Covid / I numeri

Coronavirus in Trentino, due morti e 3.046 nuovi positivi

Sono 24 le persone in rianimazione, 250 i dipendenti dell'Azienda sanitaria contagiati, 40 solo oggi. Fugatti: “Al momento con questi numeri non andiamo in zona arancione"

TRENTO. Il virus del Covid corre velocissimo ed oggi - con oltre 17.000 tamponi fatti - sono ben 3.046 i nuovi casi positivi registrati nell’arco di 24 ore in Trentino. Ad appesantire ulteriormente il bollettino di oggi, anche la notizia di altri due decessi: si tratta di un uomo ed di una donna, entrambe anziani e con patologie pregressi; uno dei due non era vaccinato.

Nel dettaglio, sono 190 i casi riscontrati positivi dal molecolare (su 1.399 test effettuati) e 2.856 dall’antigenico (su ben 15.942 test effettuati). I molecolari hanno anche confermato 11 positività intercettate nei giorni scorsi dai test rapidi.

Scorrendo le fasce d’età emerge la seguente situazione: 

42 nuovi contagi fra 0-2 anni,
44 fra 3-5 anni,
152 fra 6-10 anni,
123 fra 11-13 anni, 
273 fra 14-18 anni,
1.103 fra 19-39 anni,
983 fra 40-59 anni,
209 fra 60-69 anni, 
62 fr a70-79 anni e
55 di 80 o più anni.
Più della metà (1.708) sono soggetti privi di sintomi.

Negli ospedali ieri le dimissioni hanno superato i nuovi ingressi: 21 contro 19; il numero totale di pazienti covid pertanto è pari a 128, con 24 persone che si trovano in rianimazione. Nessuno dei due decessi è avvenuto in ospedale.  La campagna vaccinale e prosegue: questa mattina le somministrazioni sono arrivate a 1.019.057, di cui 395.381 seconde dosi e 187.478 terze dosi.  I guariti infine: il bollettino ne conta altri 195 per un totale di 56.627.

Covid, boom di positivi in Trentino: 3.046 in un solo giorno

Il virus corre velocissimo ed oggi - con oltre 17.000 tamponi fatti - sono ben 3.046 i nuovi casi positivi registrati nell’arco di 24 ore in Trentino. Ad appesantire ulteriormente il bollettino di oggi (8 gennaio), anche la notizia di altri due decessi: si tratta di un uomo ed di una donna, entrambi anziani e con patologie pregresse; uno dei due non era vaccinato.

Maurizio Fugatti, nel corso della conferenza stampa organizzata questo pomeriggio ha commentato così la situazione: “Trend di crescita notevole, ma al momento non rischiamo di andare in zona arancione. Chiediamo ai trentini di portare pazienza, il nostro sistema organizzativo sanitario è sotto pressione”.

Sulla scuola il governatore ha detto: "I criteri per l'applicazione delle nuove disposizioni nazionali sulla scuola stanno arrivando in questi minuti. Regole che entreranno in vigore da lunedì. Lunedì la scuola riapre con i criteri che ci sono stati fino prima le vacanze natalizie". 

Trasporti, Fugatti ha ricordato una cosa importante: "Il decreto dice che per salire sui mezzi serve il green pass rafforzato. Da noi però la prossima settimana prossima si potrà andare senza green pass rafforzato, nel contempo invitiamo tutti a vaccinarsi"

comments powered by Disqus