Salta al contenuto principale

Giornata del rifugiato: rinviato

per il meteo l'evento all'Altisismo

In programma altre iniziative

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 55 secondi

La Sat, insieme a tutte le associazioni organizzatrici della Giornata del rifugiato al rifugio Altissimo (Centro Astalli, Atas Onlus, Cnca, Cinformi e Sprar) comunica che l’iniziativa in programma domani, sabato, è annullata a causa del maltempo previsto.

La giornata sarà caratterizzata da temporali, con abbassamento delle temperature, anche considerevoli, soprattutto in quota. La giornata - informa una nota - verrà comunque recuperata nel mese di settembre in data da destinarsi.

L’appuntamento annuale della Giornata del rifugiato, ricorrenza che si celebra in tutto il mondo ogni 20 giugno, è comunque ricca di attività in Trentino, già svolte nei giorni scorsi o in programma.

Sono infatti otto le occasioni di incontro che si concentreranno attorno alla data sopra citata.

Tante le associazioni che sono scese in campo a sostegno dell’organizzazione: dalle Acli alla Croce Rossa, dal Centro Astalli al Forum Trentino per la Pace e i Diritti Umani, passando per Libera contro le Mafie, 46° Parallelo, la Cooperativa Villa San Ignazio e appunto la Sat.

Ma molte altre realtà mostreranno vicinanza alla causa nel corso degli appuntamenti, sostenendo il pensiero comune che ogni essere umano migrante abbia una storia da raccontare e che quest’ultima debba essere ascoltata.

Anche perché i dati parlano chiaro: fino a questo momento nel 2019 sono arrivati solo 28.764 migranti, dei quali 21.795 via mare. Attualmente in Trentino ne ospitiamo circa 1.200, anche se ne sono transitati 6.969 negli ultimi 10 anni sul nostro territorio.

«Ricorrenze come queste sono fondamentali per porre l’attenzione sul tema dell’accoglienza e del diritto d’asilo - ha spiegato Stefano Canestrini, coordinatore del Centro Astalli di Trento -. ll momento è complesso. Gli enti in campo per l’accoglienza sono tanti, a dimostrazione di come la migrazione nel suo complesso non possa essere affrontata con superficialità. Noi stessi stiamo proponendo progettualità per arginare i tagli che ci sono stati».

Oggi è in programma con "Restiamo Umani, uniti per i diritti di tutti", in piazza della Pace a Rovereto (dalle 15.30 a sera).

La giornata di domani, posta la cancellazione del'evento sull'Altissimo, dovrebbe vedere lo svolgimento di un’altra attività al parco Miralago di Riva del Garda, "Il mondo in piazza. Informare, Conoscere, Accogliere", dalle 12, mentre il 29 giugno la conclusione degli appuntamenti sarà a Spini di Gardolo alla Casa San Francesco, con "Muri che uniscono. Aperitivo tra colori, arte e percorsi di pace" (dalle 11.30).

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy