Provincia / La novità

Fugatti: in Trentino da lunedì i bambini torneranno sui banchi

La giunta ha deciso di riaprire gli asili nido, le scuole dell'infanzia e le primarie anche in zona rossa, intanto fino a mercoledì. Il presidente: "Si prevede un'evoluzione positiva del contagio e ci attendiamo per dopo Pasqua una situazione migliore"

GOVERNO Anche in zona rossa a scuola fino alla prima media

IL VIDEO L'annuncio di Fugatti: «Lunedì riapro»
SCIOPERO Oggi anche in Trentino si boicotta la didattica a distanza
COMMENTO Più che didattica è disagio a distanza

TRENTO. Via libera della giunta provinciale alla riapertura di asili nido, scuole dell'infanzia e primarie per tutti i bambini iscritti.

La decisione è stata confermata poco fa in una conferenza stampa dal presidente, Maurizio Fugatti.

Anche se la provincia resterà in zona rossa, riaprono le scuole almeno per i più piccoli e la didattica a distanza resta per gli studneti dalla prima media in su.


Fugatti: lunedì riapro nidi, materne e scuole elementari

La giunta ha deciso di riaprire gli asili nido, le scuole dell'infanzia e le primarie anche in zona rossa, intanto fino a mercoledì.


A quanto pare la decisione non è stata concordata con il governo nazionale, ma la Provincia conta probabilmente sull'impegno espresso dal premier Mario Draghi pro aperture della scuola, per ritenersi al riparo da un'eventuale impugnazione.

Rivolgendosi alla stampa, Fugatti ha sottolineato che il trend della trasmissione dei contagi in Trentino è in miglioramento, malgrado al momento i parametri facciano prevedere una permanenza in zona rossa anche la prossima settimana.

"Appena arriverà l'ufficializzazione da Roma - ha spiegato - firmerò l'ordinanza riguardante la riapertura delle scuole fino all'ultimo anno delle elementari. Questa mattina abbiamo fatto una valutazione sul quadro epideico con la nostra task force e, tenuto conto anche degli orientamenti espressi dal governo per la fase dopo Pasqua, si è ritenuto di consentire ai bambini trentini di tornare in classe. La tendenza dello scenario epidemico ci fa sperare che dopo Pasqua il Trentino torni in arancione e in ogni caso, viste le premesse annunciate dal premier Draghi, c'è l'orientamento a tenere comunque aperte le scuole".

In una nota inviata questa mattina alle famiglie dal dipartimento istruzione, si spiega che la giunta provinciale ha deciso la riapertura da lunedì 29 marzo a mercoledì 31 marzo compreso, anche se il Trentino, come sembra più che probabile, resterà in zona rossa anche la prossima settimana.

"Il servizio - si legge nella lettera - riprende regolarmente con l'intero orario di apertura della scuola, comprensivo del servizio mensa, del servizio di trasporto e del servizio di prolungamento orario.

I bambini che dal 15 marzo al 26 marzo sono stati accolti nei piccoli gruppi ritornano nei loro gruppi/sezione di appartenenza con le rispettive insegnanti di riferimento individuate a inizio anno scolastico".

comments powered by Disqus