Medio Oriente / Il conflitto

Attacco aereo israeliano a Gaza: uccisi 7 operatori di una ong statunitense

Colpito un veicolo della organizzazione di aiuti alimentari World Central Kitchen, fra le vittime cittadini di nazionalità britannica, australiana e polacca, oltre all'interprete palestinese

TRENTO. La ong statunitense di aiuti alimentari World Central Kitchen denuncia la morte di sette suoi operatori umanitari in un attacco aereo israeliano nella Striscia di Gaza. World Central Kitchen ha sospeso le sue attività nella regione.

Le vittime sono operatori stranieri e il loro autista e interprete palestinese, in seguito ad un attacco israeliano contro il loro veicolo nel centro della Striscia di Gaza.

Secondo il ministero della sanità di Hamas, le vittime hanno nazionalità britannica, australiana e polacca e una quarta che resta da chiarire.

L'esercito israeliano ha dichiarato che "sta esaminando il tragico incidente al più alto livello per comprenderne le circostanze" ed ha sottolineato che "lavora a stretto contatto con la (ong, ndr) WCK" per la distribuzione degli aiuti alla popolazione di Gaza.

La Casa Bianca si è detta "afflitta" per la morte di diversi operatori umanitari della ong statunitense.

"Siamo afflitti e profondamente turbati dall'attacco", ha scritto su X la portavoce del Consiglio di sicurezza nazionale, Adrienne Watson, aggiungendo che "gli operatori umanitari devono essere protetti mentre consegnano aiuti di cui c'è un disperato bisogno, ed esortiamo Israele a indagare rapidamente sull'accaduto".

comments powered by Disqus