Salta al contenuto principale

C'è voglia di ridere nel dopo Covid: oggi con Loredana Cont

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
2 minuti 4 secondi

Loredana Cont, Lucio Gardin e Mario Cagol. È questo il tris di rilievo della comicità trentina che da forma alla rassegna teatrale Risate al parco con tre appuntamenti ospitati nello spazio del Giardino del Muse.
L’iniziativa che si s’inserisce all’interno del contenitore «Estate a Trento. Musica, teatro, cinema, danza - ad almeno un metro di distanza» è proposta dal Muse insieme al Centro Santa Chiara. L’apertura è affidata, oggi alle 21.30, a Loredana Cont che presenterà il suo nuovo monologo Su co le rece! (e ocio al virus). Uno spettacolo che, fin dal titolo, vuole essere una sorta di campanello d’allarme, un invito ad essere sempre attenti per evitare situazioni spiacevoli, soprattutto in questi tempi in cui i truffatori sono quanto mai scaltri e in piena attività.

Ma «Su co le rece!» è un’espressione che si adatta bene anche nel rapporto di coppia, nel labirinto della burocrazia e in tante altre occasioni della nostra quotidianità. La Cont qui, con leggerezza e ironia, facendo divertire e riflettere, attinge dalla realtà e dal confronto con il passato, per presentare momenti di vita in cui è indispensabile «star su co le rece», aggiungendo al testo i recenti fatti legati al Coronavirus e ai nuovi stili di vita a cui tutti, purtroppo, dobbiamo adattarci.

Sabato 11 il palco del Muse è tutto per Lucio Gardin con il suo Houston, abbiamo un problema lo spettacolo che si lega all’immaginario della luna come fonte inesauribile d’ispirazione. Nello spettacolo si parla della Luna in diversi ambiti: In agricoltura, con i contadini che analizzano le fasi per avere raccolti migliori, in letteratura con i racconti di poeti e romanzieri, al cinema con i film di fantascienza, nella musica con le canzoni che gli sono state dedicate e nella tecnologia con un parallelismo tecnologico tra le due epoche (1969 e 2019). «Basti pensare - sottolinea Gardin - che siamo andati sulla luna con un computer della potenza di due Commodore 64, e oggi ha 4 Terabyte di memoria anche il minipimer».

Mario Cagol, il 18 luglio, porterà in scena il suo Stendap, stand-up a ruota libera ispirato alla lezione della «stand up comedy» dei monologhisti statunitensi che stanno in piedi con un microfono davanti alla platea e tenere il palco senza aver bisogno di effetti speciali.
I biglietti sono disponibili, al costo di 5 euro, sul sito Primiallaprima.it, nelle Casse Rurali di Trento e alla biglietteria del Teatro Auditorium (da lunedì a venerdì, dalle 16 alle 19) ma i tagliandi si potranno acquistare anche la sera stessa dello spettacolo al Muse.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy