Salta al contenuto principale

La nuova mostra di Pistoletto

metà con le sue opere

e metà quelle del padre

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 19 secondi

«Il punto è questo: si tratta di lasciare un’eredità ai padri»: così Michelangelo Pistoletto presenta «Padre e Figlio», il percorso espositivo diffuso a cura di Alberto Fiz che pone in dialogo la sua produzione artistica con quella del padre, Ettore Pistoletto Olivero, pittore di paesaggi e nature morte, scomparso nel 1981.

La mostra - presentata a Milano e aperta dal 17 aprile al 13 ottobre - si snoda nel biellese, in tre sedi: Palazzo Gromo Losa, storica dimora signorile restaurata e messa a disposizione della città dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Biella, Cittadellarte - Fondazione Pistoletto e Casa Zegna.
«Partendo dal dialogo tra Michelangelo Pistoletto e suo padre - spiega Fiz - è possibile interrogarsi sui concetti di tempo storico e tempo soggettivo, ma anche sulla necessità di accettare le differenze da cui può scaturire, persino, un’intima complicità».
Padre e Figlio presenta oltre cento opere tra dipinti, quadri specchianti, installazioni, lightbox, video e fotografie e si tiene in un anno molto significativo per Biella, che nel 2019 proporrà la propria candidatura al network Unesco delle città creative, avendo Michelangelo Pistoletto come ambasciatore.

A Palazzo Gromo Losa, la prima tappa del progetto, incentrata sul rispecchiamento tra i lavori di Ettore e quelli di Michelangelo Pistoletto. Casa Zegna a Trivero è principalmente luogo di un omaggio a Ettore Pistoletto Olivero: all’interno dell’edificio vengono esposti, per la prima volta in una mostra pubblica, i dipinti dell’artista risalenti al biennio 1952-1953.

Il percorso si conclude a Cittadellarte - Fondazione Pistoletto, dove il punto di partenza è la ricostruzione di «Padre, figlio e creatività», una delle installazioni del ciclo Le Stanze, realizzato nel 1975.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy