Politica / La polemica

Zeni: "Adesso speriamo che la Provincia non cambi anche il Festival dello sport"

 

L'EVENTO Arriveranno a Trento anche Tamberi e  Jacobs
LA PRESENTAZIONE A Milano svelato il programma della kermesse

TRENTO. Il Festival dello sport? Una magnifica kermesse per il Trentino, con la presenza di moltissimi campioni. E speriamo che ora la Provincia autonoma non progetti di "ridimensionarlo".

La battuta è del consigliere provinciale Pd Luca Zeni, che prende spunto dalla vincenda del Festival dell'economia, passato dalla partnership storica con Laterza a quella con il Sole 24 Ore, col rischio che ora ne nasca uno alternativo in un'altra città.

"Oggi - scrive Zeni - è stata presentata l’edizione 2021 del Festival dello sport, che si svolgerà a Trento nel prossimo ottobre, con la presenza di tanti campioni di ieri e di oggi, a partire dai protagonisti delle ultime Olimpiadi e Paraolimpiadi.

Il Festival dello sport, bollato nel 2018 dall’allora segretario della Lega Bisesti, oggi assessore all’istruzione, come “un espediente atto a nascondere il fallimento della giunta provinciale”, ha avuto un successo enorme.

Il rischio ora è che la giunta leghista, così come ha fatto con il Festival dell’economia, ritenga la Gazzetta dello Sport troppo di sinistra, un’emanazione del PCUS, e voglia sostituirla con Tuttosport, per avere organizzatori ritenuti più “vicini”.

Ecco il motivo di una petizione, per chiedere alla giunta provinciale di far prevalere per una volta le istituzioni sulla militanza partitica, e tenere a Trento il Festival dello sport, evitando di fargli fare la fine del Festival dell’economia.

#sischerzamanontroppo
#riderepernonpiangere
#sistavameglioquandosistavapeggio
#chesituazion".

comments powered by Disqus