Lavoro / Novità

Aperto il nuovo centro di smistamento Amazon a Trento Nord: così i vostri ordini arrivano prima - LE FOTO

Nella zona dell’interporto il nuovo capannone da 4.300 metri quadri: a regime procurerà 70 nuovi posti di lavoro, diretti o nell’indotto, ed è un gioiello di sostenibilità energetica.

di Gigi Zoppello

TRENTO. Amazon espande la sua rete logistica con l’apertura del nuovo deposito di smistamento a Trento, avvenuta in questi giorni. Entro il 2022 il nuovo sito creerà 70 posti di lavoro a tempo indeterminato tra operatori di magazzino assunti da Amazon e autisti delle aziende fornitrici di servizi di consegna.
Il deposito di smistamento Amazon a Trento è entrato ufficialmente in funzione. La nuova struttura consentirà ad Amazon di potenziare ulteriormente i processi dell’ultimo miglio sia nella gestione degli ordini che nella velocità di consegna ai clienti, in particolare nelle città di Trento, Bolzano e nelle aree limitrofe.

Amazon apre a Trento nord un centro di smistamento; subito 70 assunzioni, più 50 nell’indotto

A Trento nord si lavora alacremente in vista dell’apertura, prevista per metà ottobre, del nuovo centro di smistamento di Amazon. Il colosso di Jeff Bezos assumerà subito 20 dipendenti, e altri 50 lavoreranno per le ditte della logistica.

Il primo prodotto consegnato dal deposito di Trento è stato un libro sull’elettromagnetismo a un cliente di Trento.
Il nuovo deposito di smistamento, che ha una superficie di oltre 4.300 metri quadrati, creerà nei prossimi anni 20 posti di lavoro a tempo indeterminato per operatori di magazzino entro il 2022. Inoltre, è previsto che i fornitori di servizi di consegna di Amazon assumano 50 autisti a tempo indeterminato che ritireranno gli ordini dal deposito e li consegneranno ai clienti finali. Il centro di distribuzione Amazon e i nostri centri di smistamento più vicini spediscono gli ordini dei clienti al deposito di smistamento, qui i pacchi vengono caricati sui veicoli dei corrieri e infine consegnati ai clienti.

ECCO COM'E' DENTRO

Il nuovo centro di smistamento Amazon a Trento

E' già aperto: ecco il nuovo centro di smistamento Amazon a Trento Nord


«Negli ultimi dieci anni siamo diventati uno dei più importanti creatori di posti di lavoro in Italia e siamo davvero felici di investire qui a Trento con l’apertura di un nuovo deposito di smistamento che ci permetterà di offrire ai nostri clienti un servizio di consegna ancora più efficiente e creare nuovi posti di lavoro” ha dichiarato Gabriele Sigismondi, responsabile di Amazon Logistics in Italia. “La sicurezza e il benessere dei nostri dipendenti e del personale dei nostri fornitori terzi è la nostra priorità e, insieme ai nostri fornitori di servizi di consegna, ci impegniamo per offrire loro un ambiente di lavoro sicuro, moderno e inclusivo, con salari competitivi, benefit e ottime opportunità di crescita professionale”.
I dipendenti sono assunti al quinto livello del Contratto Nazionale del Trasporto e della Logistica con un salario d’ingresso tra i più alti del settore, e numerosi benefit che includono sconti per i dipendenti su Amazon.it e un’assicurazione integrativa contro gli infortuni. A partire dal 1° ottobre, grazie all'incremento retributivo che rientra nella revisione periodica degli stipendi realizzata da Amazon, la retribuzione d’ingresso è passata da 1.550 euro lordi al mese a 1.680 euro, l’8% in più rispetto a quanto previsto dal CCNL. Amazon offre ai propri dipendenti ulteriori opportunità come il programma Career Choice, che copre fino al 95% del costo delle rette e dei libri di testo per chi desidera specializzarsi in un ambito specifico frequentando corsi professionali per quattro anni.
Nell’ambito del nostro impegno a raggiungere le zero emissioni di CO2 in tutte le attività entro il 2040, l’edificio è stato progettato seguendo i criteri di efficienza energetica come priorità principale. L’impianto di riscaldamento, condizionamento e ventilazione degli ambienti è gestito da un sistema intelligente per l’utilizzo e la manutenzione dell’immobile (BMS – Building Management System) in grado di offrire agli operatori di magazzino un ambiente di lavoro confortevole e, allo stesso tempo, capace di ridurre i consumi energetici superflui. L’edificio è stato dotato di un sistema di pannelli solari fotovoltaici. Amazon si impegna ad installare colonnine per la ricarica dei veicoli elettrici dei nostri fornitori di servizi di consegna e dei nostri dipendenti oltre a sperimentare nuove soluzioni di mobilità elettrica come le e-bike e gli scooter elettrici in tutta Europa.Tutti i nuovi depositi di smistamento sono ideati e sviluppati per essere perfettamente compatibili con le esigenze richieste da una flotta di veicoli elettrici.

Le zone adibite a parcheggio sono già state ideate prevedendo la futura predisposizione di nuove colonnine di ricarica, così da poter soddisfare la graduale espansione della flotta elettrica. Amazon continua il percorso verso l'impiego del 100% di energia rinnovabile in tutte le proprie attività entro il 2025, raggiungendo il 65% nel 2020. Oggi siamo il maggiore acquirente di energia rinnovabile al mondo e in Europa.
Amazon – dice il comunicato – è da sempre molto attenta alle comunità in cui opera. Attraverso i suoi programmi a sostegno della comunità, vengono supportate le scuole, gli ospedali e le associazioni no profit locali sulla base delle segnalazioni ricevute dalla comunità stessa e dai propri dipendenti. In occasione dell’apertura di questo deposito di smistamento, Amazon si impegna nel supportare le persone più emarginate, dando il suo sostegno al “tavolo della solidarietà responsabile”, un gruppo di lavoro promosso dall'Assessorato alle politiche sociali di Trento che si rivolge a persone in particolari situazioni di difficoltà economica e in condizioni di emarginazione sociale. Inoltre, l’azienda ha effettuato una donazione in favore dell’Associazione genitori A.G.S.A.T Associazione Genitori Soggetti Autistici del Trentino ONLUS) che offre percorsi abilitativi di logopedia, neuropsicomotricità ed educativa per i bambini e i ragazzi da 0 a 18 anni. La donazione servirà al “Progetto Sensoriale”, un’attività di ricerca pilota che mira a diagnosticare i disturbi dei pazienti attraverso l’analisi e lo studio degli aspetti sensoriali. Grazie al contributo di Amazon sarà possibile acquistare materiali e attrezzature per l’implementazione della ricerca.
Investimenti in Italia
Il commento dell’azienda: «Amazon è guidata da quattro principi: ossessione per il cliente piuttosto che attenzione verso la concorrenza, passione per l’innovazione, impegno per l’eccellenza operativa e visione a lungo termine. Amazon punta ad essere l’azienda più attenta al cliente al mondo, il miglior datore di lavoro al mondo e il luogo di lavoro più sicuro al mondo»

comments powered by Disqus