Salta al contenuto principale

Per la nuova stagione del Melotti

arriva Pietro Marcello con «Martin Eden»

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
3 minuti 6 secondi

Attenzione alla contemporaneità e sinergia con le realtà territoriali, sia in termini di produzione che di collaborazione sono i punti di riferimento della Stagione del «Melotti» 2019/20 programmata dal Centro Santa Chiara e presentata ieri in conferenza stampa proprio all'Auditorium Melotti. «Un progetto multidisciplinare - ha indicato il direttore Francesco Nardelli - che intende tracciare una linea d'avanguardia nei vari generi proposti in un calendario che da ottobre 2019 ad aprile 2020 propone una nutrita offerta di appuntamenti rivolti ad un pubblico in continua crescita. Dal teatro, alla musica, dalla danza al cinema, all'insegna della qualità». Pensiero condiviso dalla vice sindaca del Comune di Rovereto Cristina Azzolini , che ha evidenziato l'originalità delle proposte e la positiva trasversalità con realtà come il Mart ed Oriente Occidente.

PROSA

Cinque saranno gli appuntamenti con il percorso Altre Tendenze (che alterna le offerte fra Trento e Rovereto) programmato da Francesco Nardelli. Si parte il 16 gennaio con lo spettacolo interattivo Overload , premio Ubu 2018. Il 30 gennaio è la volta di Cuore di cane , ispirato alla cupa storia di Michail Bulgakov. È un viaggio nella vita di Jan Fabre il lavoro The night writer il 5 febbraio con Lino Musella, a cui fa seguito Io non sono un gabbiano rilettura del capolavoro di Cechov, diretto da Stefano Cordella il 27 febbraio. La rassegna si conclude il 9 aprile con Jacques e il suo padrone di Kundera, nuova produzione della compagnia trentina Emit Flesti.


DANZA

«La formula di quest'anno si basa sia sull'attenzione agli artisti che si muovono con successo all'estero sia all'organicità di un programma di coordinamento con le altre arti e di circuitazione» ha indicato Emanuele Masi presentando le quattro proposte di danza, abbinate ad altrettante performance al Mart. Si inizia il 15 novembre con Folk-s, will you still love me tomorrow di Alessandro Sciarroni, vincitore del leone d'Oro 2019 per la danza alla Biennale di Venezia. Il 10 gennaio è la volta del collettivo italo spagnolo Kor'sia con The Lamb , il 7 febbraio la MM Contemporary Dance Company presenta le creazioni Bloom di Daniele Ninarello e Gershwin Suite di Michele Merola e Cristina Spelti. Chiude il 13 marzo la compagnia californiana Bodytraffic, con la prima tappa del tour italiano proprio a Rovereto. Si rinnova inoltre l'appuntamento con gli «Aperitivi inDanza» negli spazi espositivi del Mart.

MUSICA

Il percorso «Musica Macchina» arrivato alla quinta edizione è stato esposto da Marco Segabinazzi che ha indicato come la rassegna ponga attenzione ai nuovi contesti contemporanei senza trascurare la pratica all'ascolto e alle arti multimediali. Sette gli appuntamenti più uno (che verrà rivelato a maggio) a partire dal 26 ottobre con lo show multimediale Time-blind , a cui fa seguito il 9 novembre l'esecuzione di Sarah Davachi e Knn , il 30 novembre è la volta di Rabih Beaini e Tomoko Mukaiyama , il 24 gennaio appuntamento con Roly Porter , il 15 febbraio si esibirà Pierre Bastien ed il suo ensemble meccanico, il 7 marzo spazio a David Toop, Rie Nakajima, Enrico Malatesta e Luciano Maggiore , il 17 aprile il palco è affidato a Kassel Jaeger e Stefan Fraunberger .
La rassegna si avvale di un nuovo progetto denominato «Arcipelago Suite» con la consulenza di Francesca Aste che prevede quattro appuntamenti presso il Mart (il 23 novembre, il 2 febbraio, il 1° marzo ed il 17 aprile) che aiutano ad avvicinarsi al mondo della musica e comprenderne le diverse anime.

CINEMA

A Micol Cossali il compito di indicare la programmazione cinematografica (a cadenza settimanale a partire dall'8 ottobre), curata da Sergio Fant in collaborazione con il Nuovo Cineforum Rovereto che prevede due rassegne: «Settearti» (documentari d'arte e cinema d'artista) e «Cinemapresente» con proiezioni in anteprima. A queste si aggiungono gli incontri: fra tutti quello con il regista Pietro Marcello , autore di Martin Eden : il 29 novembre incontrerà il pubblico alle 18.30 e alle 21 ci sarà la proiezione del film presentato a Venezia, con cui il protagonista Luca Marinelli ha vinto la coppa Volpi.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy