Amministrazione / Il cambio

Da venerdì i servizi agli utenti della Provincia solo in modalità elettronica (addio “security card”, serve lo SPID)

La «rivoluzione» attiva in tutta Italia per inaugurare la transizione digitale, sui portali assistenza ai cittadini, ma sarà dura per gli anziani non «computerizzati»

TRENTO.  Già è così per molti servizi pubblici (ad esempio, impossibile rinnovare un passaporto in Questura senza SPID). Ora anche tutte le prestazioni della Provincia di Trernto diventano esclusivamente ad accesso digitale. La novità interessa quasi un centinaio di servizi offerti in Trentino a cui si aggiungono Riparti Trentino e Trentino Lavoro: dal primo ottobre accesso solo con Spid, CIE e tessera sanitaria. E iniziano i problemi soprattutto per gli anziani, e quella fetta di popolazione non "digitale" che è già stata messa a dura prova dalla gestione dell'emergenza sanitaria Covid, ormai basata solo su Cup online e servizi via e-mail.

E’ una data prevista a livello nazionale. Va contestualmente “in pensione”, dal 30 settembre, come precedentemente comunicato, la “security card” che era stata introdotta per facilitare la consultazione dei servizi in mobilità, senza la necessità di utilizzare il lettore di smart card o un computer configurato.
L’accesso esclusivo tramite Spid, Cie o Cns/Cps interessa a livello trentino la vasta serie di misure (e corrispondenti servizi digitali) attivate a beneficio dei cittadini, che coinvolgono tutta la pubblica amministrazione locale: dalla Provincia autonoma di Trento alle società di sistema includendo gli enti locali. Nel dettaglio, i servizi pubblicati sul portale www.servizionline.trentino.it sono una settantina circa. A questi si aggiungono i servizi digitali via via resi disponibili dai Comuni tramite i rispettivi siti web e dalla Provincia sulla sezione dedicata del nuovo portale istituzionale (https://www.provincia.tn.it/Servizi). Oltre - solo per fare alcuni esempi - alle misure attivate sulla piattaforma Riparti Trentino www.ripartitrentino.provincia.tn.it, nonché ai servizi di Agenzia del lavoro disponibili su Trentino Lavoro https://www.sil.provincia.tn.it/welcomepage/.

Si rinnova quindi l’invito ai 24mila utenti trentini che ancora usano la “security card” di passare a Spid, nuovo standard nazionale. Si ricorda inoltre che in Trentino è possibile richiedere le credenziali Spid anche presso gli sportelli provinciali e di oltre 70 Comuni, con il supporto degli operatori, grazie alla convenzione sottoscritta con il gestore pubblico di identità digitale “Lepida”.
Per avere una panoramica di quali sono i servizi a livello trentino interessati dal passaggio basta dare uno sguardo ai servizi offerti dai Comuni trentini attraverso i rispettivi portali e la “Stanza” del cittadino (il luogo virtuale che consente ai cittadini di orientarsi tra i vari servizi offerti dal Comune) o navigare sul portale www.servizionline.trentino.it e sul nuovo catalogo dei servizi pubblici presente sul portale istituzionale della Provincia (https://www.provincia.tn.it/Servizi).
Tra i servizi già disponibili si ricordano:

la Cartella Clinica del Cittadino-TreC, il sistema Fast-Trec e i servizi legati al mondo della sanità, sociale e solidarietà;

i servizi dedicata alla scuola, come il registro elettronico, le iscrizioni scolastiche;

i pagamenti elettronici verso la pubblica amministrazione;

le domande di contributo per la casa;

l’iscrizione all’elenco telematico e al mercato elettronico da parte delle imprese;

la consultazione dei dati catastali e degli impianti termici;

l’iscrizione ai concorsi pubblici e la gestione dei concorsi dedicati al mondo della scuola.

RipartiTrentino
La novità riguarda naturalmente anche i servizi accessibili dal portale #RipartiTrentino www.ripartitrentino.provincia.tn.it, che offre una panoramica sulle numerose misure provinciali messe in campo, a sostegno degli operatori economici e dei lavoratori, in risposta all’emergenza Covid-19 e in ottica di ripartenza.

Portale Trentino Lavoro
Anche Trentino Lavoro, il portale provinciale dei servizi per il lavoro gestito da Agenzia del Lavoro, sarà accessibile, per il cittadino, unicamente tramite le modalità indicate di identificazione digitale. Tali disposizioni non riguarderanno invece le aziende, le quali potranno accedere al portale Trentino Lavoro senza identità digitale, ovvero utilizzando le consuete modalità di autenticazione che prevedono la creazione, in fase di registrazione al portale, di credenziali aziendali composte di username e password.
Per maggiori informazioni sul portale Trentino Lavoro, è possibile consultare la pagina dedicata al cittadino sul sito di Agenzia del Lavoro. Il portale è accessibile da questo link: https://www.sil.provincia.tn.it/welcomepage/ , oppure tramite il sito di Agenzia del Lavoro.

EuregioFamilyPass
L’EuregioFamilyPass è la carta famiglia per tutta l’Euregio, che si ottiene attraverso l’accesso con Spid o Cps/Cns in pochi minuti e che permette l’accesso a numerosi vantaggi per le famiglie con figli minorenni. Maggiori informazioni su https://www.trentinofamiglia.it/Servizi-Family/EuregioFamilyPass.

comments powered by Disqus