Coppa America: Venezuela ko ai rigori, Canada in semifinale

(ANSA) - ARLINGTON (USA), 06 LUG - Il Canada ha raggiunto le semifinali della Coppa America di calcio battendo il Venezuela per 4-3 ai rigori, dopo i tempi regolamentari finiti sull'1-1. Il vantaggio dei canadesi era arrivato con Jacob Shaffelburg al 13', poi al 64' il pareggio di Salomon Rondon per i venezuelani. Il Canada affronterà al prossimo turno i campioni in carica del torneo e del mondo dell'Argentina. (ANSA).

Gallerie

 

Coppa America: Venezuela ko ai rigori, Canada in semifinale

(ANSA) - ARLINGTON (USA), 06 LUG - Il Canada ha raggiunto le semifinali della Coppa America di calcio battendo il Venezuela per 4-3 ai rigori, dopo i tempi regolamentari finiti sull'1-1. Il vantaggio dei canadesi era arrivato con Jacob Shaffelburg al 13', poi al 64' il pareggio di Salomon Rondon per i venezuelani. Il Canada affronterà al prossimo turno i campioni in carica del torneo e del mondo dell'Argentina. (ANSA).

 

Auto nel Po, si ipotizza femminicidio e suicidio

(ANSA) - CREMONA, 05 LUG - Si allunga l'ombra dell'ennesimo femminicidio su quello che sembrava un incidente che ha visto vittima una coppia annegata nell'auto finita nel Po a Casalmaggiore. Gli inquirenti indagano per omicidio-suicidio. Le immagini delle telecamere mostrano la donna inerme nell'abitacolo prima che la vettura finisca in acqua e l'uomo che poi cerca di salvarsi aggrappandosi a una barca con la mano fuori dal finestrino. A far sospettare gli inquirenti il fatto che il rapporto si fosse incrinato negli ultimi mesi. Le vittime sono Stefano Del Re e Lorena Vezzosi, di 53 e 51 anni, originari del Casalasco e residenti a Sant'Arcangelo di Romagna. I filmati acquisiti dai carabinieri del circuito di video sorveglianza della società canottieri che guarda al fiume, proprio nel punto in cui la vettura si è inabissata, mostrano l'uomo ancora vivo che tenta di aggrapparsi a una barca dalla vettura trascinata dalla corrente e la donna già immobile sul sedile passeggeri. Non solo: un altro frame dello stesso filmato mostrerebbe la vittima già esanime anche nel passaggio della macchina lungo il rettilineo che porta al fiume. Dettagli che lasciano supporre che Lorena Vezzosi fosse già morta, o comunque in condizioni di semi incoscienza, e in ogni caso non in grado di reagire, quando è arrivata sul lungo Po. E per questo l'ipotesi investigativa non esclude che la donna possa essere stata uccisa prima e che Del Re abbia poi deciso di farla finita. Dalla prima Ispezione cadaverica, eseguita dal medico legale, non risultano ferite evidenti sul corpo della donna. Solo una lesione alla gamba destra compatibile con lo schianto. Decisiva per chiarire quanto accaduto sarà l'autopsia, che dovrebbe essere effettuata lunedì. E determinanti potrebbero essere gli accertamenti in corso da parte dei militari dell'arma nell'abitazione di due in Romagna: se li fossero trovate tracce di violenza, lo scenario diventerebbe più chiaro di quanto non lo sia al momento. (ANSA).

 

Ferragni, impegni idonei a tutela dei consumatori

(ANSA) - MILANO, 05 LUG - A seguito dell'iniziativa dell'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato che aveva avviato il procedimento sul caso "uova di Pasqua / Chiara Ferragni", le società TBS Crew Srl e Fenice Srl comunicano che esso è stato chiuso dall'Autorità accettando gli impegni proposti dalle Società e dalle altre parti del procedimento, in quanto ritenuti idonei a garantire la tutela dei consumatori. Lo rendono noto le due società di Chiara Ferragni. "Come segno concreto di impulso ed incentivo ad attività benefiche, le Società parti del procedimento hanno assunto impegni economici, consistenti in versamenti in favore dell'impresa sociale "I Bambini delle Fate", pari, per tre anni, al 5% dei rispettivi utili distribuibili, con un minimo complessivo di 1.200.000 euro per il triennio - sottolineano Tbs Crew e Fenice-. Inoltre, la presentazione e formulazione degli impegni è stata vista come occasione sia per un'evoluzione interna alle aziende sia per individuare un "modello di comportamento" che possa fungere da benchmark per l'intero settore dell'influencer marketing". "Infine, le società si sono impegnate all'adozione di un'autoregolamentazione interna relativa alle attività di comunicazione e marketing, anche ispirata alle più recenti best practice in materia, munita di presidi che ne garantiscano l'enforcement e accompagnata dall'organizzazione di training periodici a beneficio dei dipendenti", concludono le due società di Chiara Ferragni. (ANSA).

 

MotoGp: Germania;Martin guida prime libere,Bagnaia solo nono

(ANSA) - ROMA, 05 LUG - E' di Jorge Martin il miglior tempo nelle prime prove libere del Gran Premio di Germania classe MotoGp. Lo spagnolo della Ducati Pramac ha fermato il cronometro sull'1'20''584 davanti a Marc Marquez su Ducati Grasini (+0''150), finito sulla ghiaia in curva 1 alla fine del turno. Terzo tempo per Maverick Vinales su Aprilia (+0''294). Solo nono il campione del mondo della Ducati Francesco Bagnaia con un distacco di 0''713 dal rivale per il Mondiale Martin. L'altro pilota Aprilia Aleix Espargaro ha provato a fare un giro ma non ce la fa, non corre per il troppo dolore alla mano destra infortunata. (ANSA).

 

Autonomia: in Sardegna Cgil e Uil guidano il comitato del No

(ANSA) - CAGLIARI, 05 LUG - "Spacca il Paese, indebolisce il Sud, danneggia la Sardegna" è lo slogan. Nelle stesse ore in cui a Roma il segretario della Cgil Maurizio Landini per il comitato nazionale contro l'autonomia differenziata sta presentando in Cassazione il quesito per il referendum abrogativo, in Sardegna, Regione capofila della battaglia insieme a Emilia Romagna, Toscana, Campania e Puglia, si costituisce il Comitato regionale contro la norma approvata dal Parlamento e targata Lega. Il Comitato sardo è stato presentato questa mattina da Cgil e Uil, vi aderiscono associazioni e partiti politici, al momento di centrosinistra, ma l'obiettivo dichiarato è di allargare il fronte anche a chi nel centrodestra ha posizioni critiche. Al tavolo insieme ai due segretari confederali Fausto Durante (Cgil) e Francesca Ticca (Uil), anche il presidente del Consiglio regionale Piero Comandini e la deputata sarda di Avs Francesca Ghirra. "Proporremo che si costituiscano comitati in ogni provincia e in ogni territorio della Sardegna - spiega Durante ai giornalisti a margine della presentazione - e che si supporti l'iniziativa di raccolta delle firme, se ci sarà quella necessità, e comunque di appoggio alle cinque Regioni, tra cui la Sardegna, che hanno dichiarato di voler procedere alla indizione del referendum". La road map estiva, per arrivare entro il mese di settembre all'obiettivo delle 500mila firme, è chiara: "Utilizzeremo tutte le occasioni per parlare alla cittadinanza, per spiegare ai cittadini e agli elettori della Sardegna come soprattutto per l'Isola l'autonomia differenziata sia una scelta sbagliata e da respingere", sottolinea Durante. "Non abbiamo nessuna intenzione di perdere il tipo di autonomia riconosciuta per la Sardegna - chiarisce la segretaria della Uil Ticca - riteniamo che proprio quella viene messa in pericolo nel momento in cui variano le condizioni delle entrate su tutte le Regioni italiane. Soprattutto in un momento come questo - precisa - un momento difficile dopo il Covid, in particolare per quei diritti che devono essere garantiti e sono diritti universali". (ANSA).

 

Assalto portavalori, Pisani 'necessari nuovi presidi polizia'

(ANSA) - BRINDISI, 05 LUG - "C'è una fascia territoriale tra le province di Brindisi e Lecce dove è necessario incrementare i presidi di polizia". Lo ha detto a Brindisi il capo della polizia Vittorio Pisani che ha presieduto una riunione del comitato provinciale per l'ordine pubblico e la sicurezza, convocato dopo l'assalto di ieri ad un portavalori sulla strada statale 613 a Torchiarolo. "Ci sarà - ha aggiunto - un successivo comitato che sarà organizzato dal prefetto insieme ai procuratori di Brindisi e Lecce e ai rappresentanti provinciali della Guardia di finanza e dell'Arma dei carabinieri per valutare in base agli incidi di delittuosità dove è necessario aprire dei nuovi presidi di polizia". (ANSA).

 

Stop emissione cenere ma chiude aeroporto Catania

(ANSA) - PALERMO, 05 LUG - La Sac, società di gestione dell'aeroporto di Catania comunica che, a causa dell'attività eruttiva dell'Etna e contestuale emissione di cenere vulcanica in atmosfera, che stamane è terminata, l'Unità di crisi ha disposto la chiusura dei settori di spazio aereo B2 e B3. La pista è inagibile a causa di una copiosa ricaduta di cenere vulcanica; pertanto, sono sospesi gli arrivi e le partenze. "Le operazioni di volo riprenderanno ad avvenuta rimozione della cenere vulcanica dalle pavimentazioni interessate dalla movimentazione degli aeromobili"". Al momento si stima che le attività di volo potranno riprendere alle ore 15:00. (ANSA).

 

Etna: emissione cenera lavica, chiuso uno spazio aereo

(ANSA) - CATANIA, 04 LUG - A causa dell'attività eruttiva dell'Etna con emissione di cenere vulcanica in atmosfera, l'Unità di crisi ha disposto la chiusura del settore dello spazio aereo B2. I movimenti nell'aeroporto di Catania sono limitati a cinque arrivi ogni ora, e le partenze saranno gestite di conseguenza. Lo rende noto la Sac, la società che gestisce lo scalo internazionale Vincenzo Bellini, invitando i passeggeri, prima di recarsi in aeroporto, a verificare lo stato del proprio volo con le compagnie aeree. (ANSA).