Salta al contenuto principale

La prima volta che Meghan Markle vide il suo abito da sposa, l'emozione in un documentario tivù

Cosa avrà provato Meghan Markle nel vedere per la prima volta il suo abito da sposa finito e pronto per essere indossato? Quel momento di stupore ed emozione è stato catturato dalle telecamere e sarà parte del documentario "Queen of the World", dedicato alla Regina Elisabetta II e prodotto dall'emittente britannica ITV (Independent Television).<a href="https://www.youtube.com/watch?v=07g7mpFRGCo"> Nel trailer</a>, rilasciato sul canale Youtube di ITV, si sente la frase pronunciata dalla duchessa di Sussex mentre accarezza <a href="https://d.repubblica.it/moda/2018/05/19/foto/royal_wedding_meghan_markle_abito_sposa_tutti_i_dettagli_scarpe_velo_gioielli_tiara_bracciale_make_up_nude-3988961/1/">il velo in tulle di seta che completava l'abito bianco di Givenchy realizzato dalla stilista Clare Waight Keller</a>: "Cinquantatré paesi, oh mio Dio! Ci terrà molto occupati". Sul velo, lungo quasi cinque metri, furono infatti ricamati a mano, con un filo di seta e organza, ben 53 fiori di specie diverse rappresentanti tutti i Paesi del Commonwealth. Un lavoro faticoso che ha impegnato i sarti per centinaia di ore. Secondo le anticipazioni dell'emittente, nel documentario ci sarà anche la prima intervista televisiva rilasciata da Meghan Markle dopo il royal wedding, celebrato lo scorso 19 maggio nella cappella di San Giorgio nel Castello di Windsor. Un'intervista in cui la duchessa di Sussex ricorda il giorno del matrimonio, gli incontri con la stilista per realizzare l'abito da sposa, ma anche le prime interazioni con il Commonwealth e i tanti impegni istituzionali che affronterà insieme al principe Harry, che proprio lo scorso aprile è stato nominato dalla Regina Elisabetta Ambasciatore della gioventù del Commonwealth. Il documentario &ldquo;Queen of the World&rdquo; andrà in onda nel Regno Unito il 25 settembre su ITV, mentre negli Stati Uniti sarà trasmesso da HBO il primo ottobre (a cura di Marisa Labanca)