Salta al contenuto principale

Emozionante Baba Yetu

il "Padre nostro" in swahili 

di Giovanni Lorenzi - VIDEO

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
0 minuti 48 secondi

Una performance che sta registrando molti riconoscimenti sul Web, quella del giovane musicista trentino Giovanni Lorenzi, 22 anni, studente di fisica, che ha appena pubblicato un'originale cover a cappella di Baba Yetu, cioè il "Padre nostro" in lingua swahili, tema tratto dalla sigla di Civilization IV (ispirata a quella di Peter Hollens).

Grazie a un montaggio sonoro multitraccia, il musicista interpreta il coro e la base ritmica, offrendoci un risultato di apprezzabile livello artistico ed emotivo.

«Ultima cover prima di un po' di pausa per lo studio. Cuffie caldamente consigliate per una migliore panning experience. Enjoy», scrive Giovanni nel canale YouTube personale in cui ha pubblicato questa toccante versione della preghiera cristiana.

Una grande passione, la musica, così come la scienza, per Giovanni Lorenzi, che nel mondo delle sette note è cresciuto in famiglia: sua madre è Cecilia Vettorazzi, compositrice, docente di esercitazioni corali al Conservatorio Bonporti di Trento e direttrice del coro delSantuario della Madonna delle Laste.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy