Salta al contenuto principale

In 15.000 per la prima edizione del Maia Music Festival di Merano con Moroder, Soler e Il Volo

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
3 minuti 25 secondi

Sono almeno 15.000, secondo gli organizzatori, gli spettatori accorsi la scorsa settimana, dall' 11 al 14 luglio, a Merano per la prima edizione del Maia Music Festival.

Una scommessa vinta quella da parte di Roland Barbacovi e della sua Showtime Agency che da giovedì a domenica scorsi hanno portato sul palco allestito all’Ippodromo di Maia nell’ordine Alvaro Soler, Wanda, Giorgio Moroder e Il Volo.

Giorgio Moroder per la prima volta nel corso della sua lunga carriera di produttore e compositore ha deciso di proporsi in tour con una band. L’artista altoatesino che ha salutato il pubblico entusiasta in italiano, tedesco e ladino, ha proposto tutti i suoi classici targati Donna Summer e Blondie, davvero trascinante la versione alla fine dello show di “Call Me”, senza dimenticare le colonne sonore dei film Never Ending Story e Top Gun.

Proprio Roland Barbacovi spiega: "Abbiamo lavorato per mesi e anni per realizzare questo festival e siamo contenti che Merano abbia a parte dei Giardini di Castel Trauttmansdorff un'altra top location per la grande musica. L'Ippodromo di Merano ha tutti requisiti necessari per svolgere degli eventi del genere anche in futuro e quindi pensiamo già ad un‘edizione 2020 ancora più ricca di ospiti italiani ed internazionali. In questo contesto la collaborazione con il Comune di Merano, l'Azienda di Soggiorno, la Merano Galoppo e i media partners ha funzionato perfettamente“.

 

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy