Salta al contenuto principale

Claudio Bisio e Gigio Alberti al castello di Arco

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
1 minuto 38 secondi

Claudio Bisio e Gigio Alberti questa sera al Castello di Arco portano in scena «Ma tu sei felice?», lettura-spettacolo tratta dall’omonimo libro di Federico Baccomo, evento che apre l’edizione 2020 della rassegna «Il castello delle meraviglie». Inizio alle 21.30: raccomandata la prenotazione e calzature adatte a salire.

Due uomini seduti al bar: parlano, parlano... I due, Vincenzo e Saverio, sono benestanti, hanno tutto quello che si potrebbe volere, forse anche di più. Ma niente va, secondo loro, come dovrebbe andare. E così snocciolano le loro teorie, le loro ricette per la soluzione di ogni problema. Che rivelano tutti i peggiori difetti dell’uomo: maschilismo, egocentrismo, razzismo, faciloneria, superficialità.

Ma lo fanno con un’inconsapevolezza totale, con un candore talmente assoluto da risultare simpatici. Da una sola domanda rifuggono, come se fosse pericolosa da affrontare, come potesse fare cadere il castello di carte che stanno costruendo: «Ma tu sei felice?». E quella che sembrava essere una tranquilla chiacchierata al bar si rivelerà essere qualcosa di più.

Claudio e Gigio si sono conosciuti negli anni Settanta durante la scuola del Piccolo Teatro, poi qualche spettacolo insieme, uno per tutti «Comedians» (negli anni Ottanta) e anche parecchi film, uno per tutti «Mediterraneo». Gigio Alberti firmò la regia del primo spettacolo monologante del Bisio («Guglielma, che vita di melma») e poi tanta vita insieme. Appena scattato il lockdown del covid-19, l’instancabile Bisio telefona all’amico Alberti per proporgli una lettura via web di «Ma tu sei felice?», libro di un loro amico, Federico Baccomo, di cui tempo prima avevano fantasticato la messa. Gigio e Claudio trascorrono quasi allegramente la loro quarantena realizzando 25 puntate, che tra Youtube, Instagram e Facebook avranno un discreto successo. Ma non finisce lì: qualche operatore teatrale lungimirante si accorge dell’enorme potenzialità comica di questo lavoro e propone loro una tournée estiva in giro per l’Italia a leggere questo testo dal vivo e a condividere con il pubblico riflessioni sull’eterno tema della felicità.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy