Salta al contenuto principale

Alla Bookique il festival «Peso alle parole»

Chiudi
Apri
Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
! minuto 26 secondi

Da domani a sabato alla Bookique (via Torre d’Augusto 29) torna il festival «Peso alle parole» fra poetry slam e cantastorie, libri e karaoke di musica indie. Domani alle ore 18 il via sarà alla Libreria due punti (in via San Martino 78) con la presentazione della «Guida liquida al poetry slam», Agenzia X, di e con Dome Bulfaro - poeta, insegnante, direttore artistico di PoesiaPresente, presidente della Lega italiana poetry slam - che dialogherà con Mattia Zadra.

Una summa, la sua guida, da cui attingere informazioni storiche, riflessioni sociopolitiche, saperi filosofici e antropologici, e che antologizza criticamente autori, stili, poesie e raccoglie la più importante serie di interviste ai protagonisti nazionali e internazionali. Sempre Bulfaro, alle ore 21 alla Bookique, darà poi vita alla performance «Trento Poetry Slam #1», primo slam ufficiale della stagione. Venerdì 5 ottobre, alle 19 alla Bookique, si continua con «La lotta e la sopravvivenza», comizio con poesie di e con Adriano Cataldo: le dinamiche economico-politiche dell’Italia odierna raccontate attraverso le poesie di un plurimigrante.

Alle 20.30 performance di presentazione del libro «B-Loved», di P.D. Blacksmith, con illustrazioni di Escapedesire e letture di Serena Tomasi: e-book ambientato nel quartiere San Martino di Trento, è un fantasy urbano che parla di identità multiple, le nostre e quelle degli altri. Alle 21.30 «Il mio occhio destro ha un aspetto sinistro», concerto del cantastorie Ivan Talarico. Sabato 6 ottobre alle 18, alla Bookique, presentazione del libro «I cani. I dischi, i bagni nel mare, l’umanità» (Arcana Edizioni) di e con Natan Salvemini in dialogo con Marco Rosi. Alle 19 lo spettacolo di Nicolas Cunial (foto) «Black In/Black Out» volto a sensibilizzare il pubblico sul tema della salute mentale, attraverso poesie recitate su musiche elettroniche tutte da ballare.

Alle 21 «Canta indie, canta male», performance musicale collettiva.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?