Salta al contenuto principale

Canzoni da quarantena: le inquietudini londinesi di Filippo Bampi nella cover "Sweet Dreams" degli  Eurythmics

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 46 secondi

Il cantautore trentino Filippo Bampi sceglie "Sweet Dreams (Are Made of This)", uno dei grandi classici degli Eurythmics, per mandare un saluto ai lettori dell'Adige. Il video del brano, registrato in una dimensione, ovviamente, casalinga, viene lanciato anche nello spazio Blog'n'Roll. “Sweet Dreams (Are Made of This)"è uno dei maggiori successi del duo inglese formato da Annie Lennox e David A. Stewart uscito nel 1983, in pieno fermento new wave. Un pezzo che evoca tanti ricordi, legati anche al nostro presente, in Filippo Bampi: <Non credo di aver mai avuto tanta difficoltà a dormire né di aver fatto tanti incubi come in questo periodo di quarantena - racconta il musicista - era da quando ero piccolo che non vagavo più nel sonno per le strade di una allora sconosciuta Londra ma, da qualche settimana, quella visione si è ripresentata ,forte e chiara, tormentandomi con un carico d'Angoscia e oppressione>.

 

I sogni sono quelli di un bambino che poi ha vissuto per anni in Inghilterra: <Siamo tra Leicester Square  ePiccadilly, però sono gli anni ottanta e io sono appunto un bimbo: le strade sono affollate da giovani punk con pettinature variopinte ma appare una ragazza nella folla: una bambina che sembra più grande perché è truccata. Mi fissa e non dice niente, siamo difronte alle porte aperte del Trocadero: tra neon e luci stroboscopiche sento le note di Sweet Dreams e i suoi arcani versi sognanti>. La versione del brano di Bampi, nasce da qui, ed è trasognata e volutamente incompleta per esorcizzare i nostri incubi quotidiani ai tempi del Covid - 19. Tempi che per Filippo Bampi si legano al lancio del nuovo Ep "Monaco Chiama" , uscito per la Gulliver Records di Alex Carlin, il terzo tassello discografico di un artista che si è formato culturalmente e musicalmente in quella Liverpool che diede i natali ai Beatles prima di tornare a Pergine dove svolge l’attività d'insegnante. Prima di "Monaco Chiama", che contiene un originale omaggio alla figura di Joszef Kiss, un aviatore austriaco della Prima Guerra Mondiale, aveva registrato nel 2018 l' Ep "Shoulder the sky" e l’anno seguente la mini operetta "Lokomotiv.

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy