Salta al contenuto principale

Milo Brugnara alla Camera

per il ricordo di Ilaria Alpi e Miran Hrovatin

Il cantautore trentino che ha dedicato alla Alpi una canzone sarà oggi a Roma per la cerimonia in ricordo della giornalista Rai e dell'operatore uccisi in Somalia

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 50 secondi

Il 20 marzo del 1994, venticinque anni fa, la giornalista Ilaria Alpi veniva uccisa a Mogadiscio in Somalia insieme all'operatore Miran Hrovatin, in circostanze tutt'ora misteriose. Ilaria Alpi da tempo stava indagando su un traffico di armi e rifiuti tossici che avveniva in quegli anni con la complicità dei servizi segreti e di altre istituzioni italiane. Fra i momenti più solenni organizzati in occasione del 25 anniversario della scomparsa di Iliara e Miran quello che avrà luogo oggi alla Camera dei Deputati della Repubblica Italiana, nell'aula dei Gruppi Parlamentari, al quale parteciperà anche il cantautore trentino Milo Bruganara.

Proprio alla giornalista della Rai Milo Brugnara ha dedicato "Ilaria" una delle sue canzoni più intense: "Per me è stata una sorpresa - racconta il musicista - aver ricevuto l'invito a presenziare a questo evento. Credo che qualcuno all'interno della segreteria della Camera abbia scovato sul web il mio brano "Ilaria" ed abbia pensato così di cuivolgermi in questo momento di ricordo, Mi piacerebbe sentire le note della mia canzone ma forse sarebbe chiedere davvero troppo!". Fra gli interventi previsti anche quelli del Presidente della Camera Roberto Fico, di alcuni giornalisti colleghi di Ilaria e dei parlamentari che hanno raccolto il testimone lasciato da Luciana Riccialdi Alpi (madre di Ilaria) per continuare le indagini e riaprire i fascicoli. "Ho scritto questa canzone alcuni anni fa - spiega Brugnara - dopo essermi documentato sui fatti ed aver approfondito la materia su cui stava, appunto, indagando Ilaria Alpi. Ne è nata una ballata che ha ricevuto diversi apprezzamenti ma che non mi aspettavo certo potesse arrivare così in alto. Cercherò di vivere l'esperienza con umiltà e consapevolezza, avendo ben chiara la convinzione sull'importanza del mantenere viva la memoria anche perché spesso si dimenticano le responsabilità dei nostri governi nei confronti del continente africano".

 

Cantautore folk che unisce alla musica l'impegno sociale e culturale Milo Brugnara è attivo nel panorama musicale trentino da quasi vent'anni e ha inciso diversi album: i primi autoprodotti mentre i più recenti prodotti da Luca Valentini con Percorsi Musicali senza dimenticare l'amicizia e le collaborazioni con la nota band emiliana dei Modena City Ramblers. L'esperienza romana farà senza dubbio da volano all'entusiasmo necessario per iniziare a lavorare al seguito di "Sguardi" uscito ormai nel 2016: "Le nuove canzoni ci sono - conclude Milo - e la voglia di tornare in studio anche. L'idea è quella di registrare quest'anno il nuovo album e di pubblicarlo nel 2020 insieme alla band formata da Marta Pizzini, Daniela Degasperi, Simon Coppolino, Roby Santini e Raphael Souza".

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy