Salta al contenuto principale

Sfida a sei per la finalissima di Rock Time venerdì 31 gennaio al White Cafè di Pergine

Sono Trerose, The Blurred Shadows, Maitea, Cavalieri Erranti, Gius Gioè e Michele Cristoforett i protagonisti dell'ultimo live del contest

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
12 minuti 44 secondi

Sono Trerose, The Blurred Shadows, Maitea, Cavalieri Erranti, Gius Gioè e Michele Cristoforetti i protagonisti della finalissima della dodicesima edizione del contest musicale “Rock Time“ rivolto alle band ed artisti solisti del Trentino Alto Adige. L’appuntamento è quello di venerdì 31 gennaio, alle ore 19, al White Cafè di Pergine per il contest organizzato dall’associazione Street Music di Rovereto con la collaborazione di Switchradio.it e della Mecvideo di Max Bendinelli.

I tre premi sono offerti da Mecvideo consistono nella realizzazione gratuita di un videoclip dal valore commerciale di 800 euro, per il primo classificato, di uno sconto pari al 60% sempre sulla realizzazione di un video dal valore di 800 euro al secondo classificato e di uno sconto pari al 40% dello stesso costo per chi raggiungerà il terzo posto. La giuria conferirà inoltre un riconoscimento alla band o al concorrente solista con un buono di 100 euro da spendere presso Iiriti Music Store al Rovercenter di Rovereto.

GIUS GIOE’

La mia partecipazione a Rocktime, prima individualmente con il nome Gius Gioè (abbreviazione di Giuseppe unita al mio cognome) poi con il supporto di altri musicisti, mostra due facce della mia musica e allude al mio percorso biografico. Il desidero di comporre e di cantare dei brani propri prende avvio intorno al 2006 da una volontà di espressione del mio  vissuto personale, segnato all’epoca da vari tipi di delusioni. Da allora lo sfondo autobiografico e la volontà di esprimere pensieri personali ha sempre caratterizzato la mia musica, basata su un background senza pregiudiziali nei confronti dei generi, in passato da me stesso praticati, passando dall’hard core punk al rock, dal blues al country, ambito quest’ultimo recentemente da me particolarmente prediletto. I testi delle mie canzoni raccolgono l’uno dopo l’altro, come in un libro da sfogliare, il percorso della mia vita. Nel 2015 la mia musica incontra il supporto ritmico del batterista Federico Zanoner - con cui già suonavo nei Wells Fargo, gruppo scioltosi poco dopo – e l’anno scorso il basso del polistrumentista Manuel Ferrari, conosciuto da tempo: nasce dunque una formazione a tre che attraverso un sound condiviso propone le mie composizioni in chiave elettrica e al contempo permette di accentuarne determinate coralità acustiche.

THE BLURRED SHADOWS

The Blurred Shadows nascono a Trento nel 2012. Tutti i musicisti provengono da varie esperienze musicali con altri gruppi. Alex Boller (voce solista, chitarra, armonica) e Mauro Boller (chitarra solista, voce) fondano la band. In breve il progetto decolla assieme a Claudio (Frank) Bosetti (basso, coro), e Claudio Piffer (batteria). Il genere proposto dai quattro musicisti sposa le sonorità rock/country/blues di artisti quali Neil Young, Johnny Cash, Creedence Clearwater Revival, Jim Croce, John Denver, CSN&Y, Eric Clapton, John Fogerty, Joe Cocker, The Cream, The Beatles e altre icone del panorama musicale internazionale. Nel 2015 è uscito il loro primo cd intitolato “First take”. Una breve raccolta di otto brani estratti dal ricco repertorio live proposto. Il gruppo ha all'attivo più di cento concerti in tutta la provincia.


TREROSE

Musiche pop-rock dalle sonorità scure e romantiche, rigorosamente in lingua italiana, prendono forma dall’incontro della voce di Eleonora Merz, le chitarre di Pino Dieni (già compositore e musicista con Mara Redeghieri, e performer nel Robert Fripp’s Guitar Circle) e il basso di Fabiano Spinelli. Il gruppo inizia il percorso già dal 2015, componendo e registrando numerose tracce tra le quali, nel 2017, l’artista Umberto Maria Giardini, in qualità di produttore artistico, sceglierà 9 brani per laproduzione dell’opera prima di Trerose. Le canzoni sono state registrate nel 2017 presso il Duna Studio di Andrea Scardovi a Russi (RA), Umberto suonerà le parti di batteria dell’album, che vedrà anche la preziosa partecipazione diMichele “Mecco” Guidi ai synth. Le registrazioni delle voci e il mixaggio sono stati effettuati presso il Bombanella Soundscapes di Davide Cristiani a Maranello (MO). Il master finale infine viene realizzato da Christian Alati (già nei Gatto Ciliegia e il Grande Freddo, musiche del filmnomination Oscar Nico 1988). Il 12 ottobre 2018 esce dunque “Pop Noir” con etichetta e ufficio stampa A Buzz Supreme e distribuzione Audioglobe. L’album ha ricevuto e riceve tutt’ora ottime recensioni da parte delleriviste e website di settore (Rockit, Blowup, Lindiependente, Sentireasoltare, Rockerilla, Nightguide, Exitwell, Ondarock, Nonsensemag, etc.) ed è stato presentato dal vivo in un mini tourgrazie alla proficua collaborazione con Samuele Lambertini alla batteria (Franklin Delano, Emiliano Mazzoni band, Lele Leonardi band) e Davide Borelli alle tastiere, ottenendo ottimiriscontri da parte del pubblico. Nel settembre 2019, i Trerose vincono il Premio Stefano Ronzani per la proposta più sperimentale e originale all’interno del concorso Rock Targato Italia, 31sima edizione. All’interno dello stesso concorso ricevono il Premio Compilation, con l’inserimento di un loro brano nella Compilation Rock Targato Italia 2020. Attualmente il gruppo sta lavorando a nuove tracce per il nuovo album, dal titolo provvisorio di “Sub Liminale”.

BIOGRAFIA MAITEA

Ho cominciato la mia esperienza musicale da piccola cantando nel coro della scuola musicale di Cles. L’amore per il Rock mi ha spinta ad iniziare a suonare la chitarra durante gli anni del liceo e a frequentare il corso di musica d’insieme della scuola musicale scoprendo cosa vuol dire suonare dal vivo con un gruppo e condividere la passione per la musica con altre persone. Da questa esperienza è nato il mio primo gruppo: gli Ham & Funky, con cui mi sono immersa nel mondo del Blues, del Funk e del Rock ‘n roll. Nel 2011 nascono gli Shake Your Ass con l'intento di rievocare quelle sonorità Soul e Funk che hanno fatto la storia della Black Music con cui abbiamo ottenuto diversi riconoscimenti, come la vittoria alla 9° edizione del Cover Oltre Festival Under 21- Il 26 luglio 2015 ho fatto parte come cantante dei Rockin' 1000 a Cesena e nell'anno seguente ho partecipato a That's Live, il primo concerto della più grande rock band del mondo...esperienza che mi ha regalato emozioni fortissime. Nel febbraio 2016 è uscito il mio primo lavoro discografico, un piccolo EP composto da 3 canzoni: Summer Breeze, Foglie Sparse e Snowflakes. Nel 2017 ho vinto il primo posto alla tredicesima edizione del concorso canoro CantaCles e due giorni dopo è uscito il videoclip di Flowers & Mistakes, un pezzo scritto da mio cugino Roberto Manzoni e di cui sono autrice di parte della melodia e del testo. Negli ultimi anni ho collaborato con diversi artisti locali come il rapper Faby C in "Lampi di colore" uscito nel 2015 e la band Tryaxis, collaborazione che ha dato vita a "Life Is Today"; il videoclip di quest'ultimo è uscito nel 2017 ed è stato girato nei Paesi Baschi, mia terra paterna. Nel gennaio 2018 io e Francesca Endrizzi, percussionista e cantante con cui ho un duo acustico, ci siamo aggiudicate il premio speciale Andrea & Michele di Radio Deejay al Contest oom+, organizzato dalle Casse Rurali Trentine con una cover di Losing My Religion dei R.E.M. Oggi oltre a frequentare il triennio di Popular music al  Conservatorio Bonporti  sto suonando in diverse formazioni: in duo acustico appunto, come frontwoman del gruppo pop-dance Wasabi e come corista nella tribute band Like Floyd (tributo ai Pink Floyd). Mi esibisco anche da sola con la mia chitarra e sto continuando a comporre nuovi pezzi. Il suo ultimo singolo “Wasting The Last Time” è uscito all’inizio del 2020 accompagnato da un lyric video,

I CAVALIERI ERRANTI – FIABE NASCOSTE

In questo ultimo CD de I CAVALIERI ERRANTI vengono riproposte situazioni e leggende della tradizione trentina. Storie Antiche di quelle che ci si raccontava alla sera molto tempo fa, quando non esisteva la televisione, il cinema era roba da ricchi di città e la gente sapeva sognare in proprio, senza prendere in prestito le emozioni altrui.La montagna, infatti, pare l’ambiente ideale per la diffusione di superstizioni e miti legati all’esistenza di creature fantastiche e selvatiche. Con l’album “FIABE NASCOSTE” si sono volute riproporre leggende e filastrocche dalle origini incerte, musicate, parolate e cantate da quei moderni menestrelli che sono I CAVALIERI ERRANTI i quali, con entusiasmo e un pizzico di follia hanno voluto proseguire il cammino musicale iniziato già nel 2014 da GIULIANO BOTTURA con il gruppo RE 7 MINORE con la pubblicazione del’album “L’ETERNO GIOCO”, prima incerta raccolta di leggende dolomitiche. Il nuovo album, molto più maturo musicalmente e per di più realizzato con i magistrali arrangiamenti di MARCO OLIVOTTO, MARCO LATINO e ROBERTO MARANGIO, contiene nuovi brani dedicati all’oscuro mondo delle miniere, delle pietre preziose, di misteriose, eteree e bellissime figure femminili, sempre ripescate da quel mondo leggendario che sono le fiabe dolomitiche, alcune illustrate stupendamente da ROBY IL PETTIROSSO, al secolo ERNESTO ANDERLE. Prodotto da Magic Pubblicità di Cristiana Ronca e Gigi Soriani con l’indispensabile collaborazione tecnico musicale degli studi di registrazione Moon Music di Marco Olivotto, è un prodotto nato tutto in Trentino,  anche tecnicamente.

MICHELE CRISTOFORETTI

Se si pensa ad una regione come il Trentino-Alto Adige non possono non venire in mente le Dolomiti, i grandi boschi, gli orsi, il cibo ecc., ma i cantautori? Michele Cristoforetti, trentino classe 1987, da oltre un decennio si muove nel panorama della musica emergente, riscuotendo sempre grande successo e consenso dal pubblico più attento. Tuttavia, da quasi tre anni il suo percorso ha preso una svolta verso la sua vera natura: il cantautorale; infatti da sempre nutre un profondo amore verso figure come DeAndrè, Fossati, Bertoli che l’hanno ispirato nei suoi testi e nelle sue musiche. Così, costituendo una nuova formazione in grado di appoggiarlo umanamente e musicalmente nelle situazioni in studio e soprattutto live, chiamata Kascade, comincia il suo percorso di cantautore, in un territorio non certo abituato a tali figure ma di grande supporto. Ed è così che esce il suo primo singolo “L’Album delle Pose” (2015), con il quale avvia la sua produzione musicale.Man mano che le esibizioni dal vivo aumentano, Michele si accorge di essere sulla strada giusta e decide di fare le cose in grande, così nell’estate 2016 ottiene la collaborazione di una delle figure più celebri del panorama musicale italiano: Maurizio Solieri. Con lui registra il singolo “Sigaro Cubano”, un inno alla spensieratezza, lasciandolo libero nella gestione di parte degli arrangiamenti e coinvolgendolo nelle riprese dello stesso videoclip. La scelta si rivela vincente e dà a Michele una forte crescita di visibilità; da qui in poi la pubblicazione dei videoclip, delle registrazioni in studio e dal vivo, e il costante aggiornamento delle pagine social saranno una prassi del giovane cantautore. Alla fine del 2016 esce il suo primo album “Muoviti”, nel quale si trovano otto tracce originali più due cover, e con il quale, devolvendo tutti i proventi, ha potuto aiutare l’associazione ATHENA onlus, che si occupa di ragazzi affetti da disabilità. La musica di Michele comincia a diffondersi nelle piccole-medie radio di tutta Italia e così il 2017 si apre, oltre che con una ricca scaletta di esibizioni, anche con le selezioni e la partecipazione a concorsi come il “Premio Pierangelo Bertoli” e “SanremoRock”. A ottobre 2018 esce il secondo disco “Ancora Qui”, carico di forti emozioni e di sorprese. Le 7 tracce, di cui 4 registrate in studio e 3 live, mostrano l’evoluzione artistica e stilistica del cantautore dal suo ultimo album. Cristoforetti, infatti, si avvale di suoni più elettronici, accattivanti e moderni, che non vanno ad alterare il vero spirito cantautorale ma, al contrario, danno una veste nuova e originale alla sua musica. Il disco è carico di energia che prende una piega dance, pop o rock a seconda del messaggio da trasmettere. Il tutto è suggellato dall’inconfondibile timbro graffiato, caldo e profondo della sua voce, che ricopre una vasta gamma di colori e sa dipingere stati d’animo introspettivi e di ribalta. Fra i pezzi in scaletta per Rock Time anche il suo ultimo singolo “Mania”.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy