Gallerie

 

Maltempo: tromba d'aria in mare davanti spiaggia in Gallura

(ANSA) - BADESI, 29 NOV - Dopo i nubifragi dei giorni scorsi, che hanno colpito pesantemente la costa centro occidentale della Sardegna, una tromba marina è stata avvistata questa mattina, verso mezzogiorno, davanti alla spiaggia di Badesi, in Gallura. Una colonna d'aria alta un centinaio di metri è comparsa non lontano dal litorale dove si affacciano numerose villette. Alzando una nuvola di acqua, la tromba marina si è avvicinata pericolosamente alla spiaggia ma poi ha scaricato la sua potenza in mare prima di toccare la costa. Diverse le persone che hanno immortalato la scena. Alcuni video, girati da residenti del posto, sono diventati virali acquisendo migliaia di visualizzazioni sulla rete internet e sui social. (ANSA).

 

Casamicciola: ricerca dispersi, corsa contro il tempo

(ANSA) - NAPOLI, 29 NOV - Accelerare la ricerca dei quattro dispersi dell'alluvione di Casamicciola. Si riparte questa mattina con la preoccupazione che la pioggia, annunciata tra oggi e domani sull'isola d'Ischia, renda ancora più complicate le operazioni di individuazione dei corpi. Il fango in strada da spalare è ancora tanto e si teme per ulteriori ostacoli che provocherebbero piogge intense. Le ricerche si concentrano nella zona di via Celario, la cosiddetta strada della morte dove la frana ha provocato i maggiori lutti. Il bilancio della tragedia al momento è di 8 morti, 5 feriti, 230 sfollati. Dopo il ritrovamento, nella giornata di ieri del quindicenne Michele Monti, i quattro dispersi sono Valentina Castagna e Gianluca Monti, giovani genitori dei tre fratellini di 15,11 e 6 anni trovati morti, Salvatore Impagliazzo, compagno di Eleonora Sirabella, la ragazza prima vittima del disastro recuperata e una donna di 31 anni. (ANSA).

 

Omicidio Ciatti, udienza processo di appello in Spagna

(ANSA) - FIRENZE, 29 NOV - Si è tenuta in mattinata a Barcellona, presso il Tribunale regionale della Catalogna, l'udienza d'appello nel processo spagnolo sul caso di Niccolò Ciatti, giovane italiano ucciso in un pestaggio in discoteca col calcio letale, decisivo a causarne la morte, tirato dal ceceno Rassoul Bissoultanov. Successe nel 2017, in una discoteca di Lloret de Mar davanti a centinaia di clienti. In primo grado, Bissoultanov, oggi latitante, è stato condannato a 15 anni per omicidio volontario. Fu invece assolto il suo amico Movsar Magomedov, accusato dalla famiglia di Niccolò come complice del pestaggio. Nel corso dell'udienza d'appello, la famiglia Ciatti, rappresentata dai legali Francesco Có e Agnese Usai, ha chiesto l'aumento della pena per Bissoultanov mentre la difesa di quest'ultimo vuole la derubricazione da omicidio doloso a omicidio colposo. Da parte sua, il pm ha chiesto la conferma della pena a 15 anni (il minimo previsto per omicidio volontario in Spagna). Bissoultanov, che in Spagna aveva già trascorso il massimo possibile di pena preventiva in carcere, scappò nel luglio scorso dopo la sentenza di primo grado. La corte del Tribunale catalano ora è chiamata a deliberare sul caso. La decisione tuttavia non è attesa oggi ma nei prossimi giorni. Nel frattempo, riferisce l'avvocato Usai, la Spagna ha rigettato l'ordine di indagine europeo inviato dall'Italia per quanto riguarda il processo italiano sul caso, tutt'ora in corso. La motivazione del rigetto sarebbe l'applicazione del principio giuridico "ne bis in idem", secondo cui una persona non può essere giudicata due volte per lo stesso fatto. I rappresentanti della famiglia Ciatti, tuttavia, dissentono da tale interpretazione: "Un giudicato c'è o non c'è e fino alla Cassazione la sentenza non è definitiva". (ANSA).

 

Forze dell'ordine nel 'palazzo della camorra' a Napoli

(ANSA) - NAPOLI, 29 NOV - Forze dell'ordine sono entrate nel palazzo di via Egiziaca a Pizzofalcone, a Napoli, ribattezzato il 'palazzo della camorra' per eseguire lo sgombero che era stato disposto dal gip del Tribunale di Napoli lo scorso 10 novembre nei confronti delle 16 famiglie che lo occupavano abusivamente, alcune delle quali legate da vincoli di parentela con esponenti della criminalità organizzata. Al momento l'operazione avviene senza particolari problemi. Solo una donna urla: "è una vergogna dopo 20 anni che siamo qui ci cacciano". Le forze dell'ordine sono all'interno del palazzo di via Egiziaca a Pizzofalcone. Per motivi precauzionali sul posto è stata fatta arrivare un'ambulanza. All'esterno si trova un camion con mattoni e cemento per sigillare gli appartamenti che saranno liberati. Una parte degli alloggi per i quali era stato emesso il provvedimento di sgombero erano già stati liberati nei giorni scorsi autonomamente dagli occupanti abusivi. (ANSA).

 

Golf: ranking femminile; Lydia Ko torna numero 1

(ANSA) - ROMA, 29 NOV - Il golf femminile ha una nuova regina: Lydia Ko. Per la prima volta dal 2017, la neozelandese è tornata ad essere la numero 1 del ranking mondiale dopo un 2022 d'oro che ha raggiunto il suo culmine la scorsa settimana quando a Naples, in Florida, si è presa tutto. Vincendo il CME Group Tour Championship, ultimo torneo stagionale del LPGA Tour. Ma non solo: la 25enne di origini sudcoreane (è nata infatti a Seoul) è stata nominata 'Rolex Player of the year', quale miglior giocatrice del massimo circuito americano femminile, ricevendo inoltre il Vare Trophy (per il secondo anno consecutivo per la seconda volta in carriera) per la miglior media di punteggio (68.988). Come se già non bastasse, la Ko si è imposta nella Race to CME Globe, la FedEx Cup in rosa. E ora, la ciliegina sulla torta. Con la proette neozelandese che ha spodestato dal trono l'americana Nelly Korda. La Ko ha raggiunto per la prima volta la vetta del world ranking nel febbraio 2015, all'età di 17 anni, 9 mesi e 8 giorni, affermandosi come la più giovane golfista a riuscire in questa impresa. Poi, è stata numero 1 per 85 settimane, dall'ottobre del 2015 al giugno 2017. E ora si è ripresa quanto aveva perso negli ultimi cinque anni. "Sono orgogliosa e felice. Tutto questo non sarebbe stato possibile senza il sostegno della mia famiglia e del mio team. A loro va il mio grazie", la soddisfazione di Lydia Ko. (ANSA).

 

Musica: Metallica annunciano nuovo album e tour Usa-Europa

(ANSA) - NEW YORK, 29 NOV - La leggendaria band heavy metal americana Metallica ha annunciato l'uscita di un nuovo album in studio il prossimo aprile e un tour in Europa e Nord America nel 2023 e 2024. L'album '72 Seasons' uscirà il 14 aprile 2023 e sarà immediatamente seguito da concerti ad Amsterdam e a Parigi, secondo i comunicati stampa dei Metallica e del colosso della biglietteria e dell'intrattenimento Live Nation. Da agosto a novembre 2023 seguiranno concerti negli Stati Uniti e in Canada, per poi tornare in Europa da maggio 2024, e di nuovo ritornare in Nord America fino a settembre 2024. Il quartetto californiano - i cui membri fondatori James Hetfield, 59 anni, Lars Ulrich, 58 anni, suonano e si esibiscono da 40 anni - hanno promesso due concerti in ciascuno dei palchi su cui si esibiranno, con uno spettacolo diverso ogni giorno. Il loro dodicesimo album in studio - il primo dal 2016 - contiene 12 tracce, una delle quali, 'Lux Aeterna', è stata pubblicata nelle scorse ore. (ANSA).

 

Polizia trova a Milano armi e divise false, un arresto

(ANSA) - MILANO, 29 NOV - Armi e altro materiale, probabilmente usate per rapine a degli orafi, sono stati sequestrati dagli agenti della Polizia di Stato, coordinata dalla Procura di Milano, che hanno arrestato un italiano pregiudicato di 65 anni. Le perquisizioni sono state appunto seguite nell'ambito di un'indagine su rapine ai danni di alcuni laboratori orafi milanesi. Gli agenti della Mobile hanno sequestrato armi, munizionamento, droga e divise. Nel solaio di un'abitazione nel quartiere Corvetto, hanno trovato un fucile a pompa calibro 12 Franchi, una pistola 22 Browning, rubata, una pistola 7,65 Beretta, con matricola abrasa, e le relative munizioni. Nella stessa perquisizione sono stati sequestrati anche un chilo di cocaina, alcune divise e un distintivo simile a quelli della Guardia di Finanza. In un altro appartamento sono state trovate le divise di alcune aziende leader nei servizi di logistica e spedizione e di aziende municipalizzate di gestione dei rifiuti. L'arrestato aveva una carta d'identità falsificata Sono in corso approfondimenti da parte della Squadra Mobile per capire a che cosa servisse il materiale ritrovato: gli investigatori non escludono che le armi possano essere state utilizzate in occasione della rapina milionaria commessa nel novembre del 2021 ai danni di un laboratorio orafo in zona Cimiano, alla periferia del capoluogo lombardo. (ANSA).