Toscana

Maxi-furto in una ditta orafa a Arezzo, via 2 milioni in lingotti

Rubate anche collane e soldi. Avarie a sistema allarme e video

AREZZO

AREZZO. Colpo da 2 milioni di euro in una ditta orafa di Castiglion Fibocchi (Arezzo), la Castoro sulla provinciale Sette Ponti. Il furto risalirebbe alla notte fra sabato e domenica ed è stato scoperto, però, nella giornata del 10 giugno. Sarebbe scattato l'allarme, secondo le ricostruzioni disponibili, ma i vigilantes accorsi sul posto insieme al proprietario, avrebbero appurato che tutto era regolare tranne un'anomalia, cioè lo stesso allarme che non si resettava.

Poi quando è andato ad aprire la ditta, il titolare si è reso conto che qualcuno era entrato e aveva fatto saltare la cassaforte: il colpo ha fruttato un bottino da 2 milioni di euro tra lingotti, collane e contanti. I ladri sarebbero entrati da un capannone confinante, dove avrebbero scavato un buco entrando poi nell'azienda svaligiata. Sono in corso indagini dei carabinieri. Un'altra anomalia riguarda le telecamere, che non avrebbero ripreso nulla, nessuna immagine, forse per un guasto.

Questa ditta aveva già subito un furto ingente di oro e preziosi nel 2011, gli autori furono poi scoperti ed individuati dalla polizia in Puglia. 

comments powered by Disqus