Salta al contenuto principale

Esce «Fortuna» di Emma:

«Questo nuovo disco è per me

un buon motivo per sorridere»

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 53 secondi

C’è sempre un buon motivo per sorridere. Anche quando la vita ti fa lo sgambetto, e di sorridere, forse, ti passa la voglia. Ma è impossibile fermare Emma.

Emma la guerriera, che solo un mese fa aveva annunciato via social a sorpresa uno stop per motivi di salute, con un disco in uscita e i 10 anni di carriera da festeggiare all’orizzonte.

Era stata, però, lei stessa a tranquillizzare i fan, promettendo di tornare «piu’ forte di prima! Ci sono troppe cose belle da vivere insieme».

Promessa mantenuta e quel «buon motivo», Emma, l’ha trovato nel suo nuovo lavoro discografico. Che è andato avanti nonostante tutto, che ha preso la sua strada ed ora è pronto ad essere condiviso con i fan. Con un titolo, «Fortuna», che vale più di mille parole.

«Questo disco rappresenta per me un buon motivo per sorridere e battere il tempo con i piedi, la consapevolezza di essere liberi e di poter viaggiare ovunque anche solo con la mente», spiega la cantante salentina, che a differenza di tanti artisti non ha mai vissuto la dicotomia persona-personaggio e che non si è mai tirata indietro davanti a critiche e attacchi personali. Una che ci ha sempre messo la faccia, anche con la malattia.

«Succede. Succede e basta - aveva detto un mese fa -. Questo non era proprio il momento giusto, ma in certi casi nessun momento lo sarebbe stato». E allora avanti tutta, perché - come diceva John Lennon - «la vita è ciò che ti accade quando sei intento a fare altri piani».

«Ero a Los Angeles la prima volta che ho ascoltato i provini dei brani - racconta ancora la cantante sull’album -. I finestrini tirati giù completamente mentre percorrevo le strade infinite di questa enorme città e avevo voglia di scendere dalla macchina e di ballare».

Perché nonostante tutto, Emma ha una certezza: «Sono la ragazza più felice del mondo».

Fortuna è un disco che celebra anche un anniversario importante per la carriera dell’artista 35enne: era l’autunno del 2009 quando la riccia e testarda Emma conquistava un banco nella scuola di Amici di Maria De Filippi. «Dieci anni. Non sono tanti ma nemmeno pochi. Sono il risultato dell’amore del mio pubblico (la mia Brown Crew) che da sempre mi ha accompagnato in questo viaggio a volte duro ma meraviglioso senza lasciare mai la mia mano, vi amo - scrive nei ringraziamenti del disco -. Ho imparato tante cose e spero di avere la possibilità di impararne ancora tante. Voglio imparare a non finire mai. Voglio essere io ma nuova ogni giorno».

E ancora, come fosse un incitamento a se stessa: «Voglio continuare a saper accettare quello che la vita mi metterà davanti. E voglio stupirmi ogni volta per ogni piccola cosa inaspettata che accadrà. Voglio la bellezza intorno a me e i sorrisi buoni delle persone che mi amano davvero. Voglio continuare per tutti quelli che non ce l’hanno fatta. Voglio la musica. Ancora e ancora. Per tutta la vita».

Fortuna (Universal/Polydor), che esce il 25 ottobre, era stato anticipato dall’atteso brano «Io sono bella», scritto per lei da Vasco Rossi insieme con Gaetano Curreri. Ma oltre che come interprete, Emma si è rimessa in gioco anche come autrice di alcuni brani, tra cui il brano che dà il titolo all’album.

E per il suo compleanno, il 25 maggio, Emma si regalerà un concerto all’Arena di Verona per presentare live i brani di Fortuna e spegnere le 10 candeline di carriera musicale.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy