La crisi / L’emergenza

Trasportatori del Trentino, l'allarme dei rappresentanti di categoria: “Costo del gasolio insostenibile”

I benefici dell'accordo raggiunto con il governo dovevano supportare il settore da ottobre 2021 a metà marzo 2022. Ma da marzo in poi il gasolio è continuato ad aumentare: “Se continua così si rischia il blocco del sistema”

BENZINA Non si arresta la corsa dei carburanti

TRENTO. Cresce la preoccupazione degli autotrasportatori per l'aumento del costo del gasolio che contribuisce ad aggravare un settore già in crisi da anni. Le sigle maggiormente rappresentative degli autotrasportatori trentini - si legge in una nota - Associazione Artigiani, Fai-Contrasporto e Confindustria Trento lanciano l'ennesimo grido di allarme per bocca dei loro presidenti Roberto Bellini, degli autotrasportatori di Associazione Artigiani, Andrea Pellegrini, di Fai-Conftrasporto e Andrea Gottardi, degli autotrasportatori industriali.

"Stiamo ancora aspettando che vengano definiti i codici tributo per fruire dei benefici dati da un accordo Governo-Associazioni a marzo - dicono i tre presidenti -. I benefici dell'accordo dovevano peraltro supportare il settore per l'aumentato costo del gasolio da ottobre 2021 a metà marzo 2022 e da marzo in poi il gasolio ha continuato ad aumentare. Se continua così si rischia il blocco del sistema”.

  • Finanziamento della crisi di Suez (1956) – 0,00723 euro
  • Ricostruzione post disastro del Vajont (1963) – 0,00516 euro
  • Ricostruzione post alluvione di Firenze (1966) – 0,00516 euro
  • Ricostruzione post terremoto del Belice (1968) – 0,00516 euro
  • Ricostruzione post terremoto del Friuli (1976) – 0,00511 euro
  • Ricostruzione post terremoto dell’Irpinia (1980) – 0,0387 euro
  • Finanziamento missione ONU in Libano (1982 - 1983) – 0,106 euro
  • Finanziamento missione ONU in Bosnia (1996) – 0,0114 euro
  • Rinnovo contratto autoferrotranvieri (2004) - 0,020 euro
  • Acquisto autobus ecologici (2005) – 0,005 euro
  • Ricostruzione post terremoto de L’Aquila (2009) – 0,0051 euro
  • Finanziamento alla cultura (2011) – 0,0071
  • Finanziamento crisi migratoria libica (2011) - 0,040 euro
  • Ricostruzione per alluvione che ha colpito Toscana e Liguria (2011) – 0,0089 euro
  • Finanziamento decreto “Salva Italia” (2011) – 0,082 euro
  • Finanziamento per ricostruzione post terremoto dell’Emilia (2012) – 0,024 euro
  • Finanziamento del “Bonus gestori” (2014) – 0,005 euro
  • Finanziamento del “Decreto fare” (2014) – 0,0024

Vajont, Libano, Irpinia: ecco tutte le accise che paghiamo sulla benzina

La crescita della benzina pare essere senza freni in questi giorni di guerra, tanto che il prezzo self service è arrivato anche a 2,40 euro al litro tra le proteste degli automobilisti. Ma quanto incidono le accise, aggiunte via via nel corso del tempo? Eccole tutte, una per una, in questa fotoscheda. In tutto incidono per 0,72 euro che con l'Iva arrivano a superare 1 euro

"Per un'impresa di autotrasporto il costo del carburante incide per oltre il 30% sui costi di gestione, cui vanno aggiunti gli aumenti di tutte le altre materie prime come gomme e ricambi. È una tempesta perfetta - concludono -, perché gli aiuti stanziati a marzo, che ancora non arrivano e non si sa quando arriveranno, sono comunque stati assorbiti dal continuo aumento di carburante e di altri materiali".

comments powered by Disqus