Una carcassa di pesce luna 'spiaggiata' al Lido di Venezia

(ANSA) - VENEZIA, 24 FEB - La carcassa di un grande pesca luna è stata scoperta, e poi recuperata dai vigili del fuoco sulla spiaggia all'altezza dell'ex Ospedale al Mare del Lido di Venezia. La segnalazione è giunta intorno alle 15.15 da parte di alcuni passanti che avevano notato l'animale spiaggiato sulla battigia. Accorsi dal locale distaccamento, i pompieri hanno constatato che si trattava di un esemplare lungo oltre due metri e mezzo e alto un metro e mezzo, per un peso stimato in una decina di quintali. Dopo aver informato diversi enti, la carcassa è stata trascinata sulla spiaggia in accordo con la polizia locale. Il pesce luna è stato posizionato in una zona sicura, coperta e transennata. Domani l'azienda municipalizzata Veritas trasporterà in un deposito la carcassa del pesce, uno dei più longevi...

Gallerie

 

Una carcassa di pesce luna 'spiaggiata' al Lido di Venezia

(ANSA) - VENEZIA, 24 FEB - La carcassa di un grande pesca luna è stata scoperta, e poi recuperata dai vigili del fuoco sulla spiaggia all'altezza dell'ex Ospedale al Mare del Lido di Venezia. La segnalazione è giunta intorno alle 15.15 da parte di alcuni passanti che avevano notato l'animale spiaggiato sulla battigia. Accorsi dal locale distaccamento, i pompieri hanno constatato che si trattava di un esemplare lungo oltre due metri e mezzo e alto un metro e mezzo, per un peso stimato in una decina di quintali. Dopo aver informato diversi enti, la carcassa è stata trascinata sulla spiaggia in accordo con la polizia locale. Il pesce luna è stato posizionato in una zona sicura, coperta e transennata. Domani l'azienda municipalizzata Veritas trasporterà in un deposito la carcassa del pesce, uno dei più longevi al mondo, da cui verrà poi messa a disposizione dei ricercatori dell'università di Padova. (ANSA).

 

Giochi a bimbi bisognosi, 'il sogno di Giulia è realtà'

(di Fabrizio Fois) (ANSA) - CAGLIARI, 24 FEB - Sono passati sei anni: Giulia Zedda è morta a 10 anni nel maggio del 2018 ma il suo desiderio di regalare tutti i suoi giochi ai bambini bisognosi è ancora vivo. Anzi è diventato un'associazione di volontariato impegnata non solo su questo fronte, ma anche in tanti altri: dall'assistenza dei bambini malati e genitori fuori dalla Sardegna, al supporto sanitario e psicologico ai piccoli pazienti sino all'acquisto di macchinari, poltrone letto e persino un'ambulanza pediatrica con una culla speciale. L'idea di Giulia è diventata realtà grazie a suo padre Alfio Zedda e alla madre Eleonora Galia, alla quale proprio oggi è stata conferita dal presidente Sergio Mattarella l'onorificenza al Merito della Repubblica, che verrà consegnata al Quirinale il 20 marzo. "Sono onorata ma devo dire che questo riconoscimento non è solo per me perché non sono sola: c'è mio marito Alfio Zedda e tutti i volontari, soci e componenti del direttivo dell'associazione Il sogno di Giulia Odv - dice all'ANSA Eleonora Galia - quando prenderò il premio sarò il rappresentante di tutti loro perché senza gli altri non potrei fare niente". Dal 2018 a oggi quel progetto è cresciuto lanciando nuove iniziative. "E' il caso di Un gancio in mezzo al cielo, che sostiene i bambini e le famiglie che devono recarsi fuori dalla Sardegna per le cure. Oppure "Fill'e anima" che raccoglie e distribuisce, scarpe, abbigliamento libri e occhiali da vista ai bambini che non se li possono comprare", ricorda la mamma di Giulia. O il progetto "Attraverso le emozioni" col quale vengono seguiti i fratelli dei bambini malati di tumori, Poi anche aiuti economici e cure gratuite. E' cresciuta anche la sede: "dai 7 metri quadri della portineria dell'ex convitto ai 70 metri quadri dell'attuale locale dove si trova tutto per i bambini da 0 a 14 anni". "Ora vorremmo realizzare qualcosa di più - conclude Eleonora Galia - Giulia amava gli animali ed era una brava pianista: vorremmo organizzare una pet terapy e una borsa di studio per il conservatorio". Non solo: "vorremmo riuscire a far curare i bambini in Sardegna e magari realizzare anche un hospice per i più piccoli". (ANSA).

 

A Firenze centinaia in piazza per Ucraina, 'continuate aiutarci'

(ANSA) - FIRENZE, 24 FEB - Manifestazione di solidarietà e sostegno alla causa ucraina, a due anni dall'inizio dell'invasione russa, oggi a Firenze, nella centrale piazza Santa Maria Novella. Alcune centinaia le persone presenti, molte sorreggono una bandiera dell'Ucraina lunga una decina di metri, altre sono avvolte dai colori giallo e azzurro, ma in piazza sventolano anche le insegne dell'Europa e quelle di altri paesi 'amici' dell'Ucraina, come la Georgia. Molti i cartelli contro Putin, la guerra e di condanna dell'invasione russa, altri rendono invece omaggio ad Aleksej Navalnyj. In piazza anche una presenza delle istituzioni locali, tra cui il sindaco di Bagno a Ripoli (Firenze) Francesco Casini, che gli organizzatori della manifestazione hanno ringraziato dal palco per il sostegno e l'accoglienza. Per Oxana Polataitchouk, referente del consolato onorario ucraino a Firenze, "questa manifestazione rappresenta non solo un momento di commemorazione, ma anche un messaggio di speranza affinché possa essere l'ultima volta che ci troviamo a ricordare tale tragico evento. La guerra non si combatte solo sul campo, ma anche nell'arena dell'informazione. È fondamentale non lasciare spazio a propaganda e falsità, difendendo la verità e la giustizia". "L'Ucraina - ha aggiunto - sta difendendo non solo la propria libertà, ma anche quella dell'Europa e del mondo intero. Il vostro aiuto e la vostra solidarietà sono il faro che illumina il nostro cammino verso la pace. Siamo un popolo forte e coraggioso ma abbiamo bisogno del vostro aiuto e attenzione. Continuate ad aiutarci e così i vostri figli non dovranno combattere". (ANSA).

 

Cutro: nomi vittime naufragio letti prima di partita di calcio

(ANSA) - CROTONE, 24 FEB - E' iniziata con la lettura dei 94 nomi delle vittime della strage di Steccato di Cutro del 26 febbraio 2023, la partita amichevole di calcio organizzata da ResQ che ha aperto la tre giorni di manifestazioni promosse organizzate dalla Rete 26 febbraio in occasione dell'anniversario del naufragio. Un match, giocato allo stadio Ezio Scida di Crotone, all'insegna dello sport inclusivo, solidale, di memoria e denuncia al quale hanno partecipato circa 40 persone, uomini e donne, tra cui alcuni familiari delle persone annegate. Tutti accompagnati da due storici professionisti, come Damiano Tommasi, ex centrocampista dell'As Roma e della nazionale e attuale sindaco di Verona, e Antonio Galardo, già capitano e bandiera dell'FC Crotone. La gara è terminata 3-3. Alla partita ha assistito anche Khaled Ahmad Zekriya, ambasciatore della Repubblica Islamica dell'Afghanistan a Roma. (ANSA).

 

A Milano in centinaia a corteo a 2 anni da invasione Ucraina

(ANSA) - MILANO, 24 FEB - A due anni dall'invasione dell'Ucraina da parte della Russia diverse centinaia di persone si sono radunate in piazza Castello nel centro di Milano per partecipare al corteo 'Vittoria per la pace' promosso dalla comunità ucraina in Italia. I manifestanti sono avvolti nelle bandiere ucraine, le donne indossano corone di fiori e sfilano dietro ad uno striscione con la scritta 'Credi in Ucraina. Agisci per Ucraina'. Tanti i cartelli contro la Russia e Putin, come 'Non trattiamo con i terroristi' o 'Russia terroristi'. Una lunga bandiera gialla e blu apre il corteo che si concluderà in piazza San Babila dove si terranno alcuni interventi. Sono tanti i gruppi di cittadini arrivati anche da fuori città, ad esempio da Modena come Alina, in Italia dal 2001, sua figlia di 36 anni combatte nell'esercito e lei è tornata da Leopoli solo due giorni fa. "Grazie agli italiani che sono con noi e stanno risvegliando l'Occidente - ha detto -, siamo orgogliosi di questo che il mondo capisca che Putin va sconfitto. Mia figlia combatte nell' esercito ucraino e dice che noi resistiamo finché non si risveglierà tutto il mondo. I nostri giovani sono come i vostri partigiani, adesso tocca a noi". Prima della partenza del corteo, dove viene scandita la frase 'Vittoria per l'Ucraina, vittoria per la Pace' e 'Russia Stato terrorista', i manifestanti hanno cantato diverse volte l'inno ucraino. (ANSA).

 

Europee: Bonino, non c'è alternativa agli Stati Uniti d'Ue

(ANSA) - ROMA, 24 FEB - "Noi abbiamo questa occasione, mi ha fatto pensare tanto: il 4%, il 2%. A parte tutto questo, c'è qualcosa di fondo che è in discussione? Sì, se vogliamo andare verso gli stati uniti d'Europa sì o no". Lo ha detto Emma Bonino, intervenendo all'evento "Per gli Stati uniti d'Europa", organizzato a Roma da Più Europa. "Spero che sia solo l'inizio di una marcia rapida verso gli Stati uniti d'Europa. Non c'è altra alternativa". (ANSA).

 

Ermanno Scervino, abiti-scultura tra corsetteria e intarsi

(ANSA) - ROMA, 24 FEB - Con la collezione per l'autunno/inverno 2024/25 Ermanno Scervino indaga sul corpo femminile e pensa ad abiti-scultura che sono la quintessenza del lavoro d'atelier. La sfilata oggi a Milano, in prima fila anche Agnese Renzi e Irene Grandi, racconta un nuovo capitolo del marchio che vuol mostrare tutte le competenze e il savoir faire artigianale: propone un'elaborata corsetteria, lavorazioni ad intarsio, ricami in maglia fatti a mano. Una prima parte di collezione riguarda i tessuti tradizionali maschili, dai gessati alle grisaglie in lana, che sono la tela che dà voce all'animo sartoriale del marchio: caratterizzano giacche a clessidra che scolpiscono il corpo, cappotti spigati con le spalle scese che lo accarezzano, fino ad abiti bustier in double di lana. I completi grigio piombo invece hanno pantaloni oversize. Poi, c'è tutta una parte ispirata alla corsetteria: ricorre nella collezione sotto forma di reggiseni in double di lana che si portano abbinati a gonne longuette con lavorazioni ad intarsio, negli abiti midi color nude impreziositi da una trapuntatura piazzata e nelle versioni ricamate che traspaiono sotto i vestiti da sera in organza. Infine tutte le lavorazioni a ricamo che da sempre caratterizzano il marchio: bomber in pelle effetto cocco sembrano armature, mentre i caban dalla spalla larga sono strizzati in vita, i peacoat foderati in shearling sono decorati da ricami in maglia. Il discorso del ricamo in atelier prosegue negli accessori, con grossi doposci di pelliccia ecologica ricamati a mano, come i giacconi di mongolia e di shearling. (ANSA).

 

Macron incontra agricoltori nonostante le tensioni al Salone

(ANSA) - ROMA, 24 FEB - Il presidente francese Emmanuel Macron sta ascoltando gli agricoltori a margine del Salone dell'Agricoltura in corso a Parigi nonostante i disordini all'evento annuale con scontri fra i rappresentanti dei sindacati di categoria e le forze dell'ordine. Non si tratta tuttavia del dibattito su scala più vasta che era previsto inizialmente - e poi annullato - per il presidente, conferma l'Eliseo, proprio a causa della situazione di tensione. Ne dà conto Le Figaro che descrive uno degli incontri in cui Macron si è posizionato al centro di un'arena composta da poche decine di membri delle delegazioni sindacali, in una stanza lontana dalle manifestazioni. Senza giacca, al centro di un cerchio, il presidente ha ribadito il suo invito alla calma, mentre i contadini gli hanno chiesto di intervenire affinché vengano lasciate andare senza conseguenze le persone fermate dalla polizia all'evento. Macron ha da parte sua spiegato la scelta di non tenere un vero e proprio dibattito, affermando che non vi sono le condizioni per farlo: "Laggiù è un disastro, con le violenze e i fischi!", ha detto. (ANSA).