Salta al contenuto principale

Punk rock a volontà stasera allo Smart Lab con tre band trentine

Torna il format "Un po' di gente party" a Rovereto con i suoni di Amici di Mitch, Zeroids e Dadar

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
3 minuti 10 secondi

Nuova scorpacciata di punk e rock, con le tre band trentine Amici di Mitch, Zeroids e Dadar, questa sera, sabato 19 gennaio dalle 21 allo Smart Lab di Rovereto, con il secondo capitolo del "Poca Gente Party". Si tratta di un format di eventi che a partire dal 15 dicembre scorso ha cominciato a portare una volta al mese a Rovereto il live underground. L'ironia dietro al nome, che in realtà in questo caso diventa "Un po' di gente party" vista la buona affluenza del primo live, gioca come spiegano gli organizzatori: "Sul conclamato fatto che negli ultimi anni si è affievolito l'amore e persa l'attenzione da parte dei più per i concerti dal vivo, un tempo cavallo di battaglia di ogni locale notturno".

Ma i ragazzi dello Smart Lab non demordono e hanno scelto di dedicare uno spazio a cadenza mensile sia ai gruppi musicali della zona, che faticano sempre più a trovare luoghi in cui esibirsi, sia ad eventuali ospiti da fuori regione. Giocano in casa gli Amici di Mitch formazione roveretana che propone un corroborante punk rock. Loro suonano da un sacco di anni e proprio nel 2018 hanno anche registrato un disco che deve ancora essere pubblicato e dal quale proporranno diverse canzoni proprio in questa occasione. Si muovono invece fra brit rock e garage, con l'attitudine e l'autopromozione del punk, gli Zeroids gruppo di Trento che ha superato i suoi primi dieci anni di live. Gli Zeroids ad oggi hanno all'attivo già quattro album, "Rock and Roll" (2010), "Once Again" (2012) , "Beside" pubblicato nel 2014 e l'ultimo "Sayonara" lanciato nel 2015 con dieci pezzi. Fra le loro influenza dichiarate anche quelle di Beatles, Smiths, Kinks, Paul Weller, Iggy Pop e Johnny Thunders.

Dietro la sigla di Dadar c'è invece un'entità sonora di Rovereto guidata da Lorenzo Piffer: una sorta di one man band perché i pezzi li ha interamente scritti, arrangiati, suonati, cantati, registrati e masterizzati lui stesso senza ausilio alcuno. Dal vivo però Lorenzo viene supportato dal gruppo dei parmigiani Shi*ty Life.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy