Salta al contenuto principale

Sono un campione di volley mancato

Per approfondire: 
Tempo di lettura: 
1 minuto 41 secondi

Qualcuno disse «non importa se tutto va male, se la ragazza ti lascia o perdi il lavoro, perché c’è sempre un campionato che inizia a ottobre». Chiamatemi prevedibile se volete, ma la stagione che segue l’estate per me non è l’autunno, ma la stagione della grande pallavolo. E avendo in casa l’unica squadra al mondo con cinque mondiali vinti, è sciocco non approfittarne.

Anche perché mi ricorda quando giocavo anch’io. Pochi lo sanno, ma io da bambino potevo avere un futuro nella Trentino Volley. Non sono entrato nella prima squadra solo per una telefonata. Nel senso che non mi ha telefonato nessuno. Peccato, perché sarei stato un bravo pallavolista: le battute mi vengono facili. Il mio problema era la statura, perciò scelsi di giocare a calcio.

La squadra si chiamava “Lizzana” ma siccome io ero gracile di petto, se mi vedevate con indosso la maglia da gioco avreste pensato che la squadra si chiamava “ANA”, perché le altre lettere erano avvolte sotto l’ascella. Ad ogni modo, viva i vent’anni della Trentino Volley! Senza entrare nello specifico della viabilità, ma per le emozioni che ci hanno regalato in questi vent’anni dovrebbero dedicare una Via alla Società. Località Campotrentino potrebbe diventare Località CampoTrentinoVolley che dà su Piazza Diego Mosna che collega Via Bruno Da Re col sottopasso Angelo Lorenzetti. Perché anche Lorenzetti è da premiare. Ho fatto due conti e l’altezza di tutti i giocatori messi uno sull’altro supera il muro della Cavit. Tenere in ordine 270 metri di polpacci e bicipiti non è facile.

Quindi, in bocca al lupo per la nuova stagione! e che il Modena e i suoi tifosi ci guardino le spalle. Nella bibbia il profeta Isaia* diceva: «Il lupo abiterà con l’agnello, la mucca e l’orso pascoleranno insieme, e il leone mangerà la paglia col bue». Può essere. Ma quando ha detto «I tifosi della Trentino Volley coabiteranno con quelli del Modena» per me l’ha sparata un po’ grossa.

* Isaia, quello della famosa canzone “Nella vecchia fattoria Isa-ia-o”.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy