto alle forze dell'ordine "ma solo marginalmente", ha detto l'ispettore capo Soren Thomassen in conferenza stampa. Il giovane, armato secondo i testimoni di un grosso fucile, è stato fermato senza violenza poco dopo l'arrivo della polizia nei pressi del grande centro commerciale Fields, situato tra il centro cittadino e l'aeroporto della capitale danese. Le motivazioni del sospettato, descritto dalla polizia come un "danese etnico" di 22 anni, restano poco chiare. È noto alla polizia "ma solo marginalmente", ha detto Thomassen: "Non è qualcuno che conosciamo particolarmente". Le...

Gallerie

 

Copenaghen: bilancio sparatoria 3 morti e diversi feriti

(ANSA) - ROMA, 04 LUG - E' di tre morti e diversi feriti tra cui tre gravi il bilancio della sparatoria commessa ieri in un centro commerciale di Copenaghen, ha annunciato la polizia danese. Il 22enne arrestato dopo l'accaduto è noto alle forze dell'ordine "ma solo marginalmente", ha detto l'ispettore capo Soren Thomassen in conferenza stampa. Il giovane, armato secondo i testimoni di un grosso fucile, è stato fermato senza violenza poco dopo l'arrivo della polizia nei pressi del grande centro commerciale Fields, situato tra il centro cittadino e l'aeroporto della capitale danese. Le motivazioni del sospettato, descritto dalla polizia come un "danese etnico" di 22 anni, restano poco chiare. È noto alla polizia "ma solo marginalmente", ha detto Thomassen: "Non è qualcuno che conosciamo particolarmente". Le tre vittime sono un uomo sulla quarantina e due giovani la cui età non è stata specificata. "Sui social vediamo scrivere che si tratterebbe di un movente razzista, ma non posso dire che in questo momento abbiamo qualcosa che supporti" tale ipotesi, ha precisato il capo dell'inchiesta. La polizia ha invece confermato che sta indagando su video pubblicati online che mostrano il sospettato mentre si punta armi alla tempia e che metterebbero in discussione le sue condizioni psichiatriche. Poco prima, gli inquirenti si erano rifiutati di escludere un atto di terrorismo. Il 22enne arrestato per la sparatoria di Copenhagen con tre morti e diversi feriti aveva problemi di salute mentale: lo riferisce la polizia, precisando che l'uomo era noto ai servizi sul territorio. "Il sospettato è noto anche tra i servizi psichiatrici, oltre a questo non desidero commentare", ha detto il capo della polizia di Copenhagen Soren Thomassen in una conferenza stampa, aggiungendo che le vittime sarebbero state colpite a caso e che non c'è nulla che indichi che si possa essere trattato di un atto di terrorismo. (ANSA).

 

Calcio:Gabriel Jesus via dal Manchester City, va all'Arsenal

(ANSA) - ROMA, 04 LUG - L'attaccante della nazionale brasiliana e del Manchester City Gabriel Jesus è passato all'Arsenal dopo cinque anni e mezzo con la maglia dei Citizens, hanno annunciato i due club. Gabriel Jesus, 25 anni, ha firmato "un contratto a lungo termine", ha detto il club londinese in un comunicato, senza fornire ulteriori dettagli. L'importo del trasferimento è stimato dalla stampa britannica in 45 milioni di sterline (52,3 milioni di euro). (ANSA).

 

Gasolio dai Paesi baltici sequestrato da Gdf di Varese

(ANSA) - MILANO, 04 LUG - I finanzieri del Comando provinciale di Varese hanno intercettato un traffico illecito di prodotti petroliferi provenienti dai Paesi Baltici in totale evasione di imposta: oltre 256.000 litri di gasolio da autotrazione trasportato in otto tank-container. Nel corso di un controllo sulla circolazione delle merci, le Fiamme gialle di Busto Arsizio (Varese) hanno individuato un autoarticolato privo dei pannelli che segnalano la pericolosità del prodotto trasportato. Si trattava di gasolio e il conducente era privo di certificazione per il trasporto. Si è scoperto che il container sequestrato faceva parte di una maxi spedizione composto da otto tank, provenienti da paesi dell'Unione Europea (Lettonia e Lituania), giunti su rotaia e che si trovavano nel terminal intermodale di Busto Arsizio, privi di documentazione o di lettera di vettura internazionale, aggirando quindi i previsti obblighi di circolazione, in assoluta evasione di accisa. Sequestrato il prodotto petrolifero, per oltre 250.000 litri e i mezzi utilizzati mentre sono stati denunciati due uomini: il conducente dell'autoarticolato e la "staffetta", due italiani di origine campana. La stima dell'accisa sottratta a tassazione ammonta a oltre 94.000 euro. Il carburante aveva caratteristiche fisiche e chimiche non conformi agli standard e avrebbe potuto essere pericoloso per la salute pubblica. (ANSA).

 

Tour de France: in Danimarca Groenewegen vince 3a tappa

(ANSA) - ROMA, 03 LUG - Dylan Groenewegen ha vinto al fotofinish la 3/a tappa del 109/o Tour de France di ciclismo, da Vejle a Soenderborg, nel sud della Danimarca, lunga 182 chilometri. Il belga Wout Van Aert, secondo sul traguardo, ha conservato la maglia gialla di leader della classifica generale. Una caduta a circa 10 chilometri dall'arrivo ha coinvolto - senza conseguenze, se non il alcuni secondi di ritardo - due big come il colombiano Nairo Quintana e Damiano Caruso. (ANSA).

 

Gina Lollobrigida, i 95 anni della Bersagliera

(ANSA) - ROMA, 03 LUG - Gina Lollobrigida compie 95 anni. Di una signora non si dovrebbe mai rivelare l'età, ma per un mito, per una diva che ha avuto sempre il coraggio di dire le cose senza veli e di vivere almeno quattro vite, questo compleanno ha un valore diverso. È come una nuova medaglia appuntata sul petto. Luigia Lollobrigida nasce a Subiaco il 4 luglio 1927, è figlia di agiati borghesi ridotti quasi alla povertà dai bombardamenti alleati sulla sua regione. Ha piglio, carattere, volontà di riscatto e così coglie quasi per caso l'opportunità di un concorso di bellezza per farsi notare e spiccare il volo verso l'edizione 1947 di Miss Italia a Stresa dove arriva seconda ma conquista pubblico e giudici. Gina Lollobrigida diventa famosa prima all'estero che in Italia ed è per molti decenni l'unica diva italiana (insieme ad Alida Valli) amata dai registi americani. Tornata in Italia lavora con Pietro Germi ("La città si difende") e con Carlo Lizzani ("Achtung banditi"). Il primo successo personale e' però fuori dai confini: il francese "Fanfan la Tulipe" con Gerard Philipe nel 1952. Recita per Rene Clair, Alessandro Blasetti, Mario Monicelli e Steno, Mario Soldati e finalmente diventa diva in patria con il trionfale "Pane amore e fantasia" di Luigi Comencini (1953). Intanto Gina coglie decine di successi all'estero. La sua carriera sul set è meno lunga della sua vita artistica solo perché all'inizio degli anni '70 decide che la sua passione la porta altrove: lascia il cinema (a cui tornerà solo vent'anni dopo) per diventare fotografa. Ma la sua sete di vita la porterà ancora altrove: si cimenta come scultrice e con le sue mostre fa il giro del mondo. Ben più tormentata la vita personale: si è sposata una sola volta (nel 1949 col medico sloveno Milko Skofic da cui ebbe un figlio e da cui divorzio' nel 1971), passati i 90 anni ha rivelato di essere stata stuprata giovanissima spiegando che questo dolore aveva segnato tutta la sua vita. Nel 2006 ha annunciato di voler sposare lo spagnolo Javier Rigau ben più giovane di lei, ma poi il matrimonio fu negato da entrambi e comunque annullato dalla Sacra Rota. Ancora oggi battaglia in tribunale col figlio Andrea Milko. (ANSA).

 

Golf: Superlega; Grace vince a Portland, successo vale 4 mln

(ANSA) - ROMA, 03 LUG - Anche la seconda tappa della Superlega araba va a un sudafricano. Dopo il successo di Charl Schwartzel a Londra, è arrivato quello di Branden Grace a Portland. Il 34enne di Pretoria, con un round finale chiuso in 65 (-7) su un totale di 203 (69 69 65, -13) colpi, ha superato la concorrenza del messicano Carlos Ortiz, secondo con 205 (-11) davanti agli americani Patrick Reed e Dustin Johnson, entrambi 3/i con 207 (-9). Il successo in Oregon ha fruttato a Grace 4 milioni di dollari, praticamente un terzo di quanto ha guadagnato in tutta la sua carriera sul PGA Tour (12.226.197). Il titolo, nella gara a squadre, lo ha invece conquistato - con un totale di "-23" - il team "4 ages GC" capitanato da Dustin Johnson, ex numero 1 mondiale, con Patrick Reed, Pat Perez e Talor Gooch. Un exploit che ha consentito loro d'incassare 750.000 dollari ciascuno, con la compagine di Grace (per lui altri 375.000 dollari in aggiunta ai 4.000.000 ricevuti per l'exploit nella gara individuale) che s'è invece classificata al secondo posto. Intanto la LIV Golf ha annunciato anche l'ingaggio di Paul Casey. Il britannico, numero 26 al mondo, sarà tra i protagonisti del terzo evento del 2022 della Superlega araba, che si giocherà dal 29 al 31 luglio al Trump National Golf Club, in New Jersey. (ANSA).

 

Gina Lollobrigida, i 95 anni della Bersagliera

(ANSA) - ROMA, 03 LUG - Gina Lollobrigida compie 95 anni. Di una signora non si dovrebbe mai rivelare l'età, ma per un mito, per una diva che ha avuto sempre il coraggio di dire le cose senza veli e di vivere almeno quattro vite, questo compleanno ha un valore diverso. È come una nuova medaglia appuntata sul petto. Luigia Lollobrigida nasce a Subiaco il 4 luglio 1927, è figlia di agiati borghesi ridotti quasi alla povertà dai bombardamenti alleati sulla sua regione. Ha piglio, carattere, volontà di riscatto e così coglie quasi per caso l'opportunità di un concorso di bellezza per farsi notare e spiccare il volo verso l'edizione 1947 di Miss Italia a Stresa dove arriva seconda ma conquista pubblico e giudici. Gina Lollobrigida diventa famosa prima all'estero che in Italia ed è per molti decenni l'unica diva italiana (insieme ad Alida Valli) amata dai registi americani. Tornata in Italia lavora con Pietro Germi ("La città si difende") e con Carlo Lizzani ("Achtung banditi"). Il primo successo personale e' però fuori dai confini: il francese "Fanfan la Tulipe" con Gerard Philipe nel 1952. Recita per Rene Clair, Alessandro Blasetti, Mario Monicelli e Steno, Mario Soldati e finalmente diventa diva in patria con il trionfale "Pane amore e fantasia" di Luigi Comencini (1953). Intanto Gina coglie decine di successi all'estero. La sua carriera sul set è meno lunga della sua vita artistica solo perché all'inizio degli anni '70 decide che la sua passione la porta altrove: lascia il cinema (a cui tornerà solo vent'anni dopo) per diventare fotografa. Ma la sua sete di vita la porterà ancora altrove: si cimenta come scultrice e con le sue mostre fa il giro del mondo. Ben più tormentata la vita personale: si è sposata una sola volta (nel 1949 col medico sloveno Milko Skofic da cui ebbe un figlio e da cui divorzio' nel 1971), passati i 90 anni ha rivelato di essere stata stuprata giovanissima spiegando che questo dolore aveva segnato tutta la sua vita. Nel 2006 ha annunciato di voler sposare lo spagnolo Javier Rigau ben più giovane di lei, ma poi il matrimonio fu negato da entrambi e comunque annullato dalla Sacra Rota. Ancora oggi battaglia in tribunale col figlio Andrea Milko. (ANSA).

 

Incendio su nave: non ci sono sostanze chimiche a bordo

(ANSA) - BARI, 03 LUG - Non è emersa la presenza di sostanze chimiche radiologiche e batteriologiche pericolose a bordo della nave portacontainer Cerus da ieri nel porto esterno di Brindisi per controlli dopo un principio d'incendio che si era sviluppato all'alba mentre navigava al largo di Vieste (Foggia). Al termine delle verifiche compiute dal nucleo biologico-chimico-radiologico (Nbcr) dei vigili del fuoco, il comandante del porto ha autorizzato l'ingresso e la sosta presso la diga di punta Riso. Al fine di assicurare l'incolumità pubblica e privata dei cittadini, nonché la salvaguardia del bene, è stato istituito un presidio temporaneo di vigilanza da parte dei vigili del fuoco. E' stata inoltre prevista la presenza, lato mare, di un rimorchiatore in assistenza per l'intera durata della sosta. (ANSA).

 

Ucraina: Papa, 'no a mondo diviso tra potenze in conflitto'

(ANSA) - CITTÀ DEL VATICANO, 03 LUG - "La crisi ucraina avrebbe dovuto essere, ma se lo si vuole può ancora diventare, una sfida per statisti saggi capaci di costruire nel dialogo un mondo migliore per le nuove generazioni". Lo ha detto il Papa all'Angelus. "Con l'aiuto di Dio questo è sempre possibile ma bisogna passare dalle strategie di potere politico, economico e militare a un progetto di pace globale. No ad un mondo diviso tra potenze in conflitto, sì a un mondo unito tra popoli e civiltà che si rispettano", ha sottolineato il Papa. "Continuiamo a pregare per la pace in Ucraina e nel mondo intero. Faccio appello ai capi delle nazioni e delle organizzazioni internazionali perché reagiscano alla tendenza ad accentuare la conflittualità e la contrapposizione. Il mondo ha bisogno di pace: non una pace basata sull'equilibrio degli armamenti, sulla paura reciproca, no, questo non va. Questo vuol dire far tornare indietro la storia di settanta anni", ha aggiunto Papa Francesco. (ANSA).