Salta al contenuto principale

La difficile vita di coppia dei calzini

Tempo di lettura: 
1 minuto 45 secondi

Non so se incolpare il caldo di questi giorni, ma a casa mia le cose si muovono. Non tutte eh, per esempio il secchio dell'umido se non lo porto fuori io potrebbe rimanere lì dei mesi; ma i calzini spariscono che è un piacere. Me ne sono accorto ieri svuotando la lavatrice. Premetto che quando l'ho caricata ho faticato parecchio, avrò spinto per almeno mezz'ora, poi mi hanno spiegato che la roba va nel cestello e non nella vaschetta del detersivo, ed è stato tutto più semplice. Il mio errore è stato chiudere l'oblò e andarmene senza controllare cosa succedeva dentro. È un po' come chiudere dei bambini nella loro stanza senza appoggiare per qualche istante l'orecchio sulla porta per accertarsi che i faga polito.

Ad ogni modo, a fine lavaggio, i conti non tornavano: due calzini erano single. Forse i loro compagni se n'erano andati insieme, amore a prima vista, o forse si sono dati alla fuga durante la centrifuga (da cui il nome), con due fazzoletti con cui avevano una relazione clandestina. O magari sono finiti nel triangolo dei bermuda, dove a sparire non sono solo i calzini ma anche pantaloncini corti e perizomi.
Comunque sia, la cosa m'induce a una riflessione antropoillogica.

Al pari di alcuni mammiferi tipo jene, delfini, amministratori delegati e hostess di volo, probabilmente i calzini non sono fatti per una vita di coppia. Siamo noi umani che li costringiamo a stare insieme finché lavatrice non li separi, ma di natura loro sarebbero single. E forse, è proprio il loro essere indipendenti che li rende così attraenti; senza padroni come i gatti, non temono la solitudine o di restare senza un giaciglio, dopotutto un calzino un buco lo trova sempre. Come disse Dante rivolgendosi a Beatrice: fatti non foste per viver in lavatrice!

E quel giorno che, finalmente, ci toglieremo la megalomane visione di noi stessi che ci fa credere di essere superiori solo perché non siamo fatti di cotone a righe orizzontali come loro, chissà, quel giorno potremo anche scoprire che i calzini ci possono insegnare molto. Comunque sia, nell'attesa, consiglierei ai commercianti di venderli a gruppi di tre.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?

L'utilizzo della piattaforma dei commenti prevede l'invio di alcune informazioni al fornitore del servizio DISQUS. Utilizzare il form equivale ad acconsentire al trattamento dei dati tramite azione positiva. Per maggiori informazioni visualizza la Privacy Policy