Meteo / Il punto

Una domenica sotto la neve in quota nelle vallate del Trentino, altri fiocchi attesi anche lunedì

Lo zero termico il 4 dicembre, è sceso fino a circa 1.200 metri, 10-15 centimetri di coltre fresca, con variazioni a seconda delle aree e dei versanti. Altrove pioggia in qualche caso anche intensa -

LE IMMAGINI Passi e aree in quota imbiancate il 4 dicembre

TRENTO. Torna la neve sulle Dolomiti e Prealpi e anche il Trentino si imbianca.

Da questa notte le precipitazioni nevose sono in corso a quote variabili a seconda delle zone e dei versanti, in qualche caso stamattina lo zero termico è sceso fino a circa 1.200 metri. Si registrano come sempre variazioni a seconda delle aree e dei versanti, altrove e a fondovalle pioggia, in qualche caso anche intensa.

Sono caduti 5-15 centimetri di neve, a seconda delle aree.

Oggi è prevista un'attenuazione dei fenomeni nel pomeriggio, poi però riprenderanno per calare nuovamente domani, lunedì, dopo pranzo.

Il centro nivo-meteo di Arabba (Belluno) prevede per oggi pomeriggio precipitazioni più intermittenti eperlopiù deboli sulle Dolomiti più settentrionali, a tratti moderate su quelle meridionali e sulle Prealpi.

Il limite della neve si aggirerà attorno ai 1400-1600 m, ma è sceso a 1000/1200 m nelle valli dolomitiche più chiuse nei momenti di maggiore intensità.

Torna la neve in Trentino, pioggia a fondovalle

Neve fino a circa 1.200 metri, con variazioni a seconda delle aree, in Trentino: le foto dalle webcam del servizio strade della Provincia. Nella gallery, nell'ordine, oggi poco prima delle 13: passo Rolle, pian delle Fugazze, passo San Pellegrino, San Martino di Castrozza, Madonna di Campiglio, passo Cereda,passo Sommo, Molveno, passo Fedaia, Serrada, Polsa San Valentino, Andalo, Vason del Bondone e passo Lavazè

Temperature previste in aumento (previste punte di 6/7°C nei fondovalle e di 2/4°C a 1000-1200 metri, valoripiù bassi nelle valli dolomitiche alle stesse quote). Venti deboli di direzione variabile nelle valli, salvo locali rinforzi erratici; moderati/tesi da sud sud-est in alta quota.

Tra fine nottata odierna e la mattinata di lunedì si prevede cielo molto nuvoloso/coperto con nuova fase perturbata. Poi, dalle ore centrali in poi il tempo diventerà variabile con alternanza di schiarite e addensamenti associati a residui piovaschi. In serata ampi rasserenamenti, specie sulle Dolomiti, e residui banchi di stratocumuli, più probabili sulle Prealpi.

Atmosfera ventosa in quota e un po' più fresca ovunque, spiega il bollettino diramato questa mattina.

Anche domani la neve cadrà dai 1.100 metri circa in su e ne sono attesi altri 10-15 centimetri. Temperature in generale lieve calo, con minime osservate alla sera. L'unica eccezione sarà un lieve ripresa delle massime nei fondovalle interessati dalle schiarite pomeridiane. Venti nelle valli deboli di direzione variabile, con sporadici rinforzi erratici nei posti solitamente più ventilati; in quote moderati/tesi da sud-ovest al mattino e da nord-ovest al pomeriggio/sera; non escluso possano risultare temporaneamente forti nelle ore centrali del giorno a 3000 m, a 10-30 km/h 2000 m e 25-50 km/h a 3000 m.

[foto dalle webcam del servizio strade della Provincia]

comments powered by Disqus