Salta al contenuto principale

Trionfo online dei Rebel Rootz

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 10 secondi

I Rebel Rootz mettono il loro sigillo alla terza edizione di «Road to the Main Stage». Un contest legato anche al marchio «Firestone Talent 2020» che ha portato la band di Trento a sfidare in finale la cantante e ballerina Adriana.

I Rebel Rootz, che avevano puntato sul brano «La mia città», erano stati scelti fra i dieci talenti italiani da una giuria composta dalla conduttrice radiofonica Manola Moslehi, dal presidente di Live Nation Roberto de Luca e da Firestone, che li aveva selezionati fra tutti i partecipanti provenienti da ogni parte della Penisola. Poi era toccato al pubblico scegliere tramite i form online i due finalisti: quello stesso pubblico ha poi fatto trionfare la reggae band trentina con l’ultima votazione online che si è svolta dal 15 giugno al 14 luglio.

 

Fondamentale dunque la spinta del fan che hanno dato il loro supporto alla vittoria e i Rebel ne sono consapevoli: «Per noi - racconta a l’Adige Max Fontanari vocalist della band - si trattava della prima partecipazione a un contest così importante di livello nazionale, siamo al settimo cielo per questo riconoscimento. Tutto questo è stato possibile grazie al supporto di chi ci segue da sempre. La vera vittoria per noi è questa e vogliamo ringraziare tutti coloro che ci hanno dato il loro supporto decisivo per raggiungere questo traguardo».
La band, a dimostrazione della loro conferma, è anche entrata recentemente nel “booking” di Bunna, l’agenzia musicale del cantante degli Africa Unite.

Il progetto «Road to the Main Stage by Firestone», come gli scorsi anni, prevedeva l’esibizione live del vincitore su due importanti palchi: quello di «Radio Italia Live Il Concerto» in Piazza Duomo a Milano e quello del festival Firenze Rocks. Entrambi gli eventi, a causa delle limitazioni imposte dall’emergenza Covid-19, sono stati annullati o rimandati e quindi i ragazzi della band sono in attesa di capire quali concreti sbocchi live avrà questo premio. «Dobbiamo ancora capire - sottolinea Loris Dallago - come si concretizzerà questo riconoscimento considerando il difficile contesto dei live in questo frangente. Sicuramente il premio avrà degli importanti sbocchi legati ai concerti e vedremo nei prossimi giorni quello che ci verrà comunicato... Magari tutto verrà rinviato al prossimo anno».
Intanto i Rebel, in un’estate appunto che al momento non prevede possibilità on stage, stanno lavorando in studio al nuovo album: «Per noi è strano non poter suonare - raccontano i ragazzi della band - e non vediamo l’ora di tornare a esibirci e a far ascoltare anche qualche assaggio del nostro lavoro che prenderà forma attraverso l’uscita di una serie di singoli. Speriamo davvero arrivi presto quel momento».

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy